giovedì, dicembre 28, 2006

Ricorrenza 29\12\93


Ricorrenze...
Devo ammettere che questo periodo e' pieno di ricorrenze
sicche come al solito la mia ricorrenza storica non poteva che accadere tra un mucchio di altre ricorrenze con la differenza che le altre lo sono per tutti, mentre la mia con il tempo e' rimasta totalmente mia .

Difficilmente piu' o meno in questo blog parlo di me specificatamente, in questo caso sto facendo un' eccezione.

Mi dispiace deludere il lettore in quanto la ricorrenza non e' di quelle felici
cerchero' comunque di renderla interessante.

Correva l'anno 1993 ed io mi trovavo in Roma
direi che era il mio inizio, l'inizio che tutti vorrebbero avere.

Precario, ma visto il periodo storico "precario di lusso" in quanto semplicemente per scelta.

Vivevo nel furgone che nello stesso tempo mi fungeva da mezzo di lavoro e nonche da mezzo per esaudire le mie vene artistiche.

Si, il furgone fu' la pietra dello scandalo, del resto pero' come si dice, l'importante sono i fatti e non le parole, sicche a parole il furgone fu' la pietra dello scandalo ma nei fatti servi per scopi collettivi fino al suo ultimo istante di vita .

Il furgone non era la via che mi concretizzava il senso di libertá ma contribuiva nel suo raggiungimento, infatti oltre nel darmi il modo per gestirmi in piccolo le economie grazie a traslochi etc etc etc, mi permetteva di concretizzare una via di fuga nella gestione del mercato altro o semplicemente cercare vie nuove all'omologazione castrante per l'artista negli spazi autogestiti, sempre piu' legalizzati e con cio' sottostanti a regole imposte.

Nasceva cosi in me gia' negl'anni 90' questa costatazione\esigenza.

Venedo a conoscenza dei Raveparty oltre manica, ben presto in me nacque il connubio
tra l'idea spasmotica di fuggire all'omologazione della sinistra antagonista e nello stesso tempo la maturazione dell'idea che un'evento che dura una notte fa' prima ad essere consumato che ad essere represso.

Dal 90' in poi praticamente tutto in me verte verso la realizzazione di questa comunicazione teorica e pratica al movimento a me circostante .

Come e' ovvio non mi dilungo sul prezzo che pagai e pago ancora ora, dato che parole come omologazione del movimento antagonista suonano ancora oggi pesanti .

Dopo varie peripezzie arrivato da tempo il furgone, arriva anche il momento di comunicare a piu' persone possibili la mia idea.

Arriva cosi il 25 dicembre del 1993.

L'(A)ntiChristamas day.

Povero di mezzi ma forte della comunicazione
preparo il primo Illegale, il primo Rave Party illegale a Roma(roma movimento ?)

Ben presto mi accorgo che ben anche sia quasi riuscito nel far tutto da solo, ho comunque bisogno di persone.

Le persone sembrano vagamente interessate all'idea ludica ma meno, molto meno all'idea di rottura o di sfida all'interno del movimento.

In pratica quindi incontro i primi problemi gestionali.

La mia comunicazione base stenta ad essere ascoltata anzi un po' tanto repressa, repressa a tal punto che poi all'atto pratico dell'happening non furono esposti manifesti che volevano introdurre specificatamente l'idea, generando un idea chiara tra le persone partecipanti.

Al momento in cui tutto avvenne venni travolto da un'evento che muoveva interessi superiori a me, interessi non di intelletto ma meramente economici, dal piu' bieco che pensava ai soldi della serata a quelli che intravedevano grossi guadagni con la medesima idea.

Nacque cosi a Roma il primo esempio di party autorganizzato.

Questo avvenne la notte del 25 dicembre del 1993, io lavoravo di giorno e di notte organizzavo l'evento.

La data che sto ricordando cade il 29 dicembre 1993.

4 giorni dopo ancora non avevo avuto il tempo di capire cosa avessi fatto, travolto da un trasloco ero stato assorbito completamente dal medesimo, il 29 a sera verso le sette ancora lavoravo, ad un tratto mi sentí incerto, insicuro , strano, mi domandavo ossessivamente perche stassi portando avanti questo maledetto trasloco ed anche mal pagato, "quale strada prendo" nel mentre fu' un'esigenza di guida del furgone, non guidaí, non seguí l'istinto, di lí a pochi metri ebbi un'incidente con il furgone !!!!!!!!!!!!!

Semplice a dirsi, nessuno morí, fondamentalmente nessuno si fece poi cosi tanto male, per me invece significó la fine di un sogno, la fine della fonte del mio guadagno, la fine della mia casa !!!!

Si, qualcuno dirá beh in modo o nell'altro un furgone lo potevi ricomperarare !!!!

Si, dico io, ma ricordando la mia posizione in quel momento essa non era poi cosi florida e piena di amicizie, il Rave Party era piaciuto ma l'idea di inserire il contesto nella tematica di movimento questo mi procuró danni ed esclusione dai circuiti omologati dal movimento.

Quindi il furgone fu' quasi un messaggio interiore, esteriorizzato.

Infatti io in quel momento stavo malissimo, non per la perdita del furgone quanto per il fallimento secondo me del mio intento.

Avevo ricevuto delle sensazioni epidermiche veramente spiacevoli da molte persone, si notava come di fondo anche dentro il movimento la minoranza era vista come una devianza.

Io organizzai il primo evento praticamente da solo, venedo in precedenza gia da altre esperienze collettive all'interno del movimento romano.

Quella sera lí non ci passo un fiume di gente, ma ci passarono tutti quelli che "contavano".

Quelli che contavano avevano gia sentenziato in precedenza che io non ero un soggetto sano, non ero un soggetto sano perche cercavo di spingere la mia idea, che in un certo qual modo cozzava con la loro realta.
Infatti poi negl'anni dopo il movimento fu' costretto nel rivedere la propria posizione, non tanto perche aveva apprezzato l'idea mordi e fuggi, ma semplicemente perche i sabato sera a Roma erano un'esclusiva dei Rave party, quindi l'omologazione si spinse oltre ed inglobo' i rave party nel circuito antagonista, con il finire che i party dance venivano estrapolati da il loro contesto, facendoli vivere in posti fisici belli che preparati e fissi, stabili, i centri sociali .

Tutto vero, con la precisazione che ancora nel 1997 io a Roma non ero abilitato nel esprimere la mia musica perche la sinistra antagonista romana non ammetteva lo sbaglio .Dietro questa logica prosegui il popolino, infangandomi e depredandomi della mia musica registrata, rendendomi la vita un'inferno, spingendomi alla fuga sconsiderata da Roma, dall'Italia.

Dietro tutto questo castello e' facile capire come l'incidente mi dette il colpo di grazia, mi introdusse in una depressione latente.

Il 29 Dicembre del 1993.........

noname

martedì, dicembre 19, 2006

Discussione sull' Eutanasia


Chiedo scusa ma :

Come e' possibile continuare a vivere oggi cercando di mantenere dei rispetti, quando
l'assurditá e' diventata la norma che ci guida quotidianamente ??

Eutanasia si, Eutanasia no........

Ed io mi domando : ma perche se esiste la pena di morte, c' e' tanto parlare riguardo all'eutanasia ???

Perche le stesse persone che starnazzano contrarie nei riguardi dell'Eutanasia, magari non sarebbero contrari alla pena di morte, anche se nei ovvi casi limite ??!!!!

Mi domando ancora : la discussione sull'Eutanasia allontana la pena di morte o se ne fa' essa stessa l'anticamera della pena di morte ????

Non si ha il diritto di staccare la spina ad un' essere umano malato fisicamente, ma viceversa si attacca la spina per la sedia elettrica di un' altro essere umano presunto malato !!!!!!!!!!!!!!!!

Mi si dira' che in Italia o in molti paesi non c' e' la pena di morte, ed io rispondo che questo non scalfisce la mia osservazione .

noname

sabato, dicembre 02, 2006

L' urlo


Un grido di disperazione dal profondo sommerso inrompe con la sua prepotenza nella mia vita.

L'urlo disperato di chi vede ma nulla puo' e tutto accade intorno a lui malgrado le sue previsioni.

"Quando le tue lacrime solcheranno le tue rughe, allora e solo a lora capirai,
ma il rumore assordante della vita
inutile rendera' la tua scoperta ".

La democrazia attuale Occidentale altro non e' che il risultato ottimale scelto dal potere per condividere il dominio sulla societa' tra gli appartenenti al potere stesso .

Infatti in Occidente non esite una dittatura solo perche ogni tot anni il potere e' costretto alla fiction delle votazioni.

Infatti la democrazia Occidentale fondamentalmente e' formata da due schieramenti o se si preferisce da due individui con denotazioni culturali diametralmente opposte anche se conviventi.

Questa supposizione mette gia'in crisi il concetto di democrazia che dovrebbe vedere nel suo senso piu' palese un'insieme di individui diversi uno dall'altro .

Invece la democrazia Occidentale sembra piu' un' insieme di due dittature che amorevolmente si alternano ogni sei anni.

Belle parole, qualcuno giustamente scrive anche che l'anarchia non si fa' scrivendo,
altro e tanto giustamente io dico anche che pero' la riflessione e' una pratica fondamentale per non ripetersi all'infinito .

Scrivere puo' essere un momento di riflessione sia per chi legge sia per chi la scrive.

Siamo in pieno regime borghese e non conta se il governo sia di destra o di sinistra . !!!!!!

Il buffo e l'atroce nello stesso tempo e' che pur io scrivendo in Italiano non sto vivendo in Italia ma bensi in Europa, infatti il mio riferimento va' all'intera Europa o meglio, Occidente.

L'atroce di questa democrazia e' il fatto intrinseco che stabilisce dei paramentri comunque che devono essere rispettati dalle due fazioni che si contendono il potere.

Se un regime del passato sanciva l'emanicapazione e la sperimentazione come cardini per una societa' migliore, oggi un regime borghese ha ristabilito le regole accademico\burogratiche\araldiche\gerarchiche dell'esistenza individuale e sociale .

Il regime che osanno' la sperimentazione e l'emamcipazione fu' il regime intervenuto nella societa' negl'anni 70', il regime che osanna le regole accadenico\burocratiche\etc etc etc, fu' la societa' borgese prima degl'anni 70', rinata ormai in questo nuovo millennio .

Purtroppo, nessuno fa' tesoro delle proprie sconfitte, ma preferisce covare l'odio ed il rammarico, sicche ben anche la societa' borghese sia stata sconfitta negl'anni 70', oggi essa si e' riproposta con tutti i suoi fantasmi inalterati.

Sono stanco, ma vorrei parlare ancora di questo, vorrei parlare dei mostri che partori' la cultura borghese, mostri che erano e sono sintetizzati nel ristabilire per esempio un'altezza standar secondo loro, nella quale sentirsi realizzati "fichi" "sani", e chi non lo e' ???!!!!!

Io non sono alto e ricordo con angoscia lo stereotipo degl'anni della borhesia, ricordo come mi pesava essere basso, perche questo voleva dire essere di seconda scelta !!!!!!

Poi scoprí la cultura emancipata dove l'altezza non era una discriminante, oggi con dolore vedo e mi immagino quanti bambini soffriranno di nuovo non sentendosi, non avendo in se quelle caratteristiche di "uomo fico-perfetto...."

a dopo

( bozza pubblica )


noname

mercoledì, novembre 22, 2006

La rivoluzione sommersa


La rivoluzione sommersa

Gli anni 80' 0 meglio l'anno 89' segnano un qualcosa nella storia delle societa' attuali.

Una societa' poco riconosciuta e' la societa' dei Centri Sociali in Italia.

Essa e' una societa' parallela con radici lontanissime nella storia dell'uomo.

In ogni caso con evidente importanza la societa' dei centri sociali trova modo di gettare le sue fondamenta, fondamenta che negl'ultimi 30 anni hanno vissuto un continuo nel tempo senza paragoni nel proprio passato.

La rivoluzione sommersa avvenuta nel movimento negl'anni 89' ha generato anni di vissuto, oggi quella rivoluzione sommersa sta dando le sue conseguenze.

La rivoluzione sommersa e' quella che avviene tra il popolo di continuo, tramite il messaggio culturale, tramite il vissuto.

Nessuno dichiara nulla ma il tessuto sociale si stravolge ciclicamente come se un ciclo fosse la rivoluzione sull'altro.

Il movimento negl'anni 89' tramite messaggi culturali decise di aprirsi alla massa, di uscire fuori dalla ghettizzazione.

Quella rivoluzione sommersa ha portato il movimento nel vivere momenti di pienezza impressionanti.

Tanti, tante persone, forse il massimo lo si raggiunse a Genova...

Una persona morí, altre avvertirono netta la sensazione di non aver capito bene o piu' semplicemente si ritirarono, altri non fecero altro che far perdere tempo a chi aveva voglia e capacita di fare qualcosa di diverso .

Oggi il movimento e' morto ma e' morto nel suo esperimento di apertura alla massa, non nella sua essenza .

Indymedia forum Italia per me che vivo all'estero e' rappresentativo di quello che sto dicendo.

Troppe persone che in realta non sono, hanno il permesso di parlare all'interno di tematiche che vivono solo per moda o per consumo.

Questo se e' stato non influente per le iniziative, lo e' al momento della verita'.

Tu vieni in Centro sociale la sera o durante i corsi e pretendi di essere come me, come se io fossi quello che voglio essere e non un'emergenza di me stesso.
Tu vieni in un Centro sociale e credi che basti, tu gridi due parole e credi che basti, ma invece non basta, perche sono i miei secondi che contano come vengono passati, non i tuoi momenti rappresentativi .

La rivoluzione sommersa ha dato i suoi frutti e si sono piucche' maturati, direi sfatti .

Ricominciamo da tre ?????

( Bozza pubblica non corretta)


Noname

martedì, novembre 14, 2006

La mezza rivoluzione borghese del terzo millennio !!!


Non nascondo che il titolo e' abbastanza impegnativo
inoltre sara' trattato sempre di mio style, quindi nulla di trito e ritrito, nulla a che fare con l'esternare le proprie nozioni acquisite da libri etc etc etc

__________________________________

Per borghesia voglio intendere quella classe o dimensione che un'individuo ottiene quando tiene alla societa' dei costumi .

Con cio' e' borghese secondo la mia concezione anche chi e' povero ma ci tiene ai costumi sociali .

Si fa' cosi.., non si fa' cosi.., e bello cosi.., e brutto cosi.., etcetcetc.., tutto cio' chiaramente non riferito ad un proprio modo di intendere ma ad un modo sterotipato che passa l'educazione di Stato.

Non ho letto libri e si vede :)
pero' comunque parlando di una borghesia classica
non ci si puo' discostare dall'idea comune.

L'idea comune verte sul fatto che la borghesia sia quel connubio tra' educazione cattolica e risultato del progresso consumista.

Quindi un'individuo aperto alle innovazioni "moderne " innestate con le tradizioni.

Praticamente sulla borghesia classica c'e' quasi poco da dire di nuovo se non ricordare appunto le sue fondamenta.

Sappiamo da molti autori in particolare nel cinema che hanno esplicato alla perfezione i traumi e le angoscie della borghesia, quindi mi ripeterei con parole mie, magari non esatte, in ogni caso la borghesia e' sempre la prima che resta vittima della novita' da essa stessa esaltata.

Voglio dire, quando il coatto, il marangone, si impossessa di alcune diavolerie moderne , la borghesia le snobba anche se e' essa stessa che le ha introdotte alla massa ..

La mezza rivoluzione Borghese del terzo millennio

La Borghesia ha avuto sempre un fantasma che la agitava.

cioe' : "quello che gli altri pensano di te".

Accadde ed accade tutt'ora infatti che ben anche la societa' si sia evoluta,
comunque la societa' dell'immagine ha riportato in essere gli stessi dilemmi che la borghesia viveva per eccellenza .

Borghesia e provincialismo hanno fatto sempre un corpo unico, infatti il provincialismo tra' le altre cose aveva ed ha evidente un retaggio implicante appunto la paura di quello che pensa l'altro, perche la massa poi giudica, ti fa' ladro o Re.

Per quanto la borghesia abbia lottato contro questo fantasma la sua presunta vittoria gli e' durata poco .

Infatti la societa' dell'immagine altro non e', come dice la parola stessa, "immagine", la stessa immagine che il provincialismo e la borghesia cosi tanto hanno sempre temuto ed osannato .

Un' altra definizione per eccellenza riguardante la borghesia e' la paura di Dio che ti guarda e con cio' impicante la famosa "morale" da seguire .

La mezza riv. della borgesia del terzo millennio e' stata facocitata dalla chiesa
cattolica, ingrediente fondamentale per il buon borghese.

La chiesa moderna.......

Il papa furbo.....woitilaccio woitilaccio.......

Or dunque, se anche il papa e' furbo, non e' la furbizia il male dell'uomo, sicche la borghesia perse le briglie della sua morale.

Oggi tutti si inventano tutto, come se la vita potesse essere svoltata creandosi il proprio film fatto di menzogne, ormai non piu' chiamate tali, ma "liberta' individuale.

Questo e' quello che sta aflligendo l'umanita' inesorabilmente
"l'uomo si e' perso nel nulla dell'immagine".

Ecco perche la mezza rivoluzione borghese del terzo millennio, perche in realta
il popolo oggi e' borghese, di quel borghese che impugna la menzogna come verita', sapendo che spetta a te scoprire se e' una menzogna o no !!!!!!!

L'altra meta' della rivoluzione borghese del terzo millennio affonda nella follia congenita alla borghesia .

L'emancipazione borghese del terzo millennio, aver capito che nessuno ti controlla
ed aver capito che l'80% delle persone non sanno distinguere in real time cosa accade.

In ultimo lo script finale : .."di quel borghese che impugna la menzogna come verita', sapendo che spetta a te scoprire se e' una menzogna o no !!!!!!!
Intanto pero' la realta va' avanti e si accastella inesorabilmente condizionando gli eventi futuri in base alle menzogne correnti.
Il piu' furbo la vince, praticamente il piu' forte.

La societa' borghese e' ancora piu' malata e pericolosa, perche oggi la borghesia e' il popolo.

Sappiamo che il popolo non puo' essere borghese, ed e' questo l'inganno che io cerco di rivelare .

Ci siamo persi nel nulla dell'immagine !!!!!!!!

Chi conta e perche conta ???!!!!!

Una volta esistette un tizio che scrisse piu' o meno una cosa del genere....

"essere o non essere "

Poi venne il furbetto e disse :

"essere o avere"

Poi arrivo' la societa dell'immagine e disse :

"essere o sembrare di essere"

Ecco, per intenderci sono anni ormai che abbiamo accettato tutti di sembrare e forse ce ne siamo dimenticati, perche infatti oggi ci si domanda come mai non contiamo piu' un tubo....

Come si fa' a contare qualcosa quando ci si e' adentarati ormai con tutte le scarpe
nel "sembrare qualcosa" "somigliare a qualcosa " ??????

Bene..., male!!, quando c'era il dubbio tra' essere ed avere, ma sicuramente follia oggi il sembrare !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ci siamo accontenetati di sembrare, questa e' la liberta' ormai raggiunta anche dal coatto, dal marangone.

La Borghesia come detto da me sopra in questo caso aborrisce ciocche piace al coatto, quindi la borghesia diventa cattiva e vuole la polizia, vorrebbe vietare a tutti di fare quello che la borghesia ha fatto dalla sua nascita, se si puo' parafrasare il concetto .

La borghesia si e' liberata dell'occhio di Dio, ma e'divenmtata cieca !!!

Come sempre..

( bozza pubblica)

Saluti


noname

domenica, novembre 05, 2006

Nulla di importante....


Oggi distrattamente guardavo la tv, ad un tratto sono stato attratto da alcune immagini che riguardavano "aerei militari " .
In realta si trattava di un vero e proprio sevizio sugli aerei militari .
Non sono qui' come ovvio per farvi partecipi della grandezza di queste macchine "da Guerra", bensi mi voglio soffermare su' di un'aspetto che mi ha molto colpito .

L'aspetto in questione e' il "volo verticale", nome improprio suppongo per definire gli aerei che non hanno bisogno di Aereoporti .

Non sono un'esperto ed in alcune cose suppongo di rientrare nella media, sicche non immaginavo quale livello queste macchine avessero ragiunto !!!!!!!!!!!.

Come ben avrete appreso in questo blog si affrontano tematiche vere, ma da un punto di vista, quasi una visione dal sottoscritto .

Non so' cosa io voglia mostrare, ma ho la certezza che tutto mi serva per spiegare qalcosa .

Ora si prenda questa frase estrapolata da un web cercato da me dopo aver visto il servizio :
..."Beh, facile a dirsi, ma spettacolare a vedersi: ******** lo abbiamo visto arrivare velocissimo, fare un po' di evoluzioni "da jet" (girare di 360º attorno al suo asse, fare l'otto cubano, etc), poi atterrare in pochissimo spazio, e... rialzarsi verticalmente! Una volta alzatosi, fermo in hovering a una trentina di metri dal suolo, si è girato a destra restando rivolto verso di noi, ed ha cominciato a spostarsi lateralmente a destra e a sinistra!".......

_____________

Ditemi voi se non sembra una descrizione di un'oggetto non identificato di una trentina, 40ina di anni fa' e piu' !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Semplicemente aggiungendo il fatto che ancora oggi il segreto militare e' strategico, ma negl'anni passati lo era ancora di piu' !!!!!

Vi sembrera' quanto da me analizzato, molto banale, ma sembrerebbe ancor piu' banale ed evidente la constatazione che alcuni oggetti non identificati rientrano nella sfera delle armi segrete, cosi come lo e' stato l'aereo a volo verticale prima della sua messa in campo militarmente.

Per rispetto questo e' l'indirizzo da dove ho tratto la frase :


http://www.alfonsomartone.itb.it/tuyayp.html

domenica, ottobre 29, 2006

A Lupo a lupo......



La storiella e' famosa, ma per l'appunto come da mio tarlo ripeto all'infinire che l'uomo non apprende, non cresce.
_____________________________________

Ciao a tutti, come va' ??

Io sono indaffarato con tutto e con nulla. :)

Tempo fa' tutti gridavano al fascismo, ad essere sincero per l'appunto a me e' venuta in mente la storiella de "a Lupo a Lupo..."

Cioe' a forza di gridare al fascismo, il vero Fascismo ha trovato la strada aperta .

( correndo come mio solito, arrivo subito a dire che sarebbe meglio che il Governo delle Sinistre cadesse ora, che invece dare altri anni di sommerso al vero Fascismo presente oggi)

Io sono un visionario, ma non mi invento nulla, traspongo solo le cose dal mio punto di vista.

Sicche, Berlusconi e la sua destra, nulla avevano a che fare in origine con il Fascismo tradizionale, caso mai con quel fascismo capitalista, definito tale in base all'accettazione delle gerarchie nei rapporti al suo interno.

Nello stesso tempo infatti Fini si dimenava per far capire alle persone che la sua destra era lontana da quella che poi si coinfiguro' col fascismo della meta' degli anni 30'.

Mentre la destra cercava di liberarsi di questo fardello, la sinistra spingeva nel configurare una rinascita del fascismo.

Ovviamente i miei riferimenti non sono i gruppi estremi, ma lo Stato nel suo insieme.

Quindi, in realta nessuno sa' cosa vuol dire impiantare un Fascismo, perche tutti conoscono il fascismo gia' nato.

Mussolini, il Fascio Littorio, le squadracce, etc etc etc, sono il folclore di un'evento .

Ecco perche nel recente passato, il grido al fascio rinato, e' finito nel nulla, perche in giro non si sono visti ne' fasci littorio e neanche quei folclorismi
classici del fascismo.

Voglio dire, quel potere che conta( non i gruppi di forza nuova et simili) ci ha ben tenuto nel tenersi alla lontana da quegli stereotipi classici del vecchio fascismo, arrivando Fini per l'appunto nel genellarsi con gli Ebrei e di cio' tirar giu' belle parole e condanne per il passato.

Ecco perche il nostro gridare al fascismo rinato ha suonato come "a Lupo a Lupo "

perche quel fascismo folcloristico il potere vero sta ben accorto nel mostrarlo,
e se non ci sono segni evidenti del fascismo, il fascismo e' come se non ci fosse, perche del fascismo si conosce solo la vita, non come e' nato .

Il nuovo impero Fascista sta nascendo.

Per fascismo si intenda quella politica culturale che forgiava i bambini al suo credo, sapendo che da adulti per l'80%, si e' quello che si e' appreso nei primi anni di vita fino all'adolescenza .

Per fascismo si intenda il rispetto del Padre, dello Stato e della chiesa, al di sopra di ogni altra cosa.

Per fascismo si intenda, ordine, disciplina ed umilta' .


Il nuovo impero fascista e' gia' nato, in quanto le cose da me dette sopra, sono le cose in vigore oggi nella societa'.

A Lupo a Lupo........

Mettiamo la svastica sulla bandiera Americana, aspettiamoci di vedere la svastica prima di renderci conto in quale regime siamo......

Questo e' stato lo sbaglio, ed e' lo sbaglio piu' grande che si persevera .

Il nuovo fascismo nasce dal momento che i bambini vengono messi sotto controllo.

( bozza pubblica)


noname

giovedì, ottobre 19, 2006

Autismo forse troppa tv ??!!!



Autismo forse da troppa tv
'Epidemia' in America, allarme dei medici
(ANSA) - WASHINGTON, 18 OTT - L'epidemia di autismo che colpisce i bambini d'America potrebbe dipendere -almeno parzialmente- da un uso eccessivo della tv. Il rischio riguarda i piu' piccoli, sotto i 3 anni di eta'.La ricerca, condotta dalla Cornell University,ha studiato i casi di autismo e la parallela diffusione della Tv via cavo con programmi a getto continuo.A confermare la tesi anche i maggiori casi di autismo in quelli stati dove le condizioni meteo costringono i bimbi a stare a casa davanti alla tv.

http://www.ansa.it/main/notizie/awnplus/cultura/news/2006-10-18_1189173.html

__________________________________________________________

Non ho parole, anche se le devo trovare visto che sto scrivendo.!!!!

Al di sotto dei tre anni !!!!!!!!??????????

Ora, come sempre io sono un po' ingnorantello, mi piace pero' cimentarmi.

Il termine Autismo e' un po' come il termine paranoia, c' e' tanta di quella ignoranza che diventa paranoia accorgersi anche se qualcuno ti sta fregando !!!!!!!!!!!!!!!!!

Cosi l'autismo, materia alquanto sconosciuta, si presta bene per essere l'omo nero di turno, atto ad impaurire il povero stolto .

Ci sono delle patologie evidenti, io ritengo valide alcune affermazioni solo quando sia evidente uno stato proprio del soggetto che lo disabiliti dall'essere autonomo .

Quindi uno stato autistico per me e' proprio, solo quando il soggetto dimostra palesemente di non essere in grado di partecipare alla vita "sociale" cosi conosciuta .

Ad esempio la mia compagna ha una sorella autistica, autistica nel senso proprio e cioe' non indipendente, se non allo stato animale.

Dunque mi domando di quale autismo si parli nell'articolo da me copiato sopra !!!!.

Ci sono degl'aspetti dell'autismo che se estrapolati dal soggetto malato e portati su' di un piano realistico, diventano di un'interesse estremo per la comprensione dell'essere umano nella sua originalita'.

Per esempio si puo' supporre che bambini di tre anni viziati gia' dalla tv, siano meno plagiabili o meno plasmabili, questo del resto comporterebbe un comportamento dei bambini non consono alla loro eta', ottenedo cosi da parte di chi indaga una chiusura ai suddetti test che si suppone vengano usati per testare bambini di tre anni secondo i manuali di qualche decennio fa'.
"chiusura" termine che secondo me legittima la definizione per la quale i bambini sarebbero piu' autistici.

In questo caso si vede come il termine autismo sia improprio, una persona sicura di se, nel bene o nel male e' leggermente autistica, se per autismo si intende capire solo quello che si vuole capire fino all'estreme conseguenze .

Purtroppo questo e' un tema poco trattato per ignoranza e non parlo dell'autismo ma parlo del fatto che si siano scritte delle regole per cui i bambini gia' all'eta' di tre anni vi debbano corrispondere .

L'omologazione, la situazione attuale, non e' che l'inizio se non si contrasta questa visione naziparanoica dell'esistenza dell'essere umano moderno .

In Olanda, giusto perche e' un'esperienza personale, quindi vissuta, sperimentata, i bambini all'eta' di tre anni vengono gia' sottoposti ad esame psicoattidutinale, e con cio' vengono divisi "bambini buoni da bambini pseudo ritardati".

La razza eletta.



noname

sabato, ottobre 14, 2006

Sempre sulla famosa dichiarazione del Papa



ROMA - Con un'iniziativa senza precedenti, 38 fra capi spirituali e teologi islamici, sia sunniti che sciiti, hanno teso una mano al Papa, pubblicando sulla rivista 'Islamica', in lingua inglese, una lettera aperta a Benedetto XVI, nella quale si prende atto e si accettano le scuse formali del pontefice dopo le parole pronunciate a Ratisbona sull'Islam il 12 settembre scorso che hanno suscitato un'ondata di sdegno nel mondo musulmano.La lettera contiene la firma di figure islamiche eminenti, quali i Gran Mufti' di Russia, Bosnia, Croazia, Kosovo, Istanbul, Uzbekistan e Oman e, per gli sciiti, dell'Ayatollah iracheno Mohammad al-Taskhiri, oltre che del consigliere religioso dei Re Abdallah II di Giordania e di alcuni teologi della George Washington University (Usa) e di Cambridge (Gran Bretagna).Il lungo testo della lettera, disponibile in inglese sul sito online di 'Islamica', analizza il discorso di Ratisbona, ne commenta alcuni "errori", come sulle conversioni forzate all'Islam, sul rapporto fra fede e ragione, sulla trascendenza di Dio, o sui concetti di 'Jihad' (Guerra santa); e mette in rilievo aspetti considerati "positivi" della dottrina di Papa Ratzinger, come "gli sforzi per opporsi al predominio di positivismo e materialismo nella vita dell'Uomo".Nel testo si rileva come Cristianesimo e Islam assommino ad oltre la meta' dell'umanita' e, in un mondo sempre piu' globalizzato e interconnesso, dividano la responsabilita' per la pace e debbano percio' spostare il confronto dalle strade e le piazze ad un "dialogo sincero di cuori e menti" per accrescere la comprensione ed il rispetto reciproci . Infine, nell'ultimo paragrafo, i 38 firmatari dichiarano che "i musulmani apprezzano inoltre le Sue parole di costernazione senza precedenti e le Sue chiarificazioni e assicurazioni (fatte il 17 settembre) che la citazione (controversa sull'Islam, ndr) non riflette la Sua opinione personale", oltre alla successiva chiarificazione del Segretario di Stato vaticano, card. Tarcisio Bertone. Infine, si legge nel testo "i musulmani hanno apprezzato che il 25 settembre , di fronte ad un'assemblea di ambasciatori di Paesi islamici, Lei abbia espresso 'totale e profondo rispetto per tutti i musulmani'".(ANSA)
_________________________________

Ed ecco come da me individuato precedentemente che accade un fatto nuovo.
Chi sono questi famosi signori che hanno scritto questa lettera ?????
Ecco che la mia visione si e' rivelata corretta.

Questo non e' un blog dedicato al Papa, sicche' si deve cercare a ritroso i vari articoli sul Papa, nello specifico dal giorno della sua famosa frase "fraintesa" dice il vaticano.

Io ho subito visto l'idea dietro quela frase di creare un "giro" nuovo, giro nuovo che fa' capo al Vaticano o meglio dire Occidente .
Nuovi esponenti pubblici per la veicolazione di un volere.

Loro infatti parlano ora a nome dei mussulmani, quali ??????

Come dire che e' un conto se gli Italiani vengono rappresentati da Fini ed e' un conto se vengono rappresentati da Bertinotti .

Diciamo che ora risulta evidente che il Vaticano con quella frase intendeva crearsi un giro tutto suo, cercando nuovi adepti tra' gli islamici moderati .

Per ora 38, come la P 38.

noname

mercoledì, ottobre 11, 2006

Ny: velivolo contro un edificio


Ignoranza ??

Con ignoranza intendo il senso primario, cioe' non sapere.

Quindi io sono ignorante perche non so' , pero' mi domando :

Perche nell'America dei Grattacieli non esiste un sistema aereo antincendio ??????????

Perche non esistono degl'aerei, elicotteri, con cannoncini sputa acqua o soluzioni chimiche antincendio ????

Un' elicottero e' abilitato nel portare un gran bel cassone di acqua sotto di se, basterebbe una pompa che pesca nel cassone ed un cannoncino che sputa l'acqua direttamente dall'elicottero, per esempio pratico e semplicistico, ovvio, non sono un'esperto in materia, ma l'idea la ritengo buona .
________________________________

Poi un' altra cosa....
Ma ogni volta che in paesi mussulmani etc etc etc, avviene un' incidente, la loro tv mostra cosi , in diretta tutte le fasi ????
Mi riferisco cosi, alla mania quasi morbosa che alcune tv occidentali dedicano a fatti come questi.

Saluti a tutti

(bozza pubblica)



noname



martedì, ottobre 03, 2006

Ancora sulla Guerra....


Si lo so' parlare della guerra e' come offendere la morte stessa,
cosi come e' vero che della guerra se ne potrebbe dire di tutto e di piu', pero' ritorno al topic precedente.

Il dominio, la sopraffazione, l'aumento numerico di individui interni ad una tribu', con cio' bisogno di spazio, con cio 'cacciare, uccidere chi vieta questa espanzione, ostacola questa espanzione , sono solo alcuni dei motivi del perche della guerra e delle sue origini.
Pero' andare troppo alle origini spesso comporta uscire fuori dalla realta tangente, realta tangente che attualmente e' quella capitalista.

La guerra io non voglio dire che sia nata per far soldi, pero' sicuramente lo stato mentale occidentale
ne ha fatto una macchina che produce e ricicla soldi, denaro .
A tal punto secondo me che l'occidente stesso e' costretto nel far guerra a qualcuno, quando deve creare denaro .

Io ho venduto fumo, non come ora cioe' scrivendo :), bensi veramente fumo !!!

Mi sono fermato di vendere fumo, perche mi resi conto che seguendo quel ritmo avrei impiantato la mia vita sullo spaccio di fumo .
Non perche lo avrei deciso, semplicemente perche ciocche' ti da' da vivere ,diventa per forza la tua sopravvivenza qualunque essa sia, cosi come la prostituzione o anche l'omicidio.

Solito esempio deviante che pero 'evidenzia come in effetti la fonte primaria di guadagno
causi la direzione di vita o di scelte di vita o di compagnie da seguire, etc etc etc

Cosi come la guerra e' la fonte di sussistenza di un fronte economico mondiale .

Perche e' dalla guerra che nasce tutto.

Il sistema occidentale stesso e' nato sulle ceneri di una guerra, ed il sistema occidentale stesso muove guerra
in ogni dove, solo perche ha bisogno di denaro .

Un po' bizzarramente come avviene nelle citta',
ogni tot anni bisogna disfare tutto con la scusa che e'' vecchio, ma in realta e' che un sistema e' stato basato sulla distruzione, e senza distruggere morirebbe o meglio morirebbero alcune gerarchie, se invece di spendere soldi per abellire le citta' e questo vuol dire che ogni tot anni la citta' va' fuori moda !!!!!!!!!
Gli stessi soldi si spendessero per eliminare classi disagiate, poi saremmo troppo tutti uguali forse, per esempio ???!!!!!!!

Quindi la guerra si, serve per far soldi, ma anche per mantenere in atto un controllo sulle masse.

Ecco le basi della societa' o civilta', si puo' trovare il bene in esse ????

noname


lunedì, ottobre 02, 2006

Il divorzio


Il divorzio....

Si potrebbe parlare anche di aborto, ma nel caso specifico ci si inoltrerebbe in altre tematiche devianti il tema che voglio trattare .

Quale fu' il motivo, il pensiero emancipato che scateno' l'esigenza del divorzio ???

Il divorzio ed altre liberta' individuali nascevano da dati di fatto acquisiti incontrovertibili, con il tempo pero' come per tutte le cose i principi vennero\vengono quasi dimenticati .

Io provo nel far ricordare questi principi .

L'essere umano capi' un giorno che la vita e' un working progress dove alcuni punti fissi creano repressione e mancato sviluppo\crescita, sicche il matrimonio divento' spesso, motivo di rimpianti, di occasioni perdute, insomma una vita di rimpianti.
( non per dire, ma finche il precariato e' stato un modo di essere e' stata una cosa,
quando il precariato e' diventato un'affare di Stato, il precariato ha iniziato a diventare un punto fisso pesante...)

Comunque, il divorzio fu' ed e' la soluzione pratica riguardo al matrimonio per il rispetto di se stesso in base al fallimento ed in base all'importanza che ha l'igene mentale del singolo individuo.

Quindi di seguito un progetto sano, una progettualita' sana e' quella basata sul riconoscere in se stesso determinati limiti ed in cui i limiti stessi devono essere costantemente rimossi.
Se cio' non avviene il soggetto, la soggettualita' si ammala, creando surrogati patogeni, tendenti alla paranoia, sotto stress nervoso, non in pace con se stessi, pre-rammarico, un male sottile, quasi depressione .
Il male del secolo...
Oggi purtroppo se c'e' una corrente cultural\politica forte che si permette di rimettere in discussione questi valori acquisiti e' proprio perche si e' perso il valore originale di alcune conquiste .
__________________________________________________________

In realta questo e' un prologo atto ad introdurre il tema Guerra.

La guerra e' la madre dell'attuale sistema economico mondiale, un punto fisso, un matrimonio.

Un matrimonio tra' l'ingordigia e la forza.

Alcune coppie vanno separate prima che si procurino definitivamente del male,
perche esse stesse non sono in grado di separarsi.

Malgrado oggi la civilta' mondiale abbia conquistato gradi di intelletto superiori
comunque e' costretta nel ricadere nella guerra, perche e' il chiodo fisso da cui e' partita.

La guerra che genera morte e DISTRUZIONE e' la chiave di volta di tutti i sistemi economici, la guerra chirurgica grande parto delle menti illuminate infatti, voleva far credere alle masse che la guerra ormai fosse senza vittime,

"chirurgica!!!!".

Infatti cosi come io ho messo in minuscolo morti ed in maiuscolo distruzione, cosi comunque la guerra proprio per la sussistenza del sistema economico modiale attuale
deve continuare ad esistere.

La guerra infatti la si aborrisce per la sua crudelta', la morte.

Riuscira' mai l'essere umano nel praticare questo divorzio ???!!!!!!!!!!

Riuscira' l'essere umano ad inventarsi un sistema economico basato sulla pace !!!???????

(bozza pubblica)



noname

sabato, settembre 30, 2006

Riparte l'esperienza forum !!!!!!!!!!!!!!!




Riparte l'esperienza forum !!!!

(A)lchemy forum !!!

Everyone is welcome !!!!!!!!!!!!

http://www.network54.com/Index/71645

venerdì, settembre 29, 2006

Preso da un topic di Indyforum




Ho letto su' Indymedia forum un topic, benche lo sviluppo del topic non mi interessasse, il titolo del topic mi ha suggerito questa osservazione che di seguente elenchero'.

Questo e' l'url attuale del topic su' Indymedia forum :

http://italy.indymedia.org/smf/index.php?topic=72846.0

Invece appunto come detto, a me genera tutta una differente valutazione del tema .
Perche ??.. nei forums si e' perso quel working progress che comportava il fatto di non ripetersi sempre con le stesse dinamiche??????

In altre parole, perche anche nei forums abbiamo instaurato quella regola che vede ogni cosa comunque scollegata dalla propria realta individuale ??? facendo si che ogni cosa che esiste al di fuori della nostra sfera privata sia compito da svolgere da qualche altro individuo ??

Mi sono spiegato ???

Io posso pensare, ma posso anche dire; quanto la societa' sia brutta e tra' di noi magari progettare anche come cambiarla, ma al dunque ci rendiamo conto che e' la nostra vita individuale, quella fatta dai secondi che dovrebbe calzare in toto la progettualita' da noi presunta.

Va' di moda mostrare, far pressupporre che "noi siamo arrivati" allo limite .

Ecco in realta il fatto sta proprio lí "mostrare ".
Mostrare non vuol dire essere, ma apparire.

Sembrare come......

Quindi oltre a questo piccolo scherzo, si valuti per l'appunto quanto anche il piu' militante di noi vive comunque in primis quella conflittualita' stridente tra' la militanza ed i suoi principi e ciocche' viviamo come nostra vita privata intesa anche come regole obbligate della sopravvivenza .

Quello che il topic dice per me e' valido anche nella realta, perche anche nella realta in effetti tutti sappiamo che e' vincente alla lunga cio' che produce la sopravvivenza .

Perche la realta di tutti e' la sopravvivenza e non quello che si pensa con l'intelletto .

Quindi i forums per me sono lo specchio della realta ed io non vi trovo nulla di diverso tra il di fuori ed il di dentro .

Prendere posizioni determinate con se stessi produce dei maremoti, il punto e' che nessuno vuole vivere il maremoto, quindi alla fine tutti scelgono quelle basi che danno la tranquillita' ma che legano ad essa, ed in cui tutte le parole sfumano nel nulla se esse provano ad agitare la tranquillita' o rinchiuse in galera o nel limbo delle patologie psicologiche.

Visto che non si puo' parlare seriamente, ecco che cosi come nei forums cosi come nella vita non ci resta che ridere come degli stolti .

( bozza pubblica)



noname

domenica, settembre 24, 2006

Breve conferma all'articolo proposto da me, sul Papa.





PAPA: FINORA 17 AMBASCIATORI, MANCANO SIRIA, QATAR E SUDAN

CITTA' DEL VATICANO - Al momento sono diciassette gli ambasciatori che hanno accolto l'invito di papa Ratzinger. La stragrande maggioranza dei capi missione dei paesi a maggioranza musulmana che domani mattina si troveranno nella Sala degli Svizzeri, a Castel Gandolfo, per un incontro teso al dialogo, risiedono nella capitale anche se nel nutrito gruppo non mancano diplomatici che pur di non mancare all'evento affrontano una trasferta aerea da Parigi (l'ambasciatore del Kuwait, Ahamad Abdulkareem al Ibrahim e l'ambasciatrice giordana, Dina Kawar) da Berlino (l'ambasciatore yemenita, Yahya ali Mohamed Al Abiad) e da Ginevra (l'Azerbaigian che sara presente con il primo consigliere dambasciata).

Ad oggi, all'appello, secondo quanto si apprende da fonti accreditate, mancano i diplomatici di Siria, Qatar e Sudan tutti di stanza tra Parigi e Losanna e forse proprio per questo impossibilitati a presenziare allo scambio inter-religioso organizzato dal nuovo segretario di Stato, Tarcisio Bertone in collaborazione con il Pontificio consiglio per il dialogo inter-religioso solo in pochi giorni. E' possibile che per alcuni di loro sia risultato troppo ristretto il margine di tempo di preavviso. I governi del Kuwait, Giordania, Indonesia, Turchia, Bosnia, Costa d'Avorio, Senegal, Iraq, Libia, Iran, Azerbaigian, Marocco, Albania, Lega degli Stati Arabi, Indonesia, Egitto, Yemen saranno rappresentati dai rispetivi capi missione. La lista e stata stilata con cura mentre il cerimoniale del Vaticano sta faticando sette camicie per mettere a punto gli ultimi ritocchi della cerimonia, preoccupandosi di assegnare ad ogni illustre ospite la giusta collocazione.

Ogni particolare non sarà lasciato al caso. Gli ambasciatori siederanno tutti alla sinistra di papa Ratzinger. Rispetto agli altri capi missione solo i diplomatici di Libia, Iran, Azerbaigian e Lega degli Stati Arabi saranno collocati piu distanti ma questo perché non sono ambasciatori plenipotenziari ma incaricati d'affari. Alla destra di Ratzinger, invece, saranno seduti in ordine alfabetico - i membri della Consulta islamica italiana invitati dal Pontificio consiglio per il dialogo inter-religioso. Apre la lista Ejaz Ahmad, giornalista di origine pachistana, Khalil Altoubat, Rachid Amadia (imam a Salerno), Khalid Chaouaki, Mohamed Nour Dachan (presidente dellUCOII), Zeiban Dolal, Gulshan Jivraj Antivalle (presidentessa della comunita ismailita in Italia), Mansur Tantush, Yaya Pallavicini, Mohamed Saady, Suad Sbai (presidente donne marocchine in Italia), Mario Scialoja, Roland Seiko, Tounis Tawfik, Mahamadou Thiam assieme ad Abdellah Reduane (segretario del centro islamico culturale dItalia) e a Salah al Sharekh (direttore dellUfficio Lega Musulmana Mondiale). Spetterà al cardinale Paul Poupard fare un discorso di apertura e poi si ascolteranno le parole di Benedetto XVI. La prima volta che il pontefice ha affrontato il tema del dialogo con l'Islam e stato l'anno scorso a Colonia durante la Giornata mondiale della gioventù. In quell'occasione aveva rilevato la necessità di individuare valori comuni per cementare il mutuo rispetto e la comprensione reciproca. Il dialogo tra le fedi e tra culture, aveva affermato, non deve essere una scelta stagionale e passeggera ma una "realtà, una necessità vitale da cui molto dipende il nostro avvenire".

_________________________________________________

Come sempre la mia approssimatezza quasi mi delegittima, ma in realta ad una attenta lettura ci si accorge che quanto da me presupposto sta accadendo .

Quindi la "mossa" del discorso del Papa riguardante la provocazione non era un fraintendimento ma bensi quanto detto da me nell'altro articolo.

Non mi sembra il caso di aggiungere altro.


noname

venerdì, settembre 22, 2006

just not an important think..

Just not an important think.....

I'm so busy......

Pero',
giusto distrattamente mi capitava di guardare la tv, per la precisione guardavo
la BBC, mentre appunto ero impegnato in altre cose, ad un tratto alcune immagini alla televisione
mi hanno attratto l'attenzione.....

Riportandomi direttamente ad un film Western, cioe' il classico film in un'America dominata dalla pistola e dalla conquista, tramite la violenza .
In realta si trattava di immagini tratte da luoghi della terra dove l'Occidente ha esportato la Democrazia


noname

sabato, settembre 16, 2006

Ma cosa combinera'mai il nostro Papa..???!!!





Ma cosa combinera' mai il nostro Papa !!!???
Occhee' :) Il Papa si sbaglia ?????!!
Cioe' tutto uno staff di curatori si sbaglia ???!!!
e che curatori sono se non si accorgono del doppio senso che una frase puo' avere ????!!!

Mah, vediamo se ci possono essere altri motivi ???!!
Per esempio io ci vedo la definitiva abbordata all'islam da parte del cattolicasimo, e come direte voi ?????!!!

Per esempio usando lo stesso metro o lo stesso passo del capitalismo .

Io dico : voi siete tutti brutti, un tipo di persona\personalita' alla mia affermazione avra' la reazione quasi violenta, altre persone soprassederanno, primo perche non si sentono brutte nel profondo, secondo perche magari sono pazienti .
In ogni caso diciamo i pazienti, sono concordi pero' nel condannare comunque esternazioni violente.
Quindi l'affermazione del Papa mira chiaramente a dividere e far da discordia, all'interno dell'islam moderato e l'islam radicale .
L'anello che il Papa sta costruendo poggia sull'affermazione nonche riacquisizione dei poteri delle religioni nel tema sociale ed in esso il Papa ha rilanciato un livello di dialogo tutto da costruire, in cui cosa importante bisogna trovare i referenti nell'islam moderato.

Forse non e' il momento di scrivere, ma cosi dicendo non sarebbe mai il momento , quindi mi scuso per l'eventuale depressione che appare .

Certo che le mie parole sono cosi semplici che si fa' fatica a capirle, faccio presente che quello che ho cercato di dire e' anche per esempio quello che e' accaduto in Iraq o meglio ancora in Afganistan.

In ogni caso c' e' un' impasse sociale, un collante che vede unite tutte le fazioni burocratico borghesi a difesa del fatto che la giustizia non puo' stare nelle minoranze violente radicali.

Quindi la mira del Papa ha fatto centro, nel senso che si sono subito delineate le risposte forti e le risposte invitanti al dialogo, cioe' al tessere insieme qualcosa .

Il Papa cosi facendo ristabilisce l'importanza delle religioni, sia in occidente che in altri paesi di religione diversa.

Per intenderci, l'islam deve abbandonare la violenza e sottostare al volere dell'Occidente cattolico\cristiano, quindi il Papa incrementa un'azione atta alla depurazione in loco, ristabilendo dei poteri forti ad alcune cariche religiose dell'islam.
Cosi come del resto il cattocristianesimo, gia' si e' liberato di figure pseudo rivoluzionarie, ma che hanno fatto il loro gioco al momento giusto, cosi come la chiesa dopo gli ultimi eventi ha cercato di reprimere il volontariato fatto a spronbattuto,
cosi come mi sembra evidente che il cattocristianesimo ci sguazzi bene dentro i radicalismi religiosi .

Anche il Papa ha dichiarato guerra!!!!!!!
e magari per lui e' gia' finita e chiede scusa anche
come tutti gli altri che hanno dichiarato guerra negl' ultimi anni, no ????!!!!!.

(bozza pubblica 19.33 del 16 settembre)

noname

giovedì, settembre 14, 2006

Considerazione


Inizio con il citare un caro amico virtuale,
il caro EFFE, chissa se egli mai passera' di qui'....

Cito Effe, perche bene o male qualcosa mi ha detto,
nello specifico il riferimento al fatto che ogn'uno crede
di avere la verita' in tasca, dimenticandosi che e'la propria esperienza
che determina la definizione di verita'.

Quindi un'abuso della soggettivita' lede la vera verita'.

Io andando a soffermarmi sull'eccezione, porto come esempio l'ipotesi che un'individuo abbia maturato delle esperienze e le abbia assimilate con cura, in maniera tale da risultare una persona con i piedi per terra e la testa tra le nuvole .

Mi domando, si puo' per una linea di massima abortire ciocche' quella persona sarebbe in grado di dire, solo perche e' frutto della sua esperienza ??????

La risposta a tutto cio', e' domandarsi se veramente si e' propensi ad ascoltare per cambiare o se ci si cimenta solo per convalidare le proprie sicurezze .

Altresi, si dovrebbe essere in grado di riconoscere chi puo' e chi invece
quando parla riflette solo un potere egocentrico di cui lui ne e' il centro .

Mah.....

Le mie esperienze.

Povere, ma sincere ed approfondite .

Io non ho avuto mai un buon rapporto con i soldi, tanto meno con le gerarchie
che strutturano il business e tanto meno le strategie atte al guadagno .

Pero' ho vissuto come tutti in questa terra,
ad essere sinceri infatti ho avuto anch'io un'esperienza con il business.

Questa esperienza e' stata
vissuta da me con la vendita di droghe leggere come fumo e erba .

Preciso che l'esperienza e' datata 1982, allo stato attuale sono un comune consumatore di erba, consumatore di coffeshops, vivendo ad Amsterdam e'il minimo .

Come mai mi chiedo, il venditore di allora si comportava verso i nuovi ipotetici clienti, non per nulla diversamente da come l'Occidente oggi parla, quando si riferisce a terre ancora da porre sotto l'egemonia Occidentale ???!!!!!

Ora, ritornando ad Effe,
si, Effe e' vero che il mio esempio\rapporto fa' ridere, e' vero che il mio esempio sembra ingenuo, ma e' pur vero che e' cosi che l'Occidente si comporta,
come lo spacciatore, se sei buono e compri, bene, altrimenti giu' provocazioni, minaccie velate, non ultima l'eleminazione fisica se provi ad opporti .

Voglio dire, sara' pur vero che il mio livello lo vive gia' come un'emergenza,
mi domando pero' se c'e' ancora la possibilita' che qualcuno resti lucido, non drogato e che sia in grado di difendersi .

Io vedo in voi dei drogati e come dei drogati cercate giustificazioni, affinche il vostro stato non venga alla luce .

Non e' la droga che assuefa', ma una condizione in cui si viene a ritrovare la mente fisica e psicologica, si adatta !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Adattarsi al sistema e' il miglior modo per vivere ed in quel caso, piu' droga si prende, piu' si sta bene !!!!!!!!!!.

Ovviamente Effe e' solo un simpatico gioco e non e' di lui che parlo quando dico
"voi".


noname

martedì, settembre 05, 2006

New American Century




Si, come al solito le mie fantasie trovano sempre dei riscontri prima o poi.
Non sapevo che esisteva gia' in formato documenti piu' o meno segreti,un foglio
sulla quale era scritto ed e' scritto datato prima del 2001, che l'America aveva bisogno di una nuova Pearl Harbor mediatica.
Cioe' le Tori Gemelle cadute nel 11 settembre 2001.

Il foglio appunto e' intitolato "New American Century".



noname

martedì, agosto 29, 2006

Il crollo delle Torri Gemelle




Si fa' un gran parlare da una parte e dall'altra,
su' molti forums di discussione poi sembra un gioco,
un gioco al piu' furbo o meglio ancora, una sfida di fantasie
rese realta da concatenazioni di parole che lí si, dimostrano la furbizia dell'essere umano .

Cosa voglio dire, che non so',
come sempre c'e' qualcosa che non mi torna .

Il crollo delle torri gemelle non e' l'argomento da affrontare se si vuole trovare la ragione del "ragiro mediatico".

Tutto il mondo e' paese, oggi poi con la globalizzazione ci siamo resi conto che all'interno di un default sociale cosi conosciuto, leggasi civilta' Occidentale,
tutti siamo uguali e ben che ci sforziamo di apparire diversi, in realta, in pratica siamo semplici e scontati.

Io ti vendo X cosa garantendoti la sicurezza per un'accidente improvviso superiore alle mille tonnellate, io che ti vendo le cose sono certificato per cio' ed ovviamente tu, non puoi testare ciocche' hai comprato per ovvie ragioni .

Io ti ho fatto le Torri Gemelle e ti ho garantito che non sarebbero cadute neanche sotto l'impatto di un'aereo.

Questa e' la realta da cui partire, trovare le vere carte, i veri progetti di costruzione in essere non quelli rappresentativi.( traccia su' cui seriamente lavorare)

Veniamo a noi, sempre io in combutta con altri decidiamo che il pianeta terra ed in particolare l'essere umano che vive in esso, ha bisogno di un' catalizzatore che lo aiuti ad apprezzare il nuovo millennio con una sorta di autoresponsabilizzazione indotta da uno psicodramma.

L'essere umano in un certo senso e' sotto shock nei confronti del progresso, con cio' bisogna svegliarlo ed INDIRIZZARLO .

Progetto.

Si sa'..dove siamo, e non e' da nascondere il fatto che gli interessi e le spese, nonche i guadagni, siano la zavorra che decide se scendere o salire .

Quindi si e' vero, nei riguardi delle Torri Gemelle c' erano e ci sono vari progetti, e non ultimo l'esigenza di andare incontro al tempo causa vecchiaia delle Torri Gemelle .

Quindi si prendette la decisione di mettere in atto lo show perverso, appunto
prendendo come scenografia le Torri Gemelle.

Il progeto consisteva nel far piombare gli aerei vuoti, cosi come e' avvenuto,
addosso alle Torri Gemelle.

Avevamo la garanzia che le Torri "NON SAREBBERO CROLLATE", cosi come da garanzia dei costruttori .

Poi, dopo l'attentato si sarebbe dovuti intervenire nel "riparare le Torri"
che ovviamente sarebbe finita con appunto l'abbattimento controllato, perche sarebbe stato piu' semplice che riparare un grattacielo accidentato da un Boing ??!!!

Invece i primi che sono rimasti bleffati del gioco sono stati proprio i fautori, perche le Torri non erano anti aereo, o per lo meno non lo erano piu' data l'eta' e magari il sovrappeso delle varie attivita' presenti all'interno.

_________________

Invece come per tutte le cose purtroppo, anche il piu' critico del movimento antagonista abbocca come un pesce all'amo e discute e perde la ragione sull'abbattimento controllato .

Non ho ragione ???

Sono ste fatte cadere con l'esplosivo ???

E' uguale non e' quello l'importante, l'importante e' capire che siamo sotto l'influsso di uno psicodramma e che piu' di qualcuno c'e' cascato, praticamente mezza Italia, parlando dell'Italia .

Si partecipa, si e' vittima inconsapevole dello psicodramma anche se ci si perde in queste chiacchiere da tifoso, dove la ragione non trova neanche il bisogno di essere trovata, perche il divertimento e' solo la diatriba .


noname

Where I'm...Where I'm going







Go to work and back or much more of it ...???



Minimaltribe autoproductions and Il Cielo collaboration


MinimalTribe

sabato, agosto 26, 2006

L' importante non e' l' idea..ma qualcuno che la sappia capire





Un giorno il cittadino si sveglio'
Da prima i pochi avevano il dominio
poi pian piano tutti i cittadini si svegliarono.

E fu' cosi che il cittadino prese a parlare.

Per un momento il potere barcollo'
sotto la spinta della presa coscienza del cittadino.

Ma ad un tratto si verifico' un' evento , un processo delle cose inaspettato .

Se inizialmente il cittadino era rappresentato metaforicamente da un Network specifico, e con cio' proprio quel Network emetteva parole di condanna o verita' nascoste, dunque esse avevano l'effetto di portare la verita' e punire il colpevole, invece i tanti cittadini che parlavano, poco comportavano ai fini della realta delle cose .

Sicche il potere stimolo' questo stato delle cose .

...........................

Perche ho raccontato questa storiella...

Perche secondo me in Occidente siamo arrivati ad un punto tale che le parole servono e vivono solo nell'attimo .

Mi riferisco per esempio alle interviste televisive che la direzione fa' passare o addirittura produce.

Nello specifico le interviste televisive rilasciate dai telegiornali nazionali Italiani.

Semplici cittadini che parlano.....
Parlano di cose piu' grandi di loro
senza una reale cognizione di causa
ma si sentono aperti , liberi, e felici.

Domani tutto suonera' diverso e lo sappiamo.

Quindi cosa conta oggi aver scoperto il dono della parola ???????

A chi giova un popolo starnazzone( come le oche)??

I vecchi dicevano < Quando sono tanti galli che cantano, non si fa' mai giorno >

Intendendo che in quel caso i galli stanno cantando per altri motivi e magari proprio fottersi le galline .

Quindi il contadino non doveva confondersi, alzandosi credondo fosse l'alba .

Qualcuno potrebbe dire che e' una mia visione depressa....

Io dico che alcuni livelli non tangono piu' la realta dei fatti .

Cosi come i Governi Nazionali sono stati delegittimati, cosi tante belle parole sono state delegittimate, quindi oggi ci si stia attenti, perche parlare in ogni caso perversamente produce consenso all'essere in atto .

Tu esisti se qualcuno ti parla, se nessuno ti parla tu non esisti .

Legge perversa e non condivisa in realta da me,
ma di fatto un potere o lo distruggi, o lo eviti finche puoi.
Ma un solo buon giorno rivolto al potere lo incremeta della sua stessa forza.

Non c' e' parita' di partenza.
Le parole rivolte al potere servono solo per farsi posto in esso.

Per finire.....

Per me non e' un bene lo starnazzare del popolo.

( bozza pubblica 26 agosto ore 21,58)


noname

venerdì, agosto 25, 2006

La Catastrofe Europea( il crollo prossimo dell'euro)





Un doppio anello
o un doppio tranello
o una doppia strategia comunque si sta giocando .

La Catastrofe Europea .

Io vedo e stravedo sono lo stregone della caverna.

Si, e' vero, lí da quelle parti c' e' bisogno di ordine
ma chi ha generato il disordine ??

Si, e' anche vero che in tempi di emergenza non c' e' tanto da capire, quanto agire.

Sicche e' presto detto perche in realta si creano dei mostri, perche quando ci si muove in pratica, si esterna il sapere dei nonni, cioe' un passo in dietro al presente .

Quindi benche si spendano tante parole, la civilta' piu' illuminata come si ritiene di essere l'Occidente, ancora scatena guerre per setare i propri interessi .

Ma appunto si intravede questo doppio anello.

La storia della guerra che inizia e finisce, lo abbiamo gia' visto in Iraq, fa' acqua da tutte le parti, infatti non e' ancora guerra quella che si svolge in Iraq, solo per una questione di terminologie arbitrarie .

Quale e' in poche parole questo doppio anello ??

Abbiamo visto cosa e' accaduto agli Stati Uniti, con l'Iraq, e' ovvio che accadra' lo stesso anche con l'Europa che si sta facendo portatrice di guerra di pace in
tra' Israele, palestina ed i Katiuscia......

Il comportamento Americano e' molto evidente e chiaro,
pur essendo stati gli avallatori fondamentali per l'intervento Israeliano, comunque ora giocano in seconda, terza fila, lasciando all'Europa rigirarsi la patata bollente .

Risultato quindi e' e sara' un chiaro indebolimento dell'Europa.

Cosa questa che va' di grasso per gli Stati Uniti.

Tutti i problemi dell'Euorpa sono passati in secondo piano
ci si sta coinvolgendo in qualcosa di terribile, una Catastrofe.

Il "gallismo o bullismo" tra' le Nazioni, la Francia ora interviene, c' e' gara tra' chi guidera' la missione !!!!!!!!!!!!!!!

Queste sono le vere realta, le vere dinamiche che si instaurano e che poi guideranno gli eventi .

L'Italia ??

L'Italia ha bisogno di rinnovare tutto il parco macchine per
dirla semplice........chi paga ??????!!!!!!!!

In realta quindi malgrado si parli tanto, le tasse che si pagano attualmente non vanno ad incrementare il bene sociale, ma il parco macchine militare, armamento da guerra !!!!!!!!

E poi ?????

Ecco, questo secondo me e' l'anello fondamentale, che appunto non vede di buon occhio un' Europa forte.

Quindi dal 2001 piu' che altro sembrerebbe essere accaduto qualcosa che ha mandato di traverso l'esistenza dell'Europa .

Evento che si ripete ancora piu' nel profondo oggi, coinvolgendo direttamente l'Europa in una guerra, simile a quella Iraquena che ancora oggi miete piu'vittime di ierei .

( bozza pubblica 25 agosto ore 17.00)


noname

martedì, agosto 22, 2006

Reimpostare il proprio Software di servizio (N2)





Scrivere complicato( per me) e' molto difficile con cio' intendo,
scrivere con parole che esse stesse racchiudono dei concetti.

A mio modo forse lo faccio, ma ho la pretesa comunque di essere semplice .
________________________________

Il Software di servizio.

Qualcuno ha la presunzione di definire il susseguirsi della vita, sicche di fatto la societa' tutta e' fondata su un volere .

Sappiamo anche pero' che la vita' non ha "briglie".

Cosa intendo :

Uso in questo caso un valore comune a tutti gl'esseri umani, cioe' un valore intrinseco all'essere umano .

L'apprendimento del Bambino .

Il bambino apprende per quello che vede con il terzo occhio che altro non e' che la vista( cioe' gli occhi), abbinati alla percezione.

Infatti il Bambino benche lo si educhi a\con dei valori, non e' detto che ad un bel punto non possa odiare il genitore o di riflesso odiare il mondo .

Perche dunque ??

Perche il bambino si forma sulla percezione, cioe' vede il genitore nel suo essere ed apprende da cio', non da cio' che il genitore gli manifesta come giusto .

Quindi un passo importante, "un software" installato nel proprio sistema operativo
consiste nel aver aperto ed attivo il terzo occhio, cioe' aver mantenuto vivo quel senso di congiunzione tra la percezione e la vista .

Cosi facendo si ottiene in essere la verita' cosmica, cioe' quella del mondo globale al di fuori della manomissione dell'uomo, ( la natura) .

Questo deve essere il filtro nella quale devono passare le informazioni quotidiane
che vanno a formare il nostro sistema operativo globale.

Il bambino vede e sente il genitore dirgli, ma nello stesso tempo vede il genitore essere, ed e' quello che colpira', formera' il Bambino .

In un certo senso il filtro consiste nel controbbattere ogni volta tutto, ma si badi bene perche il controbbatere non deve essere verbale ma pratico .

Ad esempio, accettiamo le cose pur sapendo che non sono giuste.

A nulla serve parlarne se comunque si accettano, perche la vita si produce con il fare .

Quindi resettare se stessi vuol dire resettare concetti non giusti ma accettati, dopo di che avere una risultante della lettura globale totalmente diversa dei fatti accadenti.

Come dire....si prenda una pubblicita' di un' automobile, la si spogli di tutti quei filtri atti a rendere l'immagine piu' bella di quello che e' nella realta, dopo di che si guardi di nuovo la pubblicita' e ci si domandi se ha senso inventarsi tutto cio' per vendere una macchina, un sogno ???

La lettura globale risultera' quindi : che si..la macchina e' utile, ma non e' e non deve essere un sogno .

Prima cancellazione.
Seconda cancellazione conseguenziale :

.... tutti i vari sogni imposti che sono andati ad intasare, manomenttere il meandro della fantasia .

Perche appunto ci si rende conto, si e' in grado di distinguere i sogni imposti solo ed esclusivamente per esigenze di mercato .

Io non dico che la struttura dell'uomo e' errata, ma dico che con la fretta egli ha confuso qualcosa .

( bozza pubblica 22 agosto 15.35 Pm.)


Noname

lunedì, agosto 21, 2006

Reimpostare il proprio Software di servizio





Reimpostare il proprio Software di servizio
____________________________________________

E' possibile intervenire in realtime sulle funzioni di apprendimento della mente,
sia coscenti e non ???

Prima di intervenire in merito alla domanda mi e' di obbligo spiegare l'onnipotenza celata dietro la presunzione della domanda che ritiene di dominare la mente anche quella incoscente.

La presunzione e' bella che risolta se si colloca l'incosciente nella sfera dello "sconosciuto", dove quindi lo "sconosciuto" e' soggetto all'erosione della conoscienza.
Cosa ben diversa se l'inconscio viene mantenuto come tale in eterno.
( cosa che e' accaduta con le prime rudimentali nozioni sulla psicologia che l'essere umano ha raggiunto ed in cui vi si e' adagiato .
Infatti l'inconscio e' rimasto tale, mentre il conscio e' stato sottoposto a manomissione a favore della copertura a tenuta stagna, nei riguardi dell'inconscio .

L'essere umano infatti nel suo inconscio non e' diverso dall'essere umano di duemila anni fa'.

Il progresso o la scienza dell'idea vincente si basa sul fatto di non avere le provocazioni intorno a se, di non aver le occasioni per sprofondare nel peccato o nel violare la legge .

In altre parole si cerca di togliere le radici alla possibilita' che esista qualcosa che ricordi qualcosa di inrisolto o semplicemente di altro.

La psicologia vincente infatti e' la psicologia che segue un tragitto stabilito,
in maniera tale da non dover ricercare in se stesso alcune soluzioni atte anche alla propria dinamica, come dire una sorta di istruzioni per l'uso .

In queste istruzioni per l'uso pero' se ne vengono letti gli effetti collaterali
si nota che c' e' scritto appunto il pericolo nel far passi autonomi
cioe' un vero e proprio pericolo non risarcito, tranne l'ammissione dello sbaglio e l'accettazione del famoso periodo di recupero .

Se poniamo invece l'inconscio nella sfera dello "sconosciuto", va' da se che l'inconscio di ieri e' il conscio di oggi, anche se oggi ancora c' e' dell'altro inconscio che sara' conscio domani .

Cosi detta semplicemente spiega introduzione che risulta cosi meno trascendentale e piu' materiale .

Non si tratta in un sol colpo di cancellare tutto, non si tratta in un sol colpo di capire tutto, ma solo la strada da prendere per far si che l'uomo sia ambedue le cose e ricerchi in esse la propria crescita, il proprio equilibrio.

Reimpostare il proprio Software di servizio

Cosa vuol dire software di servizio ??

Come funzioniamo ?

In parole semplici impariamo e produciamo noi stessi, dal primo giorno di nascita fino alla morte.

Fino ad un certo punto della nostra vita siamo soggetti all'apprendimento passivo, nel senso che non siamo in grado di determinarlo( psicologie famigliari, patologie dei singoli famigliari, distorzioni famigliari etc etc etc) .

Da un punto in poi il nostro essere viene impostato.

In realta pero' sappiamo oggi che l'impostazione futura sara' sempre costruita sulle basi iniziali, se le basi sono "negative" come si fa' per epurarle e sostituirle con altre ???

Come si fa' per cancellare ??

Per cancellare non esiste un' antivirus, ma solo una privata ricerca atta nel riportare in essere con tutte le sue energie episodi nascosti della propria vita.

Come spesso accade pero' l'autore rimanda a dopo il paragrafo della cancellazione anche se e' il tema dell'argomento .

Perche prima di parlare della cancellazione bisogna capire come fermare il flusso di notizie sbagliate, e' come usare un spyware per cancellare i files sporchi, ed un secondo dopo riprendere a navigare in internet senza' PROTEZIONE....

Cosa si pulisce a fare ???

Quindi prima di parlare della cancellazione si deve capire come evitare che alcuni files non voluti si vadano ad insinuare alla radice del nostro software di funzionamento.

Un esempio molto semplice lo abbiamo con la disattenzione, il livello che si raggiunge con la disattenzione, e' scevro, immune da contagi.
Se non si ha paura di cio' ma si esercita la mente, si ottiene un livello cosciente di disattenzione .

Perche la disattenzione in realta e' solo non seguire un contesto stabilito.

La disattenzione invece e' un meandro ben specifico del tragitto dell'apprendimento.

Esercitandosi nella disattenzione si nota passare messaggi e messaggi che si fermano autodistruggendosi dopo un po'.

I messaggi che passano vanno a formare il software di servizio.

I messaggi che passano, passano solo da una parte ben spacifica, sicche dopo un po' di tempo e' possibile porre qualcosa sulla porta ormai individuata, lasciando passare cosi solo quello che si vuole .

Autismo direbbe qualcuno .....

Anch'io lo dico.

La disattenzione.....
( meditazione occidentale)

Vivere un livello superiore , divenire il vero Homo sapient.

La psicologia dovrebbe essere una scienza rivolta allo svisceramento dell'inconscio non alla copertura di esso .

.....(((bozza pubblica 21 agosto 3 di notte))


Noname

venerdì, agosto 18, 2006

Libano...........



LIBANO: PARISI, MISSIONE ITALIANA LUNGA, COSTOSA E RISCHIOSA
___________________________________

Ed io mi domando :

Ma se si sa' che il mare e' minaccioso di tempesta, perche si esce in mare ????

Io ovviamente mi tiro fuori.

((( Volevo spendere due parole per foto oscene come queste o peggio, quello che hanno fatto i cronisti in questa guerra approfittando dell'assenza del nemico e con cio' mi riferisco alle rispese dei mezzi corazzati nelle varie salse, quasi ad invogliare quel bambino che e' in noi e che e' stato ammagliato si da piccolo con i cararmatini ed i soldatini .)))

Scusate l'inutilita' delle osservazioni..forse ..


MinimalTribe

martedì, agosto 15, 2006

Leggendo su' Indymedia...


Agonia di un serial Killer
« il: Agosto 14, 2006, 08:06:51 pm »

--------------------------------------------------------------------------------
14/08/2006 18:33

Israele, si aggravano condizioni Sharon

18.33 Si sono ulteriormente aggravate le condizioni dell'ex premier israeliano, Ariel Sharon, in coma dal 5 gennaio. Ne dà notizia il portavoce dell'ospedale di Gerusalemme dove l'ex leader del Likud e di Kadima è ricoverato. Le ultime analisi mostrano l'insorgere di una doppia polmonite e un principio di blocco renale. Ridottissima anche l'attività cerebrale. Sharon è entrato in coma dopo una grave emorragia cerebrale; ha subito diversi interventi e da 15 giorni è sottoposto a dialisi.
________________________________________________________

Non ho trovato altre notizie e sinceramente non le ho cercate a fondo....

Prendo per buono pero' questo post che ricorda Ariel Sharon.....
!!!!!!!!Io lo avevo dimenticato, come si dimentica una persona morta .

Perche chiunque sarebbe gia' morto da un pezzo !!!!!! .

Uscendo come solito dal classico e trito discutere mi viene spontaneo pensare a quei film degl'anni 80' che ingenuamente ipotizzavano la scienza fosse arrivata nell'estrapolare il cervello di una persona e renderlo attivo in eterno grazie alla tecnologia .

Non posso non osservare che se ben anche la scienza ancora non e' arrivata a tanto, invece la strategia della conquista del potere e del mantenimento di esso ha gia' reso realta le presupposizioni di quei films di serie B sopra citati .

Infatti l'accanimento terapeutico nei confronti di personaggi del calibro di Sharon o perche no di Fidel, dimostrano appunto la predisposizione nel far vivere in eterno ciocche' ci serve.

Scusate la grettezza, ma le parole sono superflue quando si lancia un'input, e' la sensazione che si genera, la comunicazione ultima .

Semplicemente pero' chiunque sarebbe gia' morto, mentre alcuni personaggi si tenta di non farli morire mai, non perche possano tornare in vita autonoma o guarire, ma perche serve
il loro "spessore di vita".

In pratica siamo ancora dei maledettisimi tribali con annessi riti macabri .


MinimalTribe

lunedì, agosto 14, 2006

La cospirazione delle "scie chimiche"

La cospirazione delle "scie chimiche"

( prendo spunto sempre dale varie storie in giro per i forums di sinistra o simili)Con questo post mi ricollego al post inerente il controllo della mente, con lo stesso valore trasversale dell'intervento sul controllo della mente.

Cosi come l'estremo tecnologico applicato al controllo della mente secondo me travisa il conrollo della mente mediatico, molto piu' massicciamente usato, cosi le scie chimiche nascondono il reale inquinamento che l'aviazione in genere porta e comporta nei cieli della terra .

Cosi come e' sicuramente vero che in casi estremi e' stata usata la chirurgia microchirugica con applicazioni di microcip, cosi e' vero che in alcuni casi
gli aerei in tempi di guerra avranno rilasciato nell'aria micro particelle etc etc etc, atte nel creare magari condizioni climatiche sfavorevoli al nemico .

Ma appunto nei miei interventi si sottolinea come l'esasperare alcuni aspetti della\e vicenda, comporti un'offuscamento parziale o totale dell'altro fattore .

Cosi come si presuppone che il vero controllo della mente possa avvenire tramite tecnologia, lasciandosi sfuggire la realta che e' ben piu' manipolata .

Io molto tempo fa' aditai le scie degli aerei semplicemente come un fattore inquinante, non preso in considerazione se si valuta quanto invece avviene nelle citta' per l'inquinamento .

Poco tempo dopo scopri' che le scie degl'aerei erano diventate delle fantomatiche emissioni di gas all'L.S.D. ???!!!!!!!!!!!

Io molto tempo fa' aditavo il controllo della mente tramite la manipolazione mediatica, un giorno scopri' che ormai tutti badavano al controllo della mente tramite sofisticati meccanismi elettronici .......

Risultato ???

Si corre dietro ai vari presunti scoop, perdendo di vista la realta .

Dico.........sai che complesso di colpa e sai che remissione di soldi per le compagnie aere se venisse alla luce quanto inquinano l'aria ????!!!!!

Ma ecco che ti si trova la favola e la si immette sul mercato, tutti corrono dietro la favola e si dimenticano la realta .


MinimalTribe>

MinimaltribeRadio

martedì, agosto 08, 2006

L'Arte, la musica

Alcune cose sono buone da scrivere per gl'altri,
alcune cose invece dovrebbero essere solo delle riflessioni personali, in un blog per fortuna tutto si risolve sullo stesso piano, con cio' vado........

Se non ricordo male in un passato lontano ma non molto la pittura non era una materia alla portata di tutti e non per "artisticita'", ma semplicemente perche il materiale per dipingere era un po' "costoso" e nel costoso ci si deve mettere il fatto che in primis bisognava sfamarsi, anche oggi..vabbe'.. .

Voglio dire, ad un tratto pero' anche la pittura divento' un mezzo del popolo, cioe' non piu' elittario, costoso .

Infatti diventava molto facile dotarsi di pennelli, colori e tele e questa secondo me e' la particolarita che caratterizzo' il 1800 ed il primo '900.

Nel passato remoto della pittura infatti non abbiamo geni scoperti dopo la morte , cosa che invece fu' la caratteristica degl' anni citati sopra .

Si, esite il tizio tale della scuola di X, ma non ne viene esaltata la caratteristica del soggetto.

Mi sono spiegato con me stesso, spero che il preambolo sia stato di aiuto anche per chi legge .

Quello che ho detto scaturisce dall'analisi odierna della musica .

Oggi, cioe' da qualche decennio per la musica e' accaduta la stessa cosa che avvenne con la pittura, oggi infatti suonare, comporre musica grazie alla tecnologia e' alla portata di tutti .

Quindi presumo che un domani accadra' per la musica quello che e' accaduto con la pittura.

Cioe' alla morte di tizio si scoprira' che era un gran musicista GRAZIE ALLA TECNOLOGIA CHE PERMETTE DI REGISTRARE .

Mettiamo un Ligabue della musica( quello vero non l'Italiano odierno cantautore, spero almeno :) ) o un Van Goghe della musica, ieri sarebbero finiti nei ricordi dei pochi conoscenti e ascoltanti la musica in vita dei scomparsi, oggi ammettendo che i suddetti non curanti degl'eventi continuino nella loro vita nel registrare musica, alla loro morte si avrebbe un qualcosa di speciale che se di valore in aggiunta alla vita dedicata e vissuta nell'arte, molto simile alle storie dei grandi artisti pittori, scoperti dopo morte degl'anni passati .

Strana la comunicazione nell'arte e con l'arte...


MinimalTribe

lunedì, agosto 07, 2006

Vorrei parlare dell'indulto a modo mio, ma prima....


Vorrei parlare dell'indulto a modo mio, ma prima....

>Prima, non posso che stupirmi per la cecita' che si dimostra di avere in Italia .

Voglio dire, quando e' un' esponente politico che cerca di trovare pretesti per portare l'acqua al suo mulino, posso capire anche se non accettarlo, ma quando vedo che all'interno del movimento le analisi sono relative agl'andamenti politici Italiani, resto stupito e perplesso .

Tra' il governo Prodi ed il governo Berlusconi c' e' una continuita', che fa' sorridere l'opposizione, e nello stesso tempo fa' rischiare al governo in atto la sconfitta .

Sconfitta' perche la cecita' non ci porta nel vedere la realta che e' condizionata da parametri Europei.

Infatti gli Italiani e molti altri dimenticano che una virgola di sovranita' Nazionale ai singoli Stai Europei gli e' rimasta grazie all'opposizione di Francia e Olanda.

Questo purtroppo vuol dire poco, perche nel contempo se in Italia tutti i governi sono uguali, e' pur vero che in Olanda per esempio stanno cambiando molte cose, come ad esempio restringere il campo di azione nelle occupazioni di case, infierire insomma su' di una cultura.

Quindi mi domando da esterno se ci sia un coordinamento Europeo che sancisca queste realta e di seguito quindi perche si continua nell'essere cechi, nel non vedere la scarza Sovranita' che ha una Nazione oggi in Europa e nel contesto Globale del nuovo ordine mondiale ?? .

L'Europa non e' solo Economica ma etica e morale.

Cioe' cultura.

La radice di quella cultura imposta e' la causa dei problemi.

Prodi, Berlusconi, possono poco in seno alle fondamenta del sistema, perche il sistema ha le sue fondamenta a Brluxell.

__________________________


Sull'indulto invece volevo solo dire che se la destra durante il governo ha manifestato del coattismo, ora che e' all' opposizione sguinzaglia i coatti contro il governo .
Vedere detenuti che si ribellano chiudendosi in una chiesa....
O vedere l'uso dei casi isolati per negativizzare l'indulto...

( non voglio offendere il carcerato o svilire l'importanza o la negativita' del carcere) Voglio solo dire che secondo me al capo di questa protesta o di fondo se si vuole, c' e' la destra .

domenica, agosto 06, 2006

C' e' qualcuno che ha vinto e qualcuno che ha perso??


BEIRUT, 5 AGO - Il governo libanese prende tempo sulla bozza di risoluzione Onu messa a punto da Stati Uniti e Francia, ma per bocca del ministro dell'informazione Ghazi Aridi ha fatto sapere stasera di considerarla "non definitiva" e che, in ogni caso, non "rinuncerà ad alcunché che abbia a che vedere con la sovranità, i diritti e la dignità nazionali". A dispetto della raffica di pressioni a cui il premier Fuad Siniora è stato sottoposto in giornata, l'esito della lunga riunione del governo libanese - riunito per ore nel palazzo del Gran Serraglio - sembra dunque indicare che la bozza, subito considerata "molto importante" da Israele, risulta invece difficile da digerire per il Libano. Una sensazione che, immediatamente dopo l'annuncio dell' accordo tra Stati Uniti e Francia, era stata già confermata dalla prima reazione del ministro della cultura Tarek Mitri, che in questi giorni guida la delegazione libanese all'Onu e che ha parlato alla Tv araba Al-Arabiya di "divergenze" con la posizione del governo di Beirut. La bozza di risoluzione, che potrebbe essere sottoposta già lunedì al voto del Consiglio di sicurezza, richiede una "piena cessazione delle ostilità", ma non il "cessate-il-fuoco immediato" previsto dal piano in sette punti su cui Siniora era faticosaemte riuscito nei giorni scorsi a ottenere il consenso unanime delle forze politiche libanesi, Hezbollah compreso. Il testo messo a punto da Stati Uniti e Francia chiede inoltre a Hezbollah "l'immediata cessazione di tutti gli attacchi", mentre a Israele è richiesta invece "l'immediata cessazione di tutte le operazioni militari offensive". "Noi insistiamo sulla simultaneità tra la cessazione delle ostilità e il ritiro dell'esercito israeliano, mentre la bozza parla di un ritiro in una fase successiva e senza calendario", ha spiegato Mitri. Il ministro libanese ha aggiunto che il Libano esige anche la fine immediata del blocco aeronavale israeliano e ha affermato che il riferimento della bozza di risoluzione alla zona di confine contesa delle Fattorie di Shebaa "é molto più debole" di quello presente nel piano in sette punti di Siniora. Di fronte alle perplessità del governo libanese, nell'arco di un paio d'ore - hanno fatto sapere i suoi collaboratori - Siniora ha perciò ricevuto nel pomeriggio una raffica di telefonate del segretario di stato Usa Condoleezza Rice, del premier britannico Tony Blair, dell'Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza Ue Javier Solana e di re Abdallah di Giordania. Di sua iniziativa, il premier libanese ha invece telefonato al collega della Malaysia, Abdullah Ahmed Badawi, il cui paese é stato il primo Stato islamico a offrire l'invio di un contingente di mille uomini in caso di creazione di una forza multinazionale. Prima dell'inizio della riunione di governo, il capo della delegazione di Hezbollah, il ministro dell'energia Mohamed Fneish, ha dal canto suo dichiarato che "quando cesserà l' aggressione israeliana, Hezbollah fermerà il fuoco solo se non ci saranno truppe israeliane sul suolo libanese". Una frase sibillina, ma che è comunque suonata a parziale correzione di quanto era stato attribuito ieri al vicecapo dell'ufficio politico di Hezbollah, Mahmud Komati, secondo il quale "la priorità è quella di raggiungere prima di tutto un cessate il fuoco incondizionato", mentre "la questione del ritiro di tutti i soldati israeliani dal Libano può essere risolta attraverso discussioni politiche". Ma prima ancora che il ministro dell'informazione Aridi ribadisse a sua volta in tarda serata l'impegno del governo Siniora per "il territorio del Libano, la liberazione del Libano e il ritiro dell'occupante dalle terre libanesi", gli osservatori avevano cercato d'interpretare il linguaggio dei gesti negli odierni incontri che David Welch, l'assistente del segretario di Stato Usa Condoleezza Rice, ha avuto stamani a Beirut con il premier e con il presidente del Parlamento e leader sciita Nabih Berri, designato da Hezbollah come suo negoziatore. Soprattutto durante il colloquio con Berri, bastava osservare il volto di Welch per rendersi conto della difficoltà dell' incontro. E le cose non sono andate meglio quando, per il successivo incontro con Siniora, Welch è stato costretto a entrare nel Gran Serraglio da un ingresso secondario, mentre all'esterno del palazzo del governo centinaia di manifestanti protestavano contro gli Stati Uniti, sotto accusa per il loro sostegno a Israele. I manifestanti hanno inneggiato al leader di Hezbollah, sheikh Hassan Nasrallah, e al suo alleato sciita Berri; ma anche al leader cristiano Michel Aoun, che si è pronunciato contro lo schieramento di una forza multinazionale lungo il confine con Israele per disarmare i guerriglieri del Partito di Dio. E tra le bandiere giallo-verdi di Hezbollah e a quelle nazionali libanesi sventolate dai dimostranti, è comparso anche qualche ritratto del presidente venezuelano Hugo Chavez, nemico giurato degli Stati Uniti. (ANSA).
_____________________________________

Mi si lasci dire suona tutto come se fosse la vittoria di qualcuno o di qualcosa.

Informazioni personali

La mia foto
But I don't know!!!!!, and I don't wanna know!!!!!!! I'bored about it, sorry.

MinimalTribeTV

Pubblcità



Friends