sabato, maggio 23, 2009

Dove finisce la ragione dell'Economia



lancia l'idea
Dove finisce la ragione dell'Economia




-----------------------------------------------------

In Italia non vè dubbio che la nuova ondata culturale Mondiale e cioè la famosa svolta a Destra della Politica, abbia scaturito rigurgiuti Fascisti mai assopiti del resto in seno all'Italia che conta ma è ancora più evidente come siano in pochi nel riconoscere del Fascismo nell'attualità Italiana e se questo accade è perche l`Economia tutto plasma e tutto mistifica.
Per il Momento Berlusconi e la Destra "fanno" girare i soldi e questo va bene a tutti come del resto accadde quando nacque il primo Fascismo, stava bene quasi a tutti .
Dove finisce la ragione dell'Economia.
Potrebbe essere capitato a tutti almeno una sola volta nella breve vita sociale...a me è capitato.
Avevo i soldi in tasca, soldi pultiti,finalmente lavoravo e prendevo un buon salario,una sera con degl'amici andammo in centro città..
Entrammo in un locale,ci guradammo intorno,non sembrava proprio il nostro posto ma comunque era il primo e come si dice era di riscaldamento..
Ad un tratto mi arrivò una sensazione che non mi lasciò più per tutta la sera e per tutto il resto della mia vita.
Avevo i soldi, avevo gl'amici ma tutto fuori di noi era cosi diverso che mi resi conto che in questo caso specifico non erano proprio i soldi che facevano la felicità .
Dire nel Pianeta Occidentale forse è da esaltato ma in Italia è certo che l'economia oggi sta nascondendo l'arredamento e le regole che dettano gl'arredamenti ma una volta che gl'arredi saranno completi allora le regole saranno un imposizione naturale ma saranno proprio queste regole che detteranno la fine di un Potere monodirezionale.
Quando il tempo libero di ogni individuo infine sarà segnato dalle stesse regole allora la società inizierà una lenta implosione che porterà di nuovo alla sconfitta di un potere Borghese, malato e perverso .
Le ragioni dell'economia scompaiono,sbiadiscono davanti alle ragioni del piacere della vita ed il piacere della vita vuol solo significare accettare la vita e non coercire addirittura la vita stessa in nome di un ordine,di un sistema vincente su tutti gl'altri
Questa è la radice di tutti i fascismi,di tutti i Regimi.

saluti

noname

venerdì, maggio 22, 2009

Le due verità



lancia l'idea
Le due verità




-----------------------------------------------------

Quale è la verità ??
Normalmente si dice che la verità stia nel mezzo ma in questo caso nel mezzo abbiamo solo il vuoto in quanto le due verità non cedono a compromessi.
Ben anche io oramai non sia più giovane comunque mia Madre continua nel vedere in me quello che lei crede,io ho 50 anni,mia Madre è vicina agli 80',nel caso specifico mio,questa storia è stata alimentata dal momento che io manco dalla loro realtà quotidiana da quasi o più di 20 anni.
Chi sono io ,quello che crede mia Madre o quello che io ho creduto di formarmi, di essere oggi ???
Sicuramente la verità sta nel mezzo ma se io vivessi con mia Madre chi sarebbe a vincere,l'io costruito da me o l'io costruito,evidenziato da lei ??!!
In ogni caso per una sorta di educazione che per questo non vuole avvalorarsi di ragioni,comunque tutt'ora se mi trovo in situazioni di public relations in presenza di mia Madre, è lei che mi introduce secondo la sua idea, come accade a tutti del resto con le Mamme...
Nella Societa,la Società,vive di questa tematica imprssionante rendendo la stato sociale intriso di un dualismo controproducente per tutti,lo Stato e lo stato di persone all'interno di una Nazione.
La Società è un figlio ribelle e più qualcuno la coercisce, più essa acquista le sembianze e le tematiche di un figlio ribelle.
Non è detto che il figlio ribelle debba evocare per forza magnificenze dell'individualità,un figlio ribelle può finire anche male ma in ogni caso fin quando lo stato di persone sopporterà lo Stato,il genitore cioè ??!!
Lo Stato Italiano si rappresenta,gli Stati di tutta l'Europa si rappresentano come vogliono ma in realtà il Popolo Europeo va da tutta un altra parte !!!
Come appunto un figlio e la sua strada e quella sognata, voluta, dai Genitori...
Lo Stato Berlusconiano si scioglierà come neve al sole vittima proprio di questo autoritarismo che comporterà sempre più il distacco da chi si muove, si gestisce come se fosse un Genitore e chi si muove come se fosse un figlio.
Genitore è il Potere,figlio è il Popolo e mai come oggi è tornato di moda quel tipo di Genitore che crede di essere in grado di impartire gl'ordini ai figli.
Prima che la psike sfoghi da se le sue energie scordinate,è meglio che il figlio inizi la battaglia dell'indipendenza,la battaglia per la Libertà .
Il Genitore oppressore è tornato, bisogna combatterlo prima che distrugga i figli . !!


noname

giovedì, maggio 21, 2009

La Muraglia Italiana



lancia l'idea
La Muraglia Italiana




-----------------------------------------------------

Si,normalmente in gergo si può aver usato questo termine improprio per indicare le Alpi Italiane come un confine naturale che blocca di tutto e di più al di qua ed al di la delle Alpi stesse ma nel caso specifico di questo articolo per "Muraglia" si intende quella misteriosa Nebulosa che rende l'Italia sempre un satellite a se rispetto al resto del Pianeta Occidentale.
...Correvano appena gl'anni del dopoguerra,seconda Guerra Mondiale,tutta l'Europa viveva in pieno il successo del pensiero Americano,cioè del nuovo ordine Mondiale di allora ma l'Italia e non per la specifica di essere stata perdente nel conflitto appena concluso, viveva il successo del pensiero Americano come se fosse il Diavolo.
In Italia infatti passati i primi momenti della Liberazione dove tutti in Italia sembrasse che ballassero il "BOOGIE WOOGIE" o (bughi bughi),in realtà come sappiamo l'Italia si trovò diametralmente opposta a tutte quelle logiche liberiste e liberate come ad esempio la sfera sessuale che in tutto il mondo Occidentale si sperimentavano e davano vita a nuove forme di esistenza e di pensiero.
Ora è inutile che ci si giri intorno,se l'Italia ha vissuto e vive queste dinamiche altra causa non esiste se non quella dell'esistenza del Vaticano nella Penisola Italiana.
Passata la Globalizzazione avvenuta dagl'anni 60' fino agl'anni 2000+o- in cui proprio l'egemonia cattolica veniva meno ed in cui la famosa Muraglia Italiana viveva piena di falle in cui filtrava tutto,appunto la globalizzazione,ecco che la restaurazione del sistema sociale iniziata dopo il 2000+o-,in primis ha lavorato accuratamente affinche alcune falle nella Muraglia venissero richiuse.
La Nascita dell'Europa
Alla nascita dell'Europa ed alla nascita della famosa libera circolazione di idee, materiali e persone, ecco che l'Italia ha reimpiantato con tanto di sorveglianza, la famosa Muraglia Italiana.
L'Europa oggi è una cosa,le Nazioni che la compongono sono una cosa,le persone che vivono in Europa sono una cosa,tutto quello che accade in Italia è un altra cosa !!!!!!!!!!!
L'Italia è una Nazione Europea e perciò ne vive le regole,ne vive le regole ma non usufruisce ne dei meriti e ne dei vantaggi e non ne usufruisce perche in contrasto con le regole cattolico\cristiane che governano l'Italia.
Oggi come non mai infatti dagl'ultimi decenni,appunto mai lo Stato e la Chiesa sono stati cosi fedeli servitori l'uno dell'altro e mai come dagl'ultimi decenni l'italia appunto si trova diametralmente opposta a tutto il resto dell'Europa Occidentale.
Se da una parte infatti ci troviamo con l'Europa e le sue disposizioni che invadono le sfere Nazionalistiche e che per l'appunto in Italia l'Europa sin dai tempi di Prodi è stata usata come il cattivo, l'omo nero di cui aver paura e timore,dall'altra ci troviamo con una Europa culturale che è nata si sta difondendo ma di cui in Italia non vè traccia !!!
Competizioni cultural canore per esempio,sarà banale ma in Europa esistono molti concorsi,competizioni che coinvolgono tutta l'Europa fino alla Turchia ma dell'Italia famosa per il suo canto non ve ne traccia perche ????!!
Pensieri filodinamici,azioni determinate dalla conoscenza che ormai sono comuni in Europa, in Italia neanche esistono,perche ??!!!!!
La Muraglia Italiana,in teoria la si potrebbe immaginare contro gl'immigrati ma in realtà la vera muraglia è di nuovo issata contro i pensieri emancipativi che circolano nel resto d'Europa e senza di essi il gioco non vale, cosi come non vale essere Europei ma essere Italiani in Italia,perche se ne pagano solo gl'aspetti negativi,sforzi e sforzi per entrare in Europa ma poi è sempre il Vaticano che detta legge in Italia,dunque ??!!!!!
Cosi dunque come il Vaticano si oppose al progresso proveniente dall'America in Italia nell'immediato dopo Guerra(seconda guerra Mondiale),cosi oggi si è opposto al progresso proveniente dall'Europa,certo, esiste l'Europa cattolica e quella è quella che viene fatta passare in Italia ma l'Europa non è cattolica ed il meglio dell'Europa sta dove non sta il cattolicesimo, dunque ????




noname

mercoledì, maggio 20, 2009

Il male peggiore deve ancora arrivare,la disputa sul dominio dell'infanzia..



lancia l'idea
Il male peggiore deve ancora arrivare,la disputa sul dominio sull'infanzia..





-----------------------------------------------------

Non è la prima volta che mi cimento in questo tipo di articoli e se da sempre sono stato un precursore,un Pioniere in vari campi e con ciò attanagliato dalla solitudine,oggi che ho maturato questa esperienza nel Centro-Nord Europa la solitudine che la mia comunicazione comporta mi conferma che la distanza tra me e l'Italiano medio è di nuovo finalmente siderale !!!!

Molte volte infatti ho provato nel comunicare come nel Nord Europa l'infanzia,cioè i bambini, come siano manomessi sin dalla tenera età di tre anni ma nessuno si è mai interessato credendo che la mia soggettività scavalcasse la realtà.
Oggi per caso sentendo il telegiornale sul primo canale Raitv mi sono imbattuto nelle affermazioni della Carfagna...
"I bambini non sono proprietà dei Genitori ma proprietà dei diritti del Bambino stesso....."
È indubbiamente una bella frase ma che chiude una porta ed apre un portone dico io.
Quali sono i diritti di un Bambino,chi è un bambino ed a cosa deve corrispondere quel qualcosa per essere un bambino ed evidentemente rappresentante la normalità ????
Quindi volendo per il momento sorvolare sul valore dell'affermazione "non proprietä dei genitori" comunque resta un mistero quale sia il diritto del Bambino alla quale esso appartiene,se infatti non è proprietà dei genitori è ovvio che lo sia di qualche altro ma di chi ????
A questo punto mi sono dedicato ad una breve ricerca in internet sperando di trovare già l'affermazione della Carfagna in rete ma invece mi sono imbattuto in quest'altra negazione di proprietà dei figli affermata dal Papa ??!!!!!!!!!!!
Libero News 11 Gennaio
...i figli non sono proprietà dei genitori ma affidati da Dio a loro.....

Ora sarebbe banale soffermarsi su come questi Bambini vengano dilaniati nell'animo tramite questa disputa tra lo Stato e Dio ma è il caso di notare come l'affermazione "figli non proprietà dei Genitori" sia passata praticamente come un dato di fatto, una legge,non scritta ma popolare,di costume.
Negl'anni in cui la Terra veniva scossa dalla Prima e dalla Seconda Guerra Mondiale,nello stesso tempo lo sviluppo Umano era arrivato a momenti cruciali,se infatti la Germania Nazista e l'Italia Fascista con violenza e urgenza forgiavano l'infanzia avendo capito che l'essere Umano è lì che si formava,l'America instaurava gli stessi meccanismi con meno violenza fisica e più pazienza,con la semplice lenta coercizione.
Pian piano questa logica fu ed è la logica perseguita dalle Società a "Regime" avanzato,come appunto il Nord e parte del Centro Europa,in queste Nazioni infatti è ormai da anni che i Bambini vengono selezionati, modellati, adattati nel vivere in un solo ambiente con un solo orizzonte,ambiente ed orizzonte Capital\consumista.
I Bambini non sono proprietà dei Genitori ma proprietà dello Stato e di Dio.
Spesso nel Nord Europa può accadere che Bambini educati sin dall'età di tre anni in strutture di Stato obblighino poi i genitori a dei corsi di recupero, di adattamento al sistema sociale.
Il peggio deve ancora arrivare....quando avranno la possibilità di salire al potere i frutti di questa scelta e manipolazione allora saranno veri dolori in Europa.
Tu genitore non devi solo stare attento nel non trattar male i tuoi figli che del resto è giustissimo ma devi stare attento a cosa gli insegni,perche deve essere in riga con il volere dello Stato,altrimenti è lo Stato che tramite tuo figlio arriva a te e ti rieduca, ti impone una rieducazione dei tuoi criteri !!!?????????? !!!!!!
Chi oggi è in grado di dominare l'infanzia altrui,avrà garantita la vita per il resto dei suoi giorni,questo lo sapeva Hitler,lo sapeva Mussolini, lo sapeva già la scienza del 1900..!!!
..La società attenta ai bisogni dei bambini è una trappola infernale !!!!!!!!!!!!
La società non sta attenta ai bisogni dei bambini,la società impone dei bisogni nei Bambini,la società li selezioni e ne fa una graduatoria in base all'utilità che essa ne ricava.
La chiesa e lo Stato ricordano comunque che i Genitori non sono proprietari dei Bambini e se questo vorrebbe significare che i Genitori non possono fare e disfare dei propri figli a loro piacimento,in realtà vuole significare ben altro e cioè quanto velocemente espresso da me oggi qui ed in altri articoli .
È in atto una manipolazione dell'individuo partendo dalla sua più tenera età e questo è l'ordine precostituito che si sta rispettando ed attuando ormai in tutto l'Occidente.
Se oggi qualcuno crede di trovarsi davanti ad un Regime Fascista,dovrebbe cercare di capire cosa accadrà domani quando avranno potere questi bambini diventati adulti,immaginazione che comunque non dovrebbe essere difficile avere visto la possibilità di osservare Forza Italia o Partito delle libertà..come lo si voglia chiamare,del resto la Carfagna chi è se non uno di quei Bambini già cresciuti ???!!
Le famose Veline di Berlusconi cosa sono se non figli di quella educazione di cui si parla in questo articolo ???!!



noname

domenica, maggio 17, 2009

...Presidente del Consiglio che ha raggiunto il massimo storico della fiducia dei cittadini



lancia l'idea
...Presidente del Consiglio che ha raggiunto il massimo storico della fiducia dei cittadini....





-----------------------------------------------------

Sarebbe ora di affrontare questo tema anche se oramai le palle mi sono arrivate fin dove non dovrebbero.


Berlusconi

non fa altro che citare sondaggi ed affermare di avere la maggioranza come non mai è accaduto in Italia negl'ultimi anni ma sarà vero ???!!!
Voglio dire,sarà vero che Berlusconi ha di merito tutta questa stima o non sarà che in Italia in quattro e quattrotto si è reinstaurata quella regola di non parlar male di chi ti comanda anche se ti tratta male ????!!!!
È una vecchia storia ma visto l'andazzo in Italia non mi stupirei di esserci ricaduti di nuovo.


In Italia ma non solo,comunque in Italia è diventato pericoloso parlar male di tutte quelle cose che arrivano fino alle forze dell'ordine passando per la chiesa e l'esercito,di tutto quello insomma che è pilastro dello Stato,ovviamente non è vietato parlar male della Polizia online(...nelle regole dei rispetti delle parti),non è vietato manifestare in strada(almeno fino ad ora),non è vietato dunque nei luoghi deputati sfogarsi e parlar male quanto si vuole ma in Italia è diventato pericoloso esprimersi sull'autobus, sul Tram,insomma nei luoghi pubblici esponendo idee contrarie allo Stato,al volere e dire del Governo in Carica.
Questa denuncia ancora non ha avuto il coraggio nessuno di farla ma in Italia oramai siamo ritornati a questi drammatici livelli.
Ecco dunque che Berlusconi recrimina si i sondaggi a lui favorevoli ma si dimentica di ricordarsi e ricordarci che in Italia oramai stare contro di lui vuol dire morire,vuol dire non trovare finanziamenti, vuol dire essere escluso se non rinchiuso.
Io, te,magari sogneremmo, sognamo di essere intervistati per poter dire la nostra parola contro che magari mai verrà passata in rai ma tu, io, lo sappiamo che il cittadino comune oggi più di ieri se intervistato avrebbe paura di dire una parola contro chi comanda,ecco dunque che il consenso sbandierato da Berlusconi altro non è che l'esatto frutto del Tiranno in seno alla tirannia,"Bene,Bravo,bis,Grazie..Bene Bra..GRAZIE"..
Non è cosi semplice,sono oramai anni che un certo movimento ha insinuato i suoi artigli nel tessuto sociale ed oggi vediamo solo i frutti, i primi amari frutti,l'Italiano medio in pubblico ha paura di parlar male di Berlusconi, Fini e tutto il Governo, comprese tutte le sue emanzioni che sono arrivate fino nel riformare il capetto di zona che controla il rione,il quartiere.
Queste sono le osservazioni che ci rendono chiara la drammatica situazione Italiana,in Italia il cittadino comune ha paura di parlare,ha paura di sfidare il potere e questo è il consenso,il nervo del consenso Berlusconiano.




noname

mercoledì, maggio 13, 2009

Ammalarsi



lancia l'idea
Ammalarsi





-----------------------------------------------------

Io sono ritardato forse ma state a sentire.
Anni fa andava di moda affermare, educare i bambini e gl'adulti fin dove era possibile con una certà fermezza nell'imporre all'individuo di dire,di fare quello che gli passava per la mente perche era questo il modo per mantenere un igene mentale immune da stress e tutte le complicazioni che invece il silenzio,il reprimere comportavano,è indubbio che codesta prassi portata agl'eccessi proprio da chi la voleva combattere,generò dei mostri,mostri che legittimarono con il tempo una rilettura di quelle affermazioni Frekettone.
Ma erano veramente visioni frekettone o come è vero che i Paninari sono stati e sono un prodotto di questa Società ma che tutta la società non è Paninara,i Frekettoni furono e sono solo una esasperazione di un concetto sano ??!!
Io non sono un Frekettone ma provengo sicuramente da quella cultura che vede tutt'ora il parlare,il ribellarsi,il dire e fare quello che meglio si crede in un determinato momento o della propria vita, l'unica giusta forma per mantenere se stessi integri e dare cosi un valore sano alla vita.
Questa regola l'ho portata in essere fino ad ora ma qualcosa da qualche tempo è cambiata,mi sento Malato,mi sono Ammalato.
Mi sono Ammalato perche è da tempo che mi sono ritrovato in un vortice che mi ha condotto per la prima volta nello stare in silenzio, sopportare senza un orizzonte di fine.
Se fin qui ho raccontato la mia storia,devo iniziare ora nel far notare che la stessa cosa che è accaduta e sta accadendo a me,sta accadendo a tutta l'Umanità Occidentale derivante da una cultura presente nel pianeta Occidentale fino a qualche anno fa.
"Diventare Adulti vuol dire sopportare "
Sopportare però è la prima delle dinamiche psicologiche che portano direttamente a deviazioni mentali,sociali,comportamentali,repressioni,frustrazioni,sensi di rabbia, voglia di sfogare questa rabbia,impotenza che genera colpi di testa o lo sfogare sul più debole il male ricevuto dalla massa cattiva o dal più forte nell'ambito di lavoro o dalla Società stessa.
Dunque io non voglio dire che noi avevamo ragione ma qualcuno mi\ci dovrebbe spiegare questa rivisitazione scientifica per cui il sopportare sarebbe diventata una dote indiscutibile dell'essere Umano Moderno ???!!!
Per motivi assurdi che prima o poi diventeranno pubblici mi sono ritrovato nel vivere una repressione pazzesca che per l'appunto ha generato in me un senso di rabbia,di voglia di giustizia che mai ho avuto,la forma di repressione alla quale sono soggetto non è molto dissimile dalla repressione che mette in atto lo Stato Sociale nei confronti ed in nome del suo stesso controllo su tutti gl'individui ed in particolare il Popolo,quella repressione deviata cioè che colpisce in alto per ottenere l'effetto desiderato in basso e che colpisce con una lentezza degna della goccia che scava la roccia.
Non è che io stia scoprendo l'acqua calda ma voglio solo riaffermare con altre parole la paura che più mi attanaglia in questi anni e purtroppo per il prossimo futuro e cioè che la società dal punto di vista "Massa" continui nel diventare sempre più perversa in nome di questa follia chiamata Ordine che pretende dagl'individui che siano obedienti come gl'operai in Fabbrica senza possibilità di uso della materia grigia,senza possibilità di essere.
Come si può negare il fatto che all'80% dei casi un figlio educato con troppa severità si metta troppo spesso nei pasticci,come si può negare che la repressione che l'individuo figlio vive genera molto spesso violenza e devianza ??!!
Perche dunque si continua nel forgiare una società sempre più perversa,deviata e violenta ????!!!!!
"Oltraggio a Pubblico ufficiale"...........
Chi sono i Pubblici Ufficiali che oggi in Italia riacquistano il diritto di essere superiori ?????????
Certo le forze dell'ordine ma voi forse non avete in mente quanti incarichi in giro per l'Italia che lavora o che te la trovi tra i piedi sempre nel momento sbagliato siano in realtà Pubblici Ufficiali........dunque....
Sempre di più l'individuo è coercito pian piano come una goccia perfora una roccia ma sempre di più l'individuo è perverso, represso,violento e dedito alla costruzione di una società Diametralmente opposta a quella imposta dallo Stato ed i suoi poteri,nulla di diverso di quello che fa un figlio represso in famiglia.
Dunque io mi sono finalmente Ammalato e sono diventato come tutti ma io ci sto male ancora di più.





noname

lunedì, maggio 11, 2009

Multitimbricità



lancia l'idea
Multitimbricità





-----------------------------------------------------

La "Multitimbricità" ha portato veramente il cambiamento nella musica moderna anche se ormai potrebbe sembrare un termine sorpassato come spesso accade per tutte le matrici,per tutte le origini delle cose ma vediamo un pò di ripassare la lezione.
Multitimbrico
Fino ad anni fa è uso comune ricordare Tastieristi di Band famose o meno durante i concerti circondati di tastiere,questo accadeva perche per l'appunto ancora non esisteva la Multimbricità,cioè ogni tastiera poteva emettere un solo suono alla volta,poi arrivò la tecnologia in supporto ai poveri tastieristi e fu cosi creata la multimbricità,cioè una sola tastiera poteva emettere quasi tanti suoni diversi quanti tasti avesse.
Parafrasando un pò il tutto si arriva nel paragonare la tastiera alla società e la multimbricità alla Democrazia,quello che è di più incredibile è il constatare che oggi nella società per assurdo avviene il contrario, cioè è come se si stesse togliendo la possibilità alla società di essere Multimbrica,è come se al Tastierista di turno gli venisse imposto di ritornare a suonare con un solo suono alla volta o con più suoni ma con più tastiere il che implica un dispendio economico non consone a tutti....
Scrivo quest'articolo sull'onda delle affermazioni della Destra Italiana per bocca di Berlusconi.
Berlusconi evidentemente non è preoccupato della Multietnicità dell'Italia ma della Multimbricità che c'era e c'è in Italia,spesso Berlusconi combina gaf o Froidianamente anticipa o svela le sue più profonde intenzioni,è cosi quindi che mi sono reso conto che lui voleva dire appunto quello che non può dire.
È infatti la Multitimbricità che sta venedo a mancare nella società Italiana ed internazionale e sta venedo a mancare proprio per decisione di qualcuno.
Uno strumento multimbrico richiede un bel lavoro di preparazione,di organizzazione e quindi nulla di contrario se qualcuno si predispone per ciò ma lo strumento multimbrico appunto prevede una livellazione di volumi di fondamentale importanza ed è questa la linea che si deve seguire nell'organizzare uno strumento multitimbrico.
Ben anche nello strumento multimbrico si decidesse di far predominare una voce su tutte le altre comunque questa voce non potrebbe essere alta più di tanto ma restare sempre nei parametri dell'armonia musicale in svolgimento altrimenti si ritornerebbe allo strumento con un solo suono.
Nella società è da molto tempo che è in essere una eliminazione di suoni dalla Tastiera(tessuto sociale) e nello stesso tempo ve ne uno che strilla sempre di più.
La parola Multietnico è in un certo senso colorata di rosso,è quasi una parola di Sinistra ed è per questo e solo per questo che Berlusconi ha detto quello che ha detto e questa è la vera malattia che ormai è stata scoperta.
La parola Multienico ha in se i valori di varietà,diversità ed è proprio questa la contestazione di Berlusconi,Berlusconi come del resto tutto il sistema Occidentale non vuole cittadini pensanti ma perfetti esecutori di ordini,tutto ciò che è "multi" non fa comodo all'ordine ed al controllo da parte di chi di dovere.
"..se agl'Indiani d'America gli fosse stata lasciata la possibilità di essere e vivere quello che volevano, la società dei Bianchi sarebbe stata diversa,la tragica conclusione di quel percorso è prossima per mostrarsi in tutta la sua crudeltà".
In questa società si va avanti solo se si pigia su di un tasto specifico, tutti gl'altri non suonano più......





noname

Vivere tra il popolo



lancia l'idea
Vivere tra il popolo





-----------------------------------------------------

Già...vivere tra il Popolo..
Cosa voglio dire ??
Fin quando si è giovani tutto questo sembra non esistere,non avere importanza,poi arriva un punto in cui ci si ritrova immersi appunto tra il Popolo ed in esso vediamo scomparire quasi tutte le nozioni con cura assemblate durante l'ipotesi dell'essere,del sè che ogn'uno si coccola nell'ipotesi di costruirsi, di formarsi.
Ci sono alcuni più fortunati,altri meno e questo dipendente sempre dal punto di vista,comunque io ritenendomi fortunato posso affermare che avendo vissuto per anni all'interno di un Popolo tutto speciale che è quello dell'estrema Sinistra e tutte le sue deviuanze culturali mi sono ritrovato solo in tempi recenti nell'affrontare il tema in questione.
La Perversione cosciente e\o meno, è il primo flagello alla quale ci si ritrova in combattimento una volta ritrovatisi all'interno della famosa Società Ufficiale.
Potrei qui fare un elenco ma la conclusione sarebbe sempre la stessa,cosi mi viene in mente un esempio comunissimo,chiunque conosce l'entrare in un ambito lavorativo,non tutti conoscono svariati ambiti lavorativi e non tutti hanno sperimentato ambiti truci dell'esistenza lavorativa ma tutti sono a conoscenza delle leggi etiche e morali che ben presto bisogna apprendere per sopravvivvere in quel determinato contesto lavorativo.
Quando si entra a lavorare in una Fabbrica,in un ambiente lavorativo,la prima cosa che avviene è una spersonalizzazione di se stessi in nome dell'apprendimento del funzionamento della situazione stessa,la stessa cosa avviene quando si entra nella società degl'adulti,al di là delle ragioni etiche,morali e quant'altro si possa trovare,in ogni caso si intuisce subito che è meglio apprendere tutte le devianze possibili a disposizione invece che restarne schiacciato.
Ieri,oggi e purtroppo domani infatti chi è dedito nel seguire la legge Umana e giuridica è quel colui che si può considerare sempre l'ultimo della situazione,il fallito,il capro espiatorio.
Eccoci infatti nel constatare che se il senso di equità lo adottiamo come forma pratica della nostra esistenza,ben presto ci ritroviamo nel constatare che se noi dividiamo per due,i loro della situazione si prendeno la nostra parte che gli abbiamo offerto più la loro intera,cosi dicendo ben presto ci accorgiamo che tutte le nostre belle conclusioni socio\comportamentali,quelle dinamiche che renderebbero il Pianeta Terra un Paradiso si affogano nel mare dell'ignoranza.
I Politici sono criticabili,i politici sono dei mostri,attualmente si può parlar male di Berlusconi di chi si vuole ma dal momento che si accetta di dire la verità si deve anche denunciare questa situazione tra il Popolo che legittima fino agl'ultimi degl'avvoltoi Politici, fino all'ultimo dei truffaldini.
Non per offendere nessuno ma per restare nell'Italianità della questione, l'Abruzzo sembra voler far sembrare come se il Popolo fosse una maglia stretta,ben aderente e compiacente ma in realtà il Popolo,l'individuo che compone il Popolo è messo veramente in condizioni disastrose e non lo è per motivi di Terremoto ma per motivi di disastri psicoambientali posti in essere ormai da decenni da un potere scellerato filo Nazista,il Popolo e l'individuo che lo compone privato della capacità di essere e questa incapacità trasformata ormai da millenni in perversione fine a se stessa.
Oggi ormai c'è un individuo che ha strettamente bisogno di essere sempre sotto controllo e questo perche non è in grado di controllarsi e questa mancanza è frutto del volere di un qualcuno.
I ritmi,le piccole imposizioni\doveri impongono un minimo di controllo, un freno ma in realtà l'individuo frutto modello di questa civiltà,società,è quel colui privo di capacità di autocontrollo, di autoanalisi, di capacità di decidere autonomamente.
Questa grave mancanza nell'individuo crea delle devianza che suppliscono alle suddette mancanze,la società civile che conosciamo altro non è che un insieme di surrogati atti nel far sentire l'individuo indipendente solo perche sceglie una cravatta invece dell'altra a disposizione.
In fine per il momento, vivere tra il popolo equivale nell'accettare quella legge che recita cosi : "tolto il Dente passato il dolore ".
Peccato che in questo caso non si tratti di dente ma dell'identità di un individuo Umano,dell'intelligenza.

noname

lunedì, maggio 04, 2009

Vincent Van Gogh,la follia e la cultura Occidentale sempre più manipolata



lancia l'idea
Vincent Van Gogh,la follia e la cultura Occidentale sempre più manipolata





-----------------------------------------------------

"......Quindi il pittore olandese non era pazzo come si è creduto per secoli e cade perciò la teoria di Georges Bataille e Antonin Artaud che negli anni '30 videro nel gesto di Van Gogh un significato sacrificale che rendeva la follia fondamentale per l'arte moderna."
Quanto scritto sopra proviene dal solito articoloAnsa.it


Quando leggo queste cose mi viene il volta stomaco !!
Si passa da un fatto relativamente importante come la storia di un Pittore per arrivare nel dettare legge in materia di Follia.
Su Van Gogh c'è cosi tanto da dire che il folclore dell'orecchio tagliato poco toglie alla sua espressione al suo essere sacrificato da quella società dell'epoca che pur troppo è poco dissimile da quella di oggi ed è quindi assurdo affermare come si propone l'articolo Ansa che Van Gogh non era pazzo solo perche non si tagliò l'orecchio da solo,sembra quasi volatilizzarsi tutto come avviene sempre con le rivisitazioni storiche,Van Gogh ha tutto un percorso, una vita che ha riflettuto alcune tematiche ed esse non possono essere rachiuse nell'estremismo dell'orecchio tagliato,perche in ogni caso se di follia si vuole parlare,non è poi cosi tanto normale ne tagliarsi un orecchio ne farsi tagliare un orecchio e dopo di che mettersi a letto,aspettando cosa ??,anche ben sapendo io che in quei tempi non esistevano punti di sutura cosi raffinati come li abbiamo oggi,comunque è abbastanza strano,dunque ??
Perche quest'articolo Ansa afferma quasi con certezza che Van Gogh non era pazzo e che dunque alcuni pilastri di una certa cultura sarebbero falsi,non veri,in altre parole dunque quasi nocivi ???!!
Premetto che ben anche appartenendo alla schiera dei Poeti Maledetti (per sentito dire)comunque la follia per me continua ad essere presente in me ogni qual volta che sono costretto nel seguire le prassi sociali, etiche,morali e giuridiche che vorrebbero avere la presunzione di interpretare la realtà,l'igene mentale,la normalità.
Dunque un Artista deve entrare nella follia se vuole essere in grado di interpretare ed esporre un qualcosa che abbia valore ma di cosa stiamo parlando,cosa è la follia ?????!!
Se la follia è farsi male,uccidersi,beh, questa di follia non fa per me,se però mi si dice che è follia ritrovarsi a Morire per quello in cui si crede beh,allora direi che dovremmo spiegarci un bel pò di cose.....
Non è dunque per me ovvio farsi male,morire per dar lustro, valore alla mia opera ma nel perseguire la mia opera ci potrei anche morire,ci potrei morire anche solo perche ormai distrutta l'Armonia che è fondamentale per l'esistenza di un individuo cosciente di ciò.
Devo però essere folle se voglio che il Cervello,la mia mente, partorisca qualcosa che non sia Coca cola,dunque cosa vuole dire quest' articolo Ansa riguardo alla Follia ?????!!
Sono forse veri Artisti coloro che escono dall'Accademia e leccano il Culo dove possono per guadagnare da Showman,per riproporre sempre le stesse cose ????!!!
La Follia è lo strumento principe per l'acquisizione di conoscenze che poi diventeranno di dominio e di servizio pubblico,senza la follia non esisterebbe il Mondo ma l'Articolo Ansa con un gran respiro di soddisfazione ci fa sapere che Van Gogh non era folle e che dunque chi ricerca nella follia è fuori strada......
Bella l'espressione che regna in Occidente,quell'Occidente che si dice essere la Legge,coloro che contano,non serve scoprire più nulla,basta solo vendere e comprare, fare soldi e spenderli,se non fai questo rientri nella follia, dunque ???!!!!
Se Van Gogh avesse avuto il giusto input di iniziare nel guadagnare e nel vendere le sue opere forse non sarebbe diventato una leggenda ma chiunque oggi cosi come ieri se non ha indipendenza economica non ha neanche l'indipendenza di decidere di essere matto o no,perche è chi ti governa che decide per te e Van Gogh se un punto negativo lo ha avuto,lo si deve rintracciare nei suoi affetti,come il fratello che mai lo ha liberato veramente e come mai egli si è liberato.
In Italia dunque di una notizia incerta se ne è fatta subito una legge,buffo è infatti come l'articolo ansa sia diviso in due parti,l'uno dove spara a zero sull'assurdità del sacrificio, del dolore,della passione che fa si che tutta una cultura venga messa in discussione,la seconda parte dell'articolo invece ricorda che nulla si può dare per certo e che quindi non si sa chi abbia ragione.....
Non v'è ombra di dubbio sull'imperativo della frase riportata da me in questo post,"Van Gogh non era pazzo.....e cade perciò la teoria di Georges Bataille e Antonin Artaud...",minghia che affermazione da poco contoehh.....!!! .



noname

Informazioni personali

La mia foto
But I don't know!!!!!, and I don't wanna know!!!!!!! I'bored about it, sorry.

MinimalTribeTV

Pubblcità



Friends