venerdì, luglio 27, 2007

Atropina di Stato






COCAINA TAGLIATA MALE, 17 RICOVERI
BERGAMO - E' allarme in provincia di Bergamo dopo il ricovero di diciassette persone, finite in ospedale nelle ultime 48 ore per aver assunto cocaina appartenente ad una partita 'tagliata' con atropina. I primi sei casi si sono registrati la notte tra mercoledì e giovedì, altre undici persone sono state ricoverate la scorsa notte e oggi. Nessuno dei ricoverati è grave. Alcuni di loro, anzi, sono stati dimessi in giornata, altri sono tuttora sotto osservazione in ospedali della provincia. La prefettura, dove questa mattina c'é stata una riunione straordinaria per fare il punto della situazione, lancia un allarme, raccomandando anzitutto di astenersi dal consumo della cocaina ma anche di rivolgersi immediatamente ad un pronto soccorso ai primi sintomi di malessere.

"Nel frattempo sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio da parte dei carabinieri, della polizia stradale e della guardia di finanza - ha dichiarato il viceprefetto Lucio Marotta - Gli agenti avranno a disposizione anche un supporto sanitario per effettuare dei controlli con il prelievo del sangue". Le indagini hanno portato ad un primo risultato: polizia e carabinieri, in due distinte operazioni, hanno arrestato due marocchini. Sarebbero tra i 'fornitori' della partita tagliata male, per loro si prospetta, oltre a quella di spaccio, anche l'accusa di tentato omicidio. All'incontro di stamani in Prefettura hanno partecipato i rappresentanti di Asl, Centro Antiveleni, 118, Silb (il sindacato dei locali da ballo) e Ascom. L'atropina è una sostanza chimica che può provocare allucinazioni, convulsioni e persino la morte. Il quadro clinico riscontrato nelle 16 persone ricoverate, è simile: hanno accusato tutte allucinazioni alternate a stato di torpore. Dall'analisi delle urine sono risultate positive sia alla cocaina che all'atropina. I pazienti coinvolti non sono tutti tossicodipendenti, tra loro ci sarebbero anche assuntori occasionali. La partita avariata di polvere bianca starebbe circolando da un paio di giorni nella zona dell'hinterland di Bergamo, anche se non è possibile circoscrivere con esattezza il territorio nel quale è stata smerciata.

La situazione è stata definita "preoccupante" dai sanitari dell'Asl di Bergamo: "Il fenomeno sta prendendo dimensioni che confermano la preoccupazione e l'esigenza di intervenire rapidamente - ha dichiarato il direttore sanitario Claudio Sileo - L'allerta è massima in tutta la provincia. Purtroppo, con l'avvicinarsi del fine settimana ci aspettiamo altri casi. La diagnosi precoce è fondamentale, in certi casi aspettare anche una sola ora, dopo aver accusato i primi sintomi, potrebbe essere pericoloso". Non è escluso che altri casi si possano verificare anche fuori dalla provincia di Bergamo, anche se l'attenzione è massima. Al momento non è possibile stabilire se ci siano collegamenti fra questa partita di cocaina tagliata male e la morte di una ragazza di origine marocchina, 20 anni, deceduta la scorsa notte all'ospedale di Desenzano del Garda (Brescia), per una presunta overdose. Sarà l'autopsia a stabilire se ci sono relazioni con i casi di Bergamo.

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ci siamo !!!!!!!

Questa è una delle più palesi manomissioni che il proibizionismo mette in atto dagl'ultimi 20 anni !!!!!!!!

La cocaina tagliata male o le droghe pesanti tagliate male, lo sono solo per alcuni individui che caso mai facessero uso di droga sporca potrebbero risultare allergici a quella sostanza usata per tagliare.

Quando la droga pesante invece viene immessa sul mercato come in questo caso, tagliata con sostanze che mai nessun trafficante o comunque esperto di sballo si permetterebbe di usare pena il suo fallimento finanziario, allora si può affermare senza ombra di dubbio che la partita di droga è stata immessa sul mercato con scopi ben precisi dallo Stato o da servizzi segreti per il bene della società .

È infatti questa una strana storia che inquina in modo molto sottile il mondo della cocaina già di per se molto ambigua.

Già la cocaina di per se agisce in maniera tale che dà la possibilità di percepire una sorta di allucinazione fredda, mettere dell'atropina o far girare la voce che la cocaina può essere tagliata con l'atropina, significa mandare in paranoia i consumatori di cocaina .
Mandarli in paranoia non per la specifica partita tagliata ma perche da oggi secondo impressione qualsiasi, la cocaina in realta può sembrar tagliata con l'atropina .

Semplicemente quando lo Stato prende in prestito azioni altrui, come in questo caso la tecnica usata per sabotare un prodotto alimentare .

L'atropina nella cocaina è un chiaro sabotaggio, non può essere altrimenti .

Saluti


giovedì, luglio 26, 2007

Due culture a confronto







Come da foto sopra è innegabile questa struttura piramidale ed è quindi sbagliato non essere in grado di vedere che in realta la libertà nelle sue mille sfaccettature poi al dunque arrivi ad avere due sole possibilità, abbia due sole vesti da poter indossare, due culture, due modi di fare.

La libertà quotidiana, la libertà di essere quindi, è una sorta di libertà fine a se stessa, è una libertà che è impotente di potersi radicalizzare, di poter andare oltre il seminato, seminato infatti che come un campo minato costringe nell'abbandonare la propria libertà in nome delle due libertà consentite alla massa che vuole evolversi, come da fotografia sopra.

È infatti verissimo che la libertà estrema vissuta, implica il dissenso sociale, implica l'emarginazione sociale.

La Libertà nella sua orgogliosità preferisce finire la sua esitenza in terra, ai margini di tutto, deve stare ai margini di tutto .

La libertà è un bene di chi non è mai nato si dice e questo perche in realta per essere nel tessuto sociale bisogna aderire ad una delle due culture vigenti, sacrificando appunto la libertà propria.

Nello schema sopra ho preferito usare il nero ed il rosso, cosi come ho usato destra e sinistra, questo solo per facilitare le cose, per facilitare l'esplicazione della mia idea.
In realta non è in questo scritto che voglio analizzare l'aspetto politico della vita ma quello culturale .
Se la Politica abbia generato la cultura o se la cultura abbia generato la Politica e di conseguenza la Destra e la sinistra non lo so, so solo che una cultura dinamica è quella che genera le scelte, i passi che creano la realta .

La realta che immagina la destra è intrisa di un'ovvia cultura dinamica d'azione prossima ai voleri di un'individuo di destra, idem lo è per la sinistra.

Se si volesse arrivare ad uno svisceramento finale, cosa differenzia la cultura dinamica della destra da quella della sinistra ?????

La cultura della destra che è molto populista purtroppo, si basa sulla costruzione, sulla programmazione dell'esistenza, la cultura della destra ha come utopia il controllo del creato, vorrebbe essere in grado che anche gli eventi della natura rispondessero ai suoi voleri, programmi .

La cultura della destra si basa su i ruoli e non fa differernza da chi ricopre tali ruoli, l'importante che ogn'uno rispetti i ruoli come se si fosse in un film .

L'individuo di destra è quella persona che vive di finzione data proprio dall'inutilità di essere, visto che ci sono i ruoli che determinano la storia che determinano l'essere in società .

Una culura quindi individuata con la destra, è quella cultura che ama vivere nel programmato, finto ma programmato, è quella cultura che preferisce far morire l'evidenza in nome del programma.

Una società perfetta non esiste e non esisterà, esiste però il sogno della realizzazione di essa, una cultura fa i salti mortali per far accadere quello che vuole, arrivando anche ad uccidere per ottenere quello che vuole.

Potrebbe essere la storia dell'imperialismo questa.......

Esiste un'altra cultura cosi detta di sinistra che invece sacrifica il progetto in nome dell'evidenza, è una cultura che ama ascoltare il tempo che passa, è una cultura che preferisce migliorare se stesso in silenzio, sapendo che solo cosi una società migliore potrebbe accadere, è una cultura che ascolta l'individuo e dà ad esso il ruolo che merita, l'individuo di sinistra ha una cultura che prediligge l'individuo e la sua emanazione epidermica, non rispetta il ruolo ma rispetta la persona e la sua emanazione epidermica.

La cultura della sinistra ride e si dispera nello stesso tempo nel sapere che tutti sanno ma nessuno fà nulla.....

Occhi cattivi, occhi buoni !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Chi ormai non è in grado di riconoscere gl'occhi buoni e gl'occhi cattivi di una persona???!!!!!!

La cultura di sinistra si dispera per ciò !!!!!!!!!

La cultura di sinistra si dispera perche il popolo abbia accettato il fatto che siano buoni gli occhi cattivi e cattivi gl'occhi buoni !!!!!!!!!!!

Quelli con gl'occhi cattivi sono quelli che arrivano sempre al potere ai soldi...quindi gl'occhi cattivi sono quelli buoni !!!

La cultura di sinistra si dispera di ciò mentre la destra vorrebbe che tutti avessero gl'occhi cattivi..........

Eh si........


domenica, luglio 22, 2007

La Filosofia di Cristo






La Filosofia di Cristo


giovedì, luglio 19, 2007

Oscar Pistorius.....o meglio dire............






Certo non è una notizia di giornata, però sono giorni e giorni che insistono con questa storia fino ad arrivare appunto nel contaggiare anche me, quindi scrivo anch'io :):):):)!!!.

Tanto per iniziare vorrei sarcasticamente far notare che io non sono contro gli Americani ma contro il Governo Bush :):)

Quindi non sono contro gli handicappati ma sono contro il Governo degli handicappati :):):):)

Seriamente parlando invece :

IO SONO CONTRO la possibilità che il signor Oscar Pistorius gareggi con i normododati.

Se mi si permette di dire, anch'io sono handicappato, cioè sono basso rispetto alla media che vorrebbe individuare un bell'uomo nel detto "altezza mezza bellezza ", anch'io non posso fare alcune cose che possono fare quelli più alti di me, piaccio di meno perche sono basso, nella società attuale non è forse un'handicap ???!!!!!!

Si, lo sò, è un pò paradossale quello che ho detto, però mi introduce sempre più nel tema che per me non ha come soggetto l'individuo ma un'insieme di valori che crea e scardina nello stesso tempo questa tematica nell'ambito sociale evolutivo.

La presunzione è un gran male ma il coraggio è una dote importante tanto quanto l'onestà con se stessi, detto questo a volte la presunzione è solo un nome dato erroneamente ad un'azione che se non venisse compiuta sarebbe peggio.

La presunzione è la mia in questo caso nel voler ribadire che è dalle piccole cose che si può trarre un senso superiore.

Una piccola cosa potrebbe essere appunto il tema in questione rispetto a tematiche più drammatiche presenti nella civiltà umana, una piccola cosa però che potrebbe aiutare nel trovare o ritrovare un senso delle cose da cui poter ripartire per progredire in migliore direzione .

Punto primo :

Lo Sport è una cosa che fa bene al fisico ed alla mente, giusto.
Lo Sport e la sana competizione in esso, possono aiutare lo stato psicofisico di un'individuo, giusto .

Quindi quello che un'individuo dovrebbe pretendere da se stesso e dalla società dovrebbe essere la possibilità di fare Sport nelle specifiche di cui sopra.

Punto secondo :

Non vi è dubbio che oggi nello Sport professionista ci sia tanto di quel business, ci sia tanta di quella tecnologia che aiuta l'altleta che in realta forse i limiti stessi dell'uomo sono stati già superati grazie alla tecnologia ma appunto come dalla mie parole si sta profilando, oggi quei limiti sono ulteriormente messi in discussione .

Ma cosa è messo in discussione ???

È forse messo in discussione il punto in cui anch'io, tu, tutti, possono diventare grandi giocatori di Pallacanestro grazie a delle protesi ???!!!!!!!!!!!

Illo limite che si sta scalfendo è appunto questo ????!!!!!

Chi è normale e cosa è normale ??????!!!

È normale e giusto che ci siano olimpiadi parallele, è giuto che ci sia che la società dia la possibilità a chi normale non è di crearsi una società parallela, si !!!!!!

È normale che io diventi campione di Pallacanestro grazie a delle protesi che mi farebbero alto due metri e magari più scattante in alcune fasi dei normodotati ???!!!!! NO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Cosa e chi si sta imponendo ??

È il diritto di quell'individuo di gareggiare con i normodotati o è un concetto trasversale che ci introduce definitivamenti nella "bionicità" dell'esitenza tanto fantasticata dagli scrittori di fantascienza ??!!!!

È la prepotenza della tecnologia che si sta imponendo nascosta nel Cavallo di Troia che oggi, in questo caso è il signor Oscar Pistorius ??!!!!

Inoltre :

Quale perversa morale esiste, si sta spingendo in quest'Occidente cosi sfigato ????!!!

Essere Campioni....

..si, come detto prima oggi la tecnologia aiuta i campioni e forse oggi alcuni campioni non sarebbero tali se non avessero l'aiuto della tecnologia ma questo è un discorso intrinseco al progresso stesso rintracciabile fin dai tempi dell'uomo nelle Caverne e l'uomo coltivatore nella capanna, uno diceva all'altro che era meglio il proprio modo..:):):)
Sembra che da millenni abbia vinto uno di loro, quindi l'aiuto è intrinseco al progresso stesso.

Ma appunto essere Campioni vuol dire avere quel qualcosa in più che ti fa campione, voglio dire non tutti siamo campioni o no ????!!!!

Ogn'uno forse è campione nel proprio animo, nella propria unicità ma non tutti siamo campioni su tutti gl'altri .

Ma è in realta un problema, un fattore indirizzato alla "campionicità " o è altro ??????

Non è forse l'ennesima mostruosità del political correct ???!!!!!

Per quale motivo quella persone deve essere questo qualcosa di mostruoso, quella scheggia impazzita che deve per forza gareggiare con i normodotati ???!!!

Stranamente in questo mi sto accorgendo di essere in sintonia con un certo Pragmatismo Olandese.
Infatti non è difficile ormai imbattersi in programmi Tv nel panorama Olandese, quiz,spaccati di vita, i cui partecipanti sono tutti portatori di handicap.

I programmi non si differenziano di nulla dai "normali", tranne appunto i tempi down dei portatori di handicap.
Ed è vero che cosi si, esiste una perversa comunicazione, presa coscienza dei fatti che stravolge il senso del portatore di handicap.
Vedere, ascoltare il portatore di handicap che risponde a quello che tu, io non sappiamo, meraviglia e lascia riflettere, vederli nello loro insieme, insegna e li abilità nelle loro proporzioni anche se sfortunate nel contesto sociale .

Invece nel Political correct risultano essere handicappati i normododati !!!!!

Vedere correre Oscar Pistorius da l'idea di vedere una pista in cui ci sono tutte macchine "famigliari" ed una super veloce..:):):):)

È ridicolo, malefico, brutto, coercente tanto quanto la civiltà Occidentale attuale, una follia .














mercoledì, luglio 18, 2007

Parole al vento, la catena di montaggio, il cambiamento






Ciao a tutti, è notte fonda dovrei dormire ma sono ispirato e scrivo .

Tutti noi hanno avuto un'esperienza nella vita, oggi non essendo più giovanissimo potrei immaginare che qualcosa sia cambiato ma cosi non è visto le mie esperienze :):)

Voglio dire, io ricordo da giovane i primi distacchi dagl'amici o amichetti, questi distacchi spesso venivano definiti, attuati dall'entrata nel mondo lavorativo.

Precisazione "io provengo dal sottoproletariato di fatto, quindi ricordo con precisione come la persona cambiava quando aveva la possibilità di avere un pò di soldi".

Cosa voglio dire con "cambiare " ??

Non voglio sicuramente dire, abbinare il cambiare, con la macchina costosa o semplicemente aderire al materialismo consumista
ma voglio dire, abbinare il cambiare a quell'aderire all'affermazione che la vita è una lotta continua,dove solo la morte del tuo prossimo avvale la tua salvezza .

Ricordo con chiarezza che la perdita dell'amico che aveva fatto i soldi voleva significare non aver perso un compagno di giochi ma aver trovato un nemico pronto a schernire ciò che lui stesso faceva fin a pochi giorni prima .

L'Amicizia,l'onestà, il rispetto, venivano cosi impacchettate e servite riscaldate solo all'interno delle valenze e situazioni atte a valere per un riconoscimento economico o di prestigio .

Ovviamente come detto ed anche se esposto in breve, il tutto si genera in una situazione sottoproletaria di fatto .
Dove la disperazione porta nel rendere evidenti alcuni passaggi che altrimenti vengono attentamente occultati o nascosti alla meglio possibile .

Di amici ed amichetti ne sono passati molti sotto i ponti dell'arcano ed alla luce dei fatti oggi si può affermare che la società stessa viva questo sdoppiamento perverso in cui appunto si distinguano una sorta di Inferno e Paradiso .

L'Inferno è di coloro che stentano nell'entrare o che sono incapaci di entrare in Paradiso, mentre il Paradiso è di coloro che ci sono nati e di quelli che accettano le regole essendo capaci di sfruttarle .

La perversione sta nel fatto che il Paradiso ha bisogno dell'inferno, mentre l'inferno non vorrebbe proprio esistere .

Dicevo che molta acqua è passata sotto i ponti ed io ho capito qualcosa di più ovviamente.
Per esempio un giorno capì che coloro che deridevano noi ed il loro passato, era più un rito per loro che per noi .

Erano loro che entravano in un vortice fatto più dalle apparenze che dalla sostanza, in cui quelle apparenze cercavano e cercano di imitare la sostanza ormai persa .

Da quando sono piccolino ad oggi quindi posso affermare di aver visto moltitudini di persone passare il guado .

Una moltidudine di persone che ha spento il proprio processo evolutivo.

Infatti il Paradiso è fatto e gestito dalle regole e come appunto da regola le regole impongono solo il rispetto delle medisime , non la spiegazione o l'evoluzione di esse .

Quindi abbiamo il Paradiso che è l'aspirazione di tutti ma che impone e comprende l'accettazione incondizionata delle regole, limitarsi quindi alle proprie istruzioni per l'uso che vengono impartite di volta in volta dal potere centrale mediatico predisposto per le varie classi sociali .

Ed invece l'Inferno che come carburante alimenta il Paradiso, vive di non regole ed espedienti innovativi anche se dettati dalla disperazione economica, utili ed a vantaggio del Paradiso che poi sfrutterà quell'innovazione che non sarà materiale ma cognitiva, è infatti nell'Inferno che la genialità trova luce, visto che il Pradiso cosi intriso di regole impone il divieto all'ispirazione, all'intuito, alla crescita .

Il Paradiso infatti vive di cloni, clona se stesso ormai da 100 anni e nelle sue radici si vuole riconoscere nei millenni.

Crede di aver trovato le regole d'oro !!!!!!!

Non si rende conto con ciò che sta diventando albino, tanto sta restringendo l'orizzonte umano .

Il Paradiso vorrebbe dominare il resto dell'esitente, vorrebbe sconfiggere l'Inferno, il male in teoria, manifesto nelle intenzioni, in realta invece le regole
del Paradiso stesso impongono un'unisono, impongono un collaborare tutti al mantenimento della struttura Paradiso .

Negl'ultimi anni sia l'Inferno che il Paradiso si sono Globalizzati !!!!

Oggi i miei amichetti ancora non si sono accorti di lavorare ad una catena di montaggio ma questo è il senso ultimo che mi ispira questa notte .

La Catena di montaggio

La Società, la civiltà attuale punta sempre di più per la sua riuscita nella messa in atto di una catena di montaggio globale che non smetta mai di produrre e contribuire al ciclo della vita della civiltà attuale .

Come sempre io provengo dal Futuro non molto lontano ma pur sempre il futuro :):)
quindi come detto sia i miei amichetti sia voi immagino farete difficolta nel sentirvi già parte della catena di montaggio ma se credete di essere un granello di sabbia anch'esso importante, bene allora siete già parte della catena di montaggio .

Io non voglio dire o non voglio negare qualcosa, però la catena di montaggio oltre ad essere una cosa mostruosa lavorativamente parlando, mi sembra che sia una cosa che non produca nulla se non predeterminato e sicuramente non generi nulla di buono se non per il padrone e la fabbrica stessa .

Ammesso che esista una fabbrica in cui il lavoro a catena procuri un'effetiva evoluzione della fabbrica stessa e del suo interno lavorativo mi immagino che gli operai non sceglierebbero di gestire una fabbrica come se fosse un percorso obbligato da rispettare con le sue regole ed i suoi orari, non si autoimporrebbero di lavorare di più e di essere sempre più autocontrollati, anzi immagino che gli operai vorrebbero proprio eliminare la catena di montaggio e magari lasciarla fare solo alle macchine, perche è alienante per un cervello umano lavorare ad una catena di montaggio anche se oggi sono più comode, spero .

Questa fabbrica non esite ma esite l'attuale civiltà globale che sta funzionando sempre più come un'enorme fabbrica in cui tutti noi lavoriamo come ad una catena di montaggio, in completa alienazione .

Ed ecco cosa accadeva ai miei amichetti, smettevano di cercare ed accettavano le regole !!!!!!!!!!!!

Quello che ancora non so è se loro sapevano di entrare in fabbrica a lavorare ad una catena di montaggio !!!!!!!!

Tutto verte verso questa affermazione, dal granello di sabbia importante anch'esso, inculcato ormai nelle menti come una cosa positiva dovuta, all'importanza dell'individuo nei confronti dello Stato, il cittadino che deve, dai rifiuti differenziati, al seguire qualsiasi ordine impartito, senza fiatare, il collaborazionismo che non è dichiarato ma sono individuati come terroristi o propabili tali coloro che non collaborano, coloro che non accettano le regole .

Parole al vento di chi non accetta e non accetterà le regole


Ulteriori svilupi in merito...alla prossima ispirazione ...:):):)




martedì, luglio 17, 2007

Ripubblico questo articolo scritto da me alla nascita del partito democratico






VELTRONI: GRAZIE ALL'IMPEGNO DI ROMANO PRODI PER L'ULIVO

TORINO - Un discorso programmatico forte su ''un'Italia nuova e moderna'' e un si' alla guida del Partito Democratico, chiamato a ''unire gli italiani''. Ma e' soprattutto una scossa quella che, dal Lingotto di Torino, Walter Veltroni manda nel suo ''manifesto da italiano'' alla politica e al paese: basta ''con lo scontro feroce ed i veleni'', basta con gli egoismi. ''La democrazia e' decisione'', e' lo slogan del sindaco di Roma, che con i toni gia' del leader fa capire che buonismo puo' far rima con decisionismo.

__________________________________________________________

Tutti che parlano di Veltroni..perche autoescludermi da questo ennesimo banchetto mediatico....:):):)

Un discorso programmatico ???!!!!!!!!!!!!!!!!!

Quello oggi posto in essere da Veltroni e' il Manifesto del Pragmatismo in Italia !!!!!!!!!!!!

Il Pragmatismo !!!!!!!!!!!!!!!!!!

Feroce serpente che si aggira nei sotterranei dell'Europa !!!!!!!

Mi dispiace che sia un'autocitazione, chi volesse peró e' consigliato di fare un
salto quì a proposito di una mia idea sul Pragmatismo applicato.

La Democrazia e' decisione ???!!!!!!!!!!!!!!

Conosco già questa storia......

La Democrazia finisce di essere un fiume a delta e diventa un fiume ad estuario.

Il Partito Democratico Italiano e' la creatura nata dalle allucinazioni che ormai l'Italia culurale vive.

Se il Partito Democratico nasce con lo scopo infimo di liberarsi della sinistra "estrema" e antagonista, non si rende conto che il Manifesto Pragmatista espresso da Veltroni oggi e' in pieno sentore "Futurista", Futurismo che sappiamo bene da quale processo mentale arrivi.

Se qualcuno ha veramente capito cosa e' il Fascismo in Italia e cosa e' stato, saprá come me che il Pragmatismo nella situazione culturale Italiana attuale, la Democrazia decisionale, e' l'anticamera per quel qualcosa chiamata Dittatura.

Se la Dittatura, se il fascismo, se l'Italianismo, non vi sembrano entrarci in Veltroni e le dinamiche reali che l'Italia culturale si sta vivendo..fermatevi alla semplice osservazione che vede il partito Democratico appena nato una strateggia interna ai componenti del Governo attuale, atto nello liberarsi della sinistra estrema e antagonista, tramutandosi appunto da Governo di Centro sinistra, in Governo di Centro, in cui la parola democrazia suona tanto ma tanto simile alla democrazia Italiana del passato che la sinistra estrema e antagonista ha sempre odiato.
_______________

Faccio i saluti a tutti, sono un bel pò impegnato in altre cose,anche la radio è ferma per alcuni giorni.

mercoledì, luglio 11, 2007

Io sono mio






In casi come questi non è importante la ragione della battaglia ma contro chi combattere.

Il famoso slogan femminista degl'anni 60' infatti trovava ragione di essere avendo chiaro il nemico chi era.

Gridare oggi, affermare io sono mio in riferimento alla difesa della propria individualità può sembrare un'isterismo, in parole brevi però l'individuo oggi non si trova diversamente da come si trovava la donna quando ebbe bisogno di coniare questi slogan.

In parole sempre brevi ed intese riferirsi a chi sa già qualcosa, la donna in quel periodo si trovava incastrata in dei ruoli anche comportamentali, ben anche se ne fosse scoperta l'inutilità, il perpretarsi di questa situazione portò alcuni individui femmine poi la massa di donne, nel trovare liberazione da queste catene moraliste e tradizioni date dall'ignoranza ma tramandate di Padre in Figlio comunque .

La società è formata dagl'individui se le tradizioni tra gli individui sono tali con il tempo la società sarà un risultato di quelle tradizioni, quindi poi il Femminismo si scontrò con la società nella sua rappresentzanza Stato, Legge.

Oggi gli individui tutti sono chiamati nel rispettare tradizioni anche se sbagliate ed in realta l'individuo in questa civiltà, in questa società, ha bisogno di riprendersi se stesso.

Per molte persone quello che sta accadendo nella società culturale e cognitivo\dinamica è come se si fosse tornati alle Medie Superiori dalle specializzazioni Universitarie, questa è la cosa più offensiva che ho mai provato in vita mia ed ho 47 anni .
Per l'appunto mi sento di paragonarmi alla donna dell'altro secolo che pur sapendo e vedendo intorno a se la libertà era costretta nel sentirsi infelice nel seguire delle tradizioni .

Tutti noi stiamo cosi, incastrati in questo modo di essere, pian piano non siamo più liberi di nulla se non autorizzati per il nostro bene, in teoria .

Io sento dal profondo del mio ventre questo grido che sale "io sono mio " !!!!!!!





sabato, luglio 07, 2007

Appello militante contro il cambio della legge elettorale






Un titolo cosi impegnativo potrebbe deludere
potrebbe deludere visto la mia superficiale analisi in merito ai fatti, è pur vero però che ribadendo le mie origini ed intenzioni intellettuali, il minimalismo resta un'ingrediente importante nella mia filosofia.
Di seguito quindi un'analisi cosi in grandi linee, ricalca quel senso minimalista che caretterizza la mia visione .

Se un barlume di Democrazia ancora esite e che può mantenere la democrazia stessa viva e conosciuta come noi la conosciamo, questa e' l'attuale legge elettorale.

( sia ben chiaro che chi scrive non condivide lo Stato nella sua forma conosciuta)

Quindi l'attacco alla legge elettorale è un picconare l'ultimo e l'unico rimasto valore mantenente la democrazia in Italia.

Se un'impasse esite con l'attuale formula elettorale, questo non è da far risalire alla struttura della legge elettorale ma alla struttura piramidale che appunto è tendente per antonomasia ad essere l'opposto della democrazia .

Voglio dire : "se lo Stato è il bene ultimo, poco conterebbe chi arriva primo e chi arriva secondo, se l'importante invece è chi arriva primo, allora la legge elettorale dovrebbe essere cambiata ma appunto cambierebbe definitivamente anche il senso e la struttura della società, diventando definitivamente una società piramidale ".

Perche è cosi importante arrivare primo nella gestione di un bene comune ??????

Perche è diventato legittimo ostacolare il fare di uno, in nome dei propri interessi a discapito della popolazione, del popolo, della Democrazia ????

Perche in base a questo principio si vuole quindi cambiare la legge elettorale creando un sistema nel quale chi vince ha carta bianca su tutto, scontrandosi cosi con i principi base della Democrazia ??

Se lo Stato ed il bene collettivo fossero ancora il motivo principe della politica, l'opposizione non ostacolerebbe il Governo solo per spirito di vittoria personale, dovrebbe collaborare con il Governo in maniera critica ma dovrebbe collaborare per il bene comune, per lo Stato, per il popolo tutto . !!!

( un'appunto personale vuole ricordare come l'Opposizione al Governo fatto dal centro Sinistra, fù costretto nell'essere collaborazionista dal Governo del centro Destra, mentre oggi l'Opposizione che è di Centro Destra non ne vuole sapere di collaborare con il Governo di centro Sinistra, aggrappandosi appunto al fatto intrinseco dell'errata legge elettorale, maggioranze etc etc etc....)

Quest'arroganza intrinseca al Centro Destra sfocia appunto nella soluzione data da una legge elettorale che finisca di essere il cardine per la democrazia e diventi invece il cardine per una Dittatura del Capitalismo consumista, Capitalismo consumista che è l'agente corrosivo che corrode da tempo la democrazia Europea .

Fumo negl'occhi, solo fumo negl'occhi...ma un fumo pericolosissimo !!!!!!

venerdì, luglio 06, 2007

Paganesimo Globale del terzo millennio






Paganesimo Globale del Terzo millennio

Ci sono titoli che esplicano alla perfezione cosi tanto il senso degl'articoli che gl'articoli stessi diventano superflui.

( Prima di inoltrarmi nell'inutile articolo visto il titolo cosi centrato e chiarificatore...:):) mi soffermo sul mio stato attuale.....

Ciao a tutti
dopo molto tempo ho avuto una pausa totale con il computer..
all'incirca tre giorni !!!!!!

Le cause dell'allontanamento dal computer non sono state mirate alla disintossicazione dal medesimo :):)
Bensi da lavori di ristrutturazione del posto dove vivo che e' ancora in corso di realizzazione....

Attualmente infatti ho dovuto interrompere i lavori per cause di salute, le mie .

Sono sotto l'effetto di antidolorifici ma ho l'urgenza di comunicare, quindi un saluto ancora a tutti e scusate le eventuali imperfezioni in più al gia normale andazzo ...:):):)


Ben anche il vocabolario mia fonte ufficiale per partire da standar ufficiali anche se semplici, calca più il senso di paganesimo come tutti coloro non Cristiani, io voglio intendere invece il senso primo, cioè l'insieme delle religioni e civiltà del mondo antico Greco\Romano.

È evidente senza tanti giri di parole dove io voglia arrivare....

La Globalizzazione che stenta nell'essere una realta equa e reale tra gli individui tutti, in realta in alcune tematiche la globalizzazione e' nel pieno della sua vitalità ed importanza .

Non c'è ombra di dubbio quindi che le attuali concordanze tra le religioni mondiali, suoni identico all'accordo che c'era nel mondo antico greco romano e nello specifico dove il nascente Cristianesimo si imponeva sulle altre.

La Purezza fonte di potenza che mi impone di scrivere anche percependo dolore mi impone di far notare appunto il Paganesimo Globale del Terzo Millennio.

Il Paganesimo Globale offende quel Dio unico e mi irrita non di meno di quanto il Cristo si senti umiliato ed offeso in nome del padre suo nel trovar nel tempio statue venerate e di mille differenti versioni.

Cos' è ancora una volta questa storia, questo tipo di Storia ???!!!

Perche non appare la ridicolezza nella quale ogn'uno si è messo, venerando una faccia, un'aspetto gradito di un Dio immaginario ???!!!

Di certo il Cristianesimo attuale non può parlare
perche perirebbe sotto il peso della stessa denuncia, quindi nessuno parla.

Se è vero però che la condizione ottimale per avere una visione obiettiva è vedere le cose con un certo distacco e dall'alto, in modo globale, si ha appunto una visione ridicola dove ancora una volta gli esseri umani si autoqualificano in base ad un Dio immaginario, dimenticandosi in toto che il Dio e' uno ed' invenerabile !!!!!!!!!!!!!

Siamo in pieno Paganesimo Globale ed il Cristianesimo che la sua degenerazione cattolica ne è la prima attrice.

Io non voglio neanche usare gli stereotipi classici della guerra e dei morti per le suddette religioni con l'intento di redimere qualcuno, io voglio solo che le persone si soffermino nel vedersi tutti insieme e vedere come tutto è ridicolo in base, partendo da un Dio immaginario.

Io ho voluto evitare di analizzare il fenomeno Paganesimo come anti cristianesimo..
perche ritengo che sia la cosa più evidente a tutti, in ciò però è evidente anche come in realta i mussulmani siano pagani e come nessuno evidenzi questo problema che è per ovvie conseguente castrante per chi si ritrova ad essere pagano, per giunta perseguitato con il verbo del buonismo, in nome di una conversione alla religione unica, il Cristianesimo pagano anch'esso o meglio, contrario agl'insegnamenti basilari dell'idea di Cristo.

Se un'essere umano fosse in grado di emulare Cristo con tutto il cuore, penso che oggi troverebbe il Mondo moderno Globale identico al mondo antico grecoromano, troverebbe le stesse fiere dedicate agli Dei, in nome della pace e della libertà, troverebbe gli stessi templi invasi di ciarlatani per mestiere, lontani dall'unico Dio, come la stella alla Terra più lontana .

Dio non è nella contemplazioni di egli, Dio è nel passo che si compie in esso.

Io ho compiuto quel passo e sono in Dio ma sono solo con Dio, lontano da tutti voi che non siete in Dio.
Io non ho una statua che me lo rappresenti, non so il suo volto, egli non ha un volto, non c'è un posto che sia la sua casa, la sua vita è la nostra casa .

Il consumismo, i ricchi , i sitemi sociali ci sono sempre stati, Cristo si oppose ad essi, rifiutandoli, non combattendoli, il Cristianesimo trovò luce e visibilità quando i ricchi si interessarono ad esso, quando i ricchi i potenti capirono che non vi era migliore alleato che una religione che rendeva giustizia in cielo il giorno della fine che il Cristianesimo trovò sempre più porte aperte .

Ma non era questo il senso di Cristo, oltre il senso di Cristo tutto è nulla.

Informazioni personali

La mia foto
But I don't know!!!!!, and I don't wanna know!!!!!!! I'bored about it, sorry.

MinimalTribeTV

Pubblcità



Friends