domenica, gennaio 28, 2007

Copio da un'intervento gradito in questo blog


tutto ok, Andrea?
sono Cloro, se vuoi scrivimi sulla mia mail...
Ti leggo 1 po' sbattuto..CiaoCloro
_____________________________________


Vorrei prendere come spunto questo intervento per parlare di comunicazione e psicoprecocetti.

E' ovvio e sarebbe maleducato e segno di ignoranza se io non affermassi e non fossi cosciente che il mio scrivere e' pregno della mia vita vissuta e non ultimo un riflesso dei miei stati emotivi, se non fosse altro perche tratto temi a ruota libera, dettati spesso o meglio quasi sempre, da un' istinto innato, da un bisogno di esprimere appunto qualcosa.. .
Peró essendo cosciente di questo só ed avverto anche il lettore chiaramente quando si tratta di uno sfogo anche se mascherato da risentimento verso qualcuno o qualcosa.

Quindi presumo che l' intervento di Cloro sia dettato piú da mie altre dichiarazioni in giro per l'iperspazio virtuale di internet che piú prettamente dall'articolo scritto da me oggetto dell'intervento di Cloro .

Infatti se e' pur vero che ho dichiarato senza mezzi termini di star vivendo un'incubo e di non riuscire a farlo utile per tutti, e' pur vero invece che rendersi conto che l'Italia che io vedo da quí grazie a Rai uno, e' un' Italia che sta circondandosi all' inverosimile di cimeli , attegiamenti e morali del tutto simili agl'anni pre guerra o meglio anni 20-30 e carambolescamente degli anni 60', e' presso a poco un' incubo anche quello .
Per mia fortuna o sfortuna sono sempre riuscito nel vedermi matto, quindi o sono un matto furbissimo, o non sono matto, visto che lo só di esserlo .

Direttamente quindi chiedo a Cloro pubblicamente dove vede o ha sentito lo sbattuto, se nelle mie dichiarazioni lasciate in giro online o se ritiene che dire quello che ho detto nell'articolo che parla dell'orrore che torna, sia piú una richiesta di aiuto o uno scritto dettato da un'emotivitá paranoica,( senza per questo mensionare la patologia) che invece una fredda e spietata visione senza veli ??!!!!!

Che dire, si potrebbe aprire un dibattito al fine di capire quanto conta Rai uno, si potrebbe dire con ció che quello che passa Rai uno e' appartenente ad un quarto degl'Italiani in totale ?

Forse, ma si aprirebbero altri scenari del tipo che magari quel quarto di Italiani che rappresenta include chi sta al potere, per esmpio, sovvertendo cosi totalmente i valori presupposti di Quarti.

Senza arrivare quindi alle formule matematiche, non si puó non notare che l'estetica delle automobili somiglia sempre piú all'estetica delle macchine degl'anni 20 e 30, non si puó non notare che la Storia quella con la S maiuscola ha rimosso tutti i matti dalla storia, rinvigorendo cosi l'umus sulla quale erano nati quei pazzi .

Era vera ed e' vera la logica per cui, se un' ipotetico tendente alla follia viene circondato di persone che evidenziano la sua follia, egli diventa folle .
Viceversa lo stesso soggetto se circondato di persone positive lontane dal considerarlo malato, egli tende nel guarire completamente .

Cosi invece sta accadendo, il Nazismo ha sbagliato con gli eccessi, il Fascismo ha sbagliato con gli eccessi, puniti i colpevoli degl'eccessi, determinato che erano loro i pazzi e non la teoria, la teoria e' stata riabilitata, non rendendosi conto che cosi facendo si prepara il terreno per il prossimo pazzo .

La tv non passa solo immagini di automobili somiglianti, ricalcanti le forme delle automobili tedesche della germania degl'anni pre e nazisti, ma tutto segna un ritorno a valori, ad un'umus che appunto e' generatore di terrore, terrore che maturó grazie a quei valori che resero la germania pre guerra la super potenza economica Europea .
L'ordine , la disciplina, sono parametri che oggi come allora fanno diventare una cittá, la cittá piú vivibile di Italia per esempio .

Ma fú proprio questo senso alla disciplina, all'ordine che rende e rese cieca la popolazione sottomettendola, soggiocandolo in un pugno di anni .

Quindi ecco si, no, vá tutto bane , un pó si ed un pó no, ma con l'articolo in questione cosa ci entra il mio stato emotivo, psicologico etc etc etc ??

Poi magari un e-mail ti arriverá in privato.. :)

giovedì, gennaio 25, 2007

L 'Orrore che torna


L'Orrore che torna....

Sembrerebbe il titolo epico per un autore di horror o meglio la sorgente classica da cui tutti gli horror traggono spunto .
Certo c' e' anche l'orrore che viene dal futuro, ma prevalentemente l'orrore viene dal passato .

Da giovani che imprudentemente smuovono oggetti del passato per esempio, a rancori mai assopiti in anime del passato piú o meno remoto che per vie transmediatiche affiorano prepotentemente nel presente sotto forma appunto di orrore .

Vero non vero scientificamente comunque questa frase, quest'appunto, fermano con chiarezza il mio senso di terrore descritto da me che ormai invaso dal terrore spesso non riesce nel mettere a fuoco il suo bisogno di gridare questo terrore .

Tutte le mie parole, tutti i miei sforzi vertono in questa direzione, ma mai una frase cosi semplice poteva descrivere il mio senso compiuto, un'illuminazione .

Sdrammatizzando per cortesia di dialogo potrei immaginare Dario Argento con una bella fiction in Tv, visto appunto che il background sociale e' invaso di passato che ritorna .

Purtroppo non sono in vena di allegorie, anzi in questa regola cosi drammatica io non posso che leggervi un futuro certo e drammatico .

Tante parole ancora potrei usare, nessuna renderebbe l'idea, anzi esse allontanerebbero di piú il punto di fuoco .

Fantasmi del passato ormai allo stato attuale di Zombies vivono in mezzo a noi
la moda, le macchine, i concetti attuali sono ormai fantasmi del passato diventati redivivi, cioe' zombies .

Dove porteranno queste allucinazioni ???


Noname

lunedì, gennaio 22, 2007

Prime evidenze


Prime evidenze

La libertá applicata, praticamente la negazione della libertá sta dando i primi frutti.

Cosa voglio dire :

Voglio dire che una volta l'individuo era piú portato nell'accettare quello che era, oggi invece l'individuo vuole essere tutto, tutto quello che vede e che trova bello.

Negare questa libertá, mettere sotto accusa questa libertá e' quanto di piú arduo possa esserci momentaneamente .

Difficile, perche in realta come da oggetto dello scritto, "tutto non puó essere generalizzato".

Per divincolarmi nel tema porteró un esempio .

Esiste il "lunaPark", esistono in esso molti giochi che tutti possono fare, in ogni caso peró ci saranno alcuni giochi che saranno sconsigliati ad individui, magari con problemi al cuore o comunque problemi fisici che possono interaggire in negativo con il gioco .

E' evidente che si potrebbe disquisire sulla libertá dell'individuo portatore di handicap, ma altro si e' evidente che la libertá dell'portatore di handicap finisce dove inizia quella degl'altri di viversi il gioco in santa pace, senza portare rischi ad altre persone.

Discorso breve, coinciso che lascia spazio a critiche infinite, ma prediliggo partire dal dato di fatto, quanto detto da me e' un dato di fatto .

Uscendo da questo pantano resta comunque chiaro un senso, cioe' il fatto che la libertá di essere quello che si vuole sta generando delle distorzioni ambientali direi, se mi si permette .

Voglio dire, a tutt'ora mi risulta che ci siano varie psicologie raggruppabili, formando delle sottospecie della razza umana.
Sottospecie che non vogliono essere intese come essenze inferiori, ne altre si creare dei presupposti superiori .

Semplicemente intendo il fatto che ci sono caratteri psicologici in un modo e caratteri nell'altro e per quanto i caratteri siano diversi da individui ad individui
comunque ci sono per esempio psicologie tendenti all'aggressivitá e psicologie tendenti alla quiete che al proprio interno raccolgono un'infinitá di caratteri, in questo senso quindi l'essere umano occidentale puó essere catalogato in vari scomparti con un' elemento in comune che comunque li determina, li differenzia, li definisce .

Ora, il mio senso della libertá in questo contesto, un'arrangiamenmto cioe' della libertá, adattata allo stato di fatto della societá umana, si esplicherebbe piú o meno cosi :

"ogni individuo avendo afferrato chi egli e', all'interno dello spettro di azione che ad egli e' piú consono, tutto gli e' concesso" .

Un'individuo che cerca di essere come quello che non e', prima o poi dimostrerá chi realmente e', piu' grave sará la cosa se l'individuo avrá nel mentre assunto incarichi pubblici in base alla sua immagine costruita , nascondente la veritá .

Nella realta minimale, e' come se costruendo un castello di carte si usasse tra le altre un rettangolo di carta delle stesse misure della carta da gioco, magari sulle prime sembrerá andare, ma al momento che si dovrá dimostrare una carta da gioco, essa fará crollare il castello di carte, senza ombra di dubbio data la sua inconsistenza di base.

Oggi purtroppo avviene praticamente l'opposto immaginato da me, infatti la libertá e' intesa come un fattore che ti permette di essere tutto e fare tutto.

Essere tutto e fare tutto che coincide con la virtualitá intrinseca ormai nel significato di essere .

Si puó essere tutto, ma nascondendo in primis se stessi alla vita ed a se stessi, si e' tutto ma non si e' nulla .

Per non contare che l'ingordigia nell'igogliare novita "cerebrali" non ci ha fatto notare appunto che essere in un tal modo con il tempo genera un io reale, tangente prima, determinante poi.

Voglio dire, oggi gioco a fare l'anarchico, domani anche, dopodomani anche, ben anche non commetta reati e non venga ufficializzato dalla polizia :), comunque una sinergia magica fará si che dopodomani ancora anche se io non volessi, ormai il mio ragionamento sarebbe da Anarchico, anche se nulla ci confermerebbe se saró un'anarchico buono o cattivo .

Se io ho capito cosa sto facendo da giorni, anche dopo gli errori da gavetta, in ogni caso un giorno futuró potró essere di supporto di aiuto ad una causa, viceversa al momento di un mio passo, potró solo che creare prolemi a destra ed a sinistra, come si dice al di lá delle posizioni politiche :) .

Tutto questo prologo che dice e non dice, in realta ha come spunto nascente "la precarietá "

La precarietá e' stata un'altra delle tante fichettate "cerebrali" che hanno invaso il pensiero umano , una ficata, una fichettata .

La precarietá e' stata sempre l'arma vincente di chi aveva un lunario da sbarcare, in altre parole un'Artista, onesto ed attaccato in maniera viscerale alla sua vita libera e possibile di essere vissuta in un contesto sociale solo se la propria aspirazione fosse diventata carne, altrimenti sotto un ponte con la coscienza a posto, senza rancori verso nessuno .

Infatti io che sono un precario per scelta, so' che non avró la pensione, ma non prevedo neanche di arrivarci ad un'etá di pensione, o almeno cosi come ieri alcuni canoni non sono stati in me, cosi lo saranno in futuro .

Invece ecco che la fichettata di essere artista ha compreso anche delle scelte , delle condizioni critiche, che ora appunto risultano essere li prime evidenze.

Prime evidenze di un ridicolo che vede il precario essere diventato un'individuo sociale a status critico che si domanda e chiede se avrá la pensione !!!!!!!!!!!!!

Evidenze appunto di quanto sia fallimentare quel senso di liberta inteso come il poter essere quello che si vuole.

Quanto sia lesivo per le categorie l'intrusione di soggetti comuffati.

Causa soggetti sbagliati, oggi noi artisti non abbiamo piú la possibilitá di essere svincolati da burograzie grazie alla nostra precarietá, oggi ci avete regolamentato anche la precarietá !!!!!!

Non voglio sprecare altre parole, mi limeteró solo nel segnalare un fatto evidentissimo in societá avanzate Europee, dopo l'iniziale flessibilitá che e' sinonimo di caos, di non stabilitá,. sempre !! , in realta l'episodio iniziale descrittto da me ritorna determinante , cioe' ci sono persone che amano, hanno bisogno di un posto fisso, ci sono invece persone che soffrirebbero solo al pensiero di avere un posto fisso .

Quindi in questi paesi dopo l'iniziale abbaglio della libertá di essere quello che si vuole, si e' tornati ad evindenziare il fatto che e' piu' salutare rispettare chi si e' che cercare di rincorrere tutta la vita un'immagine di noi che non corrisponde alla realta .

Prime evidenze di un'abbaglio consumnista.

Tutti artisti, tutti giocolieri, tutti peró che non hanno smosso una virgola della loro esistenza, delle loro credenze, dei loro limiti.

Dunque che senso ha fare il giocoliere ??
Come il suonare la chitarra in gruppo di amici, "fa' piu' fico, si sa' che si andrá incontro al clisce in cui la solita donna prediligerá il musicista ??!!!!

Dove e' il senso ultimo e primo dell'attivare le parti del cervello autonomamente una dall'altra ???!!

Dove e' il senso ultimo e primo del giocoliere che vive la vita in nome dei suoi giochi, diventando cosi quella bella e stupenda persona, immaginata, avendo visto qualcuno che magari era cosi ??

Cosi dicendo si riscontra lo stesso problema in tutte le categorie, classi sociali, esistenti nel pianeta umano attualmente.

(bozza pubblica)

noname

venerdì, gennaio 19, 2007

Diari dal Futuro


Qualche anno fá ebbi l'idea di coniare questa collana di racconti di fantascienza,
fantascienza scevra da ogni cognizione scientifica se non la mia esperienza autodidatta .

Definirei i racconti come una mia proiezione del presente in un futuro prossimo o almeno un' ipotetica via di esso .


Anno 2065

Il cinema aveva gia' anticipato da sempre, dalla sua nascita, alcune caratteristiche dell'essere umano, il cinema stesso serví molto per la tutela dell'essere umano.

Assai discutibile affermazione, ma ci vorranno molti anni prima che la vera luce arrivi tra gli uomini.

Nei primi anni del 1900 il cinema con velocita impressionante brució molti passaggi evolutivi dell'essere umano .

Alcuni registi con l'aiuto di specilasti ( dottori), ipotizzarono degli eventi veri, ma realizzati in scala, nel cinema .

Potrei citare molti esempi in merito, arrivando fino alle sensazioni piu' remote dell'essere umano rappresentate nel cinema con tanto di soluzioni, mi fermeró invece ad un'aspetto che molti registi hanno portato sullo schermo, cioe' "il panico collettivo".

Dal finto sbarco di Marziani, alla risultante che notizie del genere anche se vere e' meglio non divulgarle, il passo fú breve e tutt'ora attuale .

Non che siano passati molti anni, sicche tutt'ora le cose sono quasi uguali, con la differenza che il tempo che passa come sempre e' portatore di veritá .

Oggi infatti sappiamo una cosa che nei primi anni del 2000 venne tenuta segreta proprio perche come da esperienza del cinema si presuppose che il panico avrebbe preso il sopra a vento sulla popolazione mondiale, tipo la fine del mondo e' vicina , etc etc etc .

Nella memoria collettiva infatti, anche se lieve era ancora ricordato il famoso Tzunami che fece la comparsa sulla terra nei primi anni del 2000, ma nessuno ricordava lo spostamento dell'asse terrestre .

Ancora oggi, malgrado le speranze di un mondo migliore, la societá degl'esseri umani e' corrotta, ma ieri lo fú ancora di piú .

Gli studiosi giá ai tempi dello Tzunami capirono che qualcosa di piu' grave era accaduto, ma appunto la notizia fú tenuta segreta dopo le prime inavvertite parole sul caso che uscirono agli inizi della storia.

Il problema fú che la cosa fú covertita nell'allora emergenza "buco dell'ozono".

Infatti i cambiamenti climatici vennero attribbuiti all'effetto serra, perche in quel momento la societá era incentivata economicamente nel convertire tutte le fonti per una pura esigenza di "affari economici " .

Purtroppo il clima cambió sempre piú, costringendo cosi la veritá nel venire a galla .

La veritá sta nel mezzo, sicche fú in un certo qual modo giusto non dire la veritá, perche allora non si sapeva che tutto rientrava in cicli terrestri piu' grandi, una sorta di stagioni dell'universo, quindi l'eventuale panico sarebbe stato fuori luogo, in ogni caso peró questa cosa inclinó definitivamente i rapporti tra il potere\sapere ed il popolo\ignorante, popolo ignorante per volere del potere costitito.

Attualmente le coste dell'Africa mediterranea sono fredde, il nord Italia caldo, le coste della Manica e le spiagge dei Paesi Bassi sono diventate la meta turistica per prendere sole e caldo, di conseguenza tutto il parallelo si e' spostato, il polo Nord non si e' sciolto ma solo spostato, perdendo ed acquistanto altro ghiaccio, nonche l'inquinamento non fosse un'orribile emissione degl'esseri umani con la loro societá dei consumi, ma appunto la societá dei consumi consumó anche l'inquinamento, spendendo troppe enrgie per un'orizzonte vero in parte .



noname

mercoledì, gennaio 17, 2007

Inutile riflessione


Innanzi tutto chiaramente do' il benvenuto al nuovo anno
dire poi se sará o non sará, non e' nel mio stile
auguro a tutti comunque un buon 2007 .


__________________________

Inutile riflessione

La base militare Statunitense.

Tra i due litinganti il terzo gode.

Formula magica che dalla seconda guerra mondiale in poi, l'Europa ha vissuto come terza parte.

Dalla caduta del Muro di Berlino, alla caduta dell'impero russo, l'Europa ha smesso di vivere il ruolo di terza parte nella litania tra Russia ed America.

Caduta del muro, caduta dell'impero Russo, che suonano piu' come una diceria messa in giro dai vincitori che la reale entitá del fatto .
Entitá del fatto intesa come una disfatta dell'impero Russo sotto la pressione OccidentalStatunitense, in altre parole la caduta del Muro di Berlino e la caduta dell'impero Russo nascondono la vittoria degli Stati Uniti nella diatriba chiamata "guerra fredda ".

Io sono diverso da tutti, con cio' un perdente, di fatto io introduco di me, prima i miei difetti, poi ciocche resta, cioe'il buono.

Tutti gli altri infatti mostrano sempre e solo gli aspetti positivi, nascondendo finche e' possibile i punti negativi.

Quindi vissuti i primi abbagli della finta liberazione, del finto abbattimento del muro, eccoci arrivati alle conseguenze di quei fatti .

Gli Stati Uniti non hanno piu' nessuno che possa negare a loro qualcosa, praticamente l'iter che ogni Impero ci ha lasciato come insegnamento negativo, il famoso regime, struttura fondamentale per la creazione di un impero ..

In Italia devo ammettere che tra Vaticano e Sinistra Russa, non si era capito bene chi fosse che ostacolasse l'impero Americano nell'impadronirsi dell'Italia.

Forse entrambe, quando l'America era quella della trasgressione pura, dove la morale era inesistente e l'America tutta era la povera New York di Oggi, un po' come l'Olanda e Amsterdam .

Oggi infatti che gli Stati Uniti rappresentano il nuovo Cristiano. oggi che gli Stati Uniti sono portatori di principi morali prossimi al bigottismo, il Vaticano non si oppone piú, la Russia e' inesistente, di che finalmente gli Stati Uniti possono Usare il territorio Italiano cosi come gli spetta, visto che siamo loro debitori .

Difatti una cosa che afferma questa perdita di democrazia sta nel fatto che ormai da tempo si percepisce la stessa sensazione che si ha quando cambia l'orario, cioe' quando c'e' l'ora legale .

Da un certo punto in poi non e' stato piu' valido quello che era prima, e cosi come risulteresti pazzo se non volessi accettare l'ora legale, cosi risulteresti e risulti pazzo se non vuoi accettare, chinare il capo a questa nuova sensazione .

In tutto questo io che sono un puro dibatto questo, ma non sono scemo, sicche in aggiunta alle mie parole ci sono personaggi del calibro di Berlusconi che fanno il "Teatrino " a favore degli Stati Uniti, costringendo il Governo a ribadire una suddidanza che almeno in forma il centro sinistra aveva cercato di velare .
Dunque se Berlusconi incastra il Governo e' pur vero che a noi ci rende chiara la pariglia, se giochi internazionali piu' vecchi di me che scrivo hanno determinato la vittoria Statunitense, e' pur si evidente che il governo Berlusconi, o direttamente Forza Italia e' prima di tutto un'emanazione dell'impero Statunitense .

Come sempre quindi io sono quí a maledire tutti, perche il primo passo giusto e' essere in grado di scernere le persone da seguire .

Invece ora cosa vuoi fare contro la base ?????

Se non si ha chiaro tutto il contesto, se non si aprono gli occhi per tutto in un sol momento...cosa vuoi fare ??????



noname

Informazioni personali

La mia foto
But I don't know!!!!!, and I don't wanna know!!!!!!! I'bored about it, sorry.

MinimalTribeTV

Pubblcità



Friends