mercoledì, luglio 23, 2008

Quanta fatica per nulla....



lancia l'idea
Quanta fatica per nulla....



-----------------------------------------------------


Indubbiamente siamo in piena estate ed ho notato che alcuni blogger sono in vacanza senza preavviso, gl'altri i presenti fanno finta che estate non sia....buffo no ???!!!!

Buffo come il titolo di questo post, buffo come del resto tutto quello che accade .

Non so o meglio so ma non so (hahaahheheheh).... del perche Deepaction blog viva di una luce strana, è molto difficile che ci siano commenti, malgrado comunque qualcuno sempre ci passi.

Voglio dire, è ben evidente la mia "visionarità" intrinseca al mio intero percepire, quindi ritengo che sia normale che un blog del genere viva e non viva....

Non sono schierato con nessuno e da sempre sono evidenti le mie falde che mi impongono di partire da un punto preciso per poi seguire il corso degl'eventi .

Sono famose le mie visioni che vogliono l'essere Umano essere uno e la società, la civiltà, un insieme di uno .

È famosa e confermata quindi la mia predisposizione nell'affermare ed analizzare la società, la civiltà, come un individuo uno che risponde a tutte le azioni e reazioni conosciute in merito all'essere Umano uno .

Eccomi di nuovo quindi nell' entrare di testa in questo post, trattando i sopra citati argomenti .


Ci sono momenti nella vita di un individuo in cui si percepisce l'esigenza fondamentale di cambiare nella direzione del proseguire, in altre parole ci si rende conto del bisogno di compiere delle azioni, pena il ritornare al punto di partenza della propria realtà.

L'onestà è un ingrediente fondamentale, ed è anche un ingrediente che è sempre presente nella ricetta Umana .

Alcuni però la manifestano altri la reprimono .

In ogni caso chi più chi meno sa di cosa sto parlando .

Qualcuno lo chiama "Treno" , cioè quel qualcosa che ti porta lontano da dove sei e magari trasportato verso dove il desiderio spingeva .

Altri esprimono il concetto con il termine "occasioni" da prendere al volo....

In ogni caso tutti chi più chi meno sa, conosce il sapore che resta in bocca nel momento in cui ci si accorge di aver perso un Treno, un'occasione, di non avere compiuto quelle azioni importanti e percepite come tali .

Certo un discorso cosi, una visione cosi, implica che l'individuo abbia un sogno, un progetto da realizzare, ma chi non ha un sogno da realizzare, anche se per l'altro un sogno non lo è affatto ???!!!!!!!!

Quindi ogn'uno percepisce quanto sto dicendo .

Quello che è più difficile da ammettere è il descrivere cosa accade in se stessi quando accade di perdere un'occasione, un Treno o di non compiere quelle famose azioni importanti........

La perversione è la prima dinamica che si instaura nel dover ripetere passivamente di nuovo tutto il tragitto percorso fino al momento dell'incontro con l'occasione, con il Treno, con le mancate azioni importanti .

Quella perversione che ti incatena sempre più lontano dalla possibilità che ti si ripresenti un'altra occasione .

Quella perversione che diventa la generatrice di un esistenza piatta, anonima e tendente alle esplosioni violente .

Io lo so e lo percepisco, io ho delle cose da fare in base alle mie progressive conquiste e puntualmente quando non riesco nel seguire il mio passo, cado nella perversione, quel tutto che ridiventa uguale, uccide tutte le conquiste maturate fino a quel momento .

La regressione

La regressione quindi è l'ovvia conseguenza di occasioni perse, di Treni persi, di azioni importanti non fatte .

Io stesso posso definire il mio stato fisico e psicologico regredente, dopo tali fallimenti .



La civiltà, la società attuale, è vittima di questo tipo di regressione .

Nel giro di pochi anni quel fallimento ha portato ad una regressione sociale e di conseguenza culturale .

La società, l'individuo uno, per motivi di interesse e di cecità non ha compiuto quel passo che doveva essere obbligatorio per maturare una società ed un individuo migliore .

Ecco cosi di conseguenza essere riaffiorati quei valori bidimensionali nel individuo e nella società, riportanti ai tempi in cui il fatto non lo si conosceva .

La tridimensionalità dell'esistenza infatti è stata sconfitta dalla paura, dalla paura di compiere quelle importanti azioni.

Tutti sono diventati uguali, tutti i Politici sono uguali, solo come conseguenza di quanto detto .

La Paura di compiere quel gesto importante ci ha livellato tutti nella piattezza del sapere non seguito all'azione richiesta .

Cioè la perversione, sapere ma non agire.

Io ho visto la porta ma ho visto anche facchini di Stato buttare tonnellate di merda atti nel coprire quella porta......

Perche ???

Paura di perdere il Potere, di perdere il comando ?????????!!!!!!!!!

La regressione è una conseguenza dell'impossibilità di concretizzare un qualcosa di prefissato.

La regressione è figlia del fallimento .

Un certo fallimento è stato indotto e si cerca di mantenere in fallimento una certa idea dell'esistenza .

noname


venerdì, luglio 18, 2008

Basta !!!!, si, basta di.........



lancia l'idea
Basta !!!!!, si, basta di.........



-----------------------------------------------------

Si, sono quì adesso ispirato da questa riflessione, dalla constatazione.

Avevo gia steso i piedi dentro a letto quando spinto da questa esigenza mi sono rivestito o quasi e mi sono messo a scrivere .

Dunque Basta, basta al dover somigliare, essere immerso negl'anni 50 Statunitensi !!!!!!!!!!

Io non voglio quì adesso porre una ferrea critica agl'anni 50 Statunitensi perche sarebbe prematuro, io quì ora vi domando solo se qualcuno di voi si è accorto, si sta accorgendo di questa cosa .

Non è difficile fare due più due ma bisogna essere motivati, amara constatazione ma cosi è .

Quindi ben anche si parli tanto di cultura e di nuove società, comunque l'essere umano Occidentale continua sempre più nell'usare il sapere come una pratica esteta.

Il sapere che non generà infatti reazioni nell'azione quotidiana, è un sapere esteta, buono solo per far salotto, tanto per intenderci .

Eccomi infatti nel meravigliarmi di come ben anche l'Europa e l'Italia siano state invase nella cinematografia dagli Stati Uniti, come mai nesssuno riconosce nei modelli che la società Europeo\Occidentale attuale si prefigge di raggiungere, una chiara imitazione degl'anni 50 Statunitensi .

Lo Stato, gli Stati, la cultura degli Stati, verte su di un ordinamento della società che prevede la pianificazione anche del tempo libero di un individuo .

Cosa questa che era spudoratamente presente negli Stati Uniti degl'anni 50'.

Se una certa positività ci fa quindi prevedere che presto ci sarà una nuova rivoluzione culturale sul modello degl'anni 60', è però anche il caso di cominciare nel parlarne .

Parlarne significa appunto iniziare da questo punto, ci siamo accorti tra i tanti nostri problemi e problemini che la società che determina non è quella immaginaria nella nostra mente ma esclusivamente quella dello Stato, degli Stati ????!!!!!!!!

Ci siamo accorti che seguendo un iter, si arriva ad un punto che bisogna accettare quello che gl'altri hanno deciso ????!!!!!!!

Ci siamo accorti appunto di vivere di riflesso in Europa, in Italia, un vento che proviene come un clone dalle radici del secolo scorso Statunitense ???!!!!!!!!!

Molti alternativi, molti compagni, molti giovani, ti snobbano se ti sentono parlare della Rai o della Rai Uno.

Costoro non sanno che quando saranno grandi, quando decideranno di entrare in "Società", dovranno accettare quello che ha sempre detto, costruito con il tempo, la Rai Uno !!!!!!!!!!
La Rai uno non fa altro ormai che proporre appunto stereotipi provenienti dagli Stati Uniti degl'anni 50 !!!!!!!!!!!!

Vorrei citare tanti registi e sceneggiatori che ci illustravono la società degl'anni 50 Statunitense, cosi ordinata, cosi omologata ma cosi perversa e pronta ad esternare odio, tutti felici, tutti felici delle stesse cose e malato colui che non rideva di quello che lo Stato culturale passava .

Una follia, la follia borghese rediviva !!!!!!!!!!!!

Basta, io sono stanco di fare l'attore in questa commedia .

noname



sabato, luglio 12, 2008

Il raggiro mediatico fonte di miraggi e coercizioni ha spinto l'essere Umano fin



lancia l'idea
Il raggiro mediatico fonte di miraggi e coercizioni ha spinto l'essere Umano fin

dove le pecore non arrivano !!!!!!!!!!!!!!!!!!



Il raggiro mediatico fonte di miraggi e coercizioni ha spinto l'essere Umano fin

dove le pecore non arrivano !!!!!!!!!!!!!!!!!!



-----------------------------------------------------

Le Pecore



Da sempre che io sappia esiste quel detto che paragona le Pecore agl'esseri

umani ed in particolare ad un comportamento dell'essere Umano che ci ricorda

appunto l'andare ed il fare ipotetico estrapolato sempre dall'essere Umano dalle

Pecore .

In altre parole...."il popolo è un gregge....gl'individui agiscono, si comportano

come delle pecore...etcetcetc....

Spezzando una lancia a favore delle pecore, si dovrebbe affermare che di tutti

gl'usi che noi ne facciamo della pecora, compresa appunto quella figurata, la

pecora ne farebbe volentieri a meno e tanto meno essa nel suo intimo si

riconoscerebbe essere la pecora descritta dall'essere Umano .

Si sa però che fino ad ora è l'essere Umano che ha l'ultima parola su questo

genere di cose ...( hahahehehe)

Dell'essere Umano se ne raccontano tante...

Chi dice che l'essere Umano è stato fatto dal fango..
Chi dice che l'essere Umano era una cosa molto simile alle scimmie...
Chi dice che...... e cosi dicendo molte altre ipotetiche versioni esistono nella

fantasia del genere Umano .

Prendendo le prime due, si evince che dal presupposto fango, l'essere Umano sia

stato fatto cosi come ci conosciamo essere, mentre quella che ci fa provenienti

dalle scimmie o giù di lì, ha previsto appunto anche una modifica strutturale

dell'individuo essere Umano .

Infatti questa teoria ci descrive essere stati quasi quadrupeti per poi arrivare alla

posizione eretta .

In ogni caso se si può affermare che di ogni animale ne esiste un progenitore un

pò più elementare, primitivo, esplicitamente nelle fattezze, nell'essere Umano

invece se ne sono sempre trovati esemplari di fattezze del tutto simili o quasi alle

nostre attuali .

Discorso questo molto superficiale ed approssimativo che però mi introduce

verso il tema centrale .

Non immagino in un futuro lontano un essere Umano diverso da come è ora,

intendendo strutturalmente, immagino però un essere Umano che tramite la

mente riuscirà nel diventare quello che ora non può neanche immaginare .

L'essere Umano però dovrà sudare le famose sette camice se vorrà arrivare a

questo traguardo , altrimenti l'essere Umano arriverà fin dove le pecore mai

potranno .

Attualmente il genere Umano non sta sudando ne sette ne una camicia,

ritrovandosi cosi nel crescere mantenendosi pecora e sviluppando sempre più

propietà all'interno dell'essere pecora .

Chi l'ha detto che essere pecora è uno svantaggio ?????

Di solito sono gl'idealisti che definisco il popolo, l'individuo che compone il popolo

essere come una pecora .....

In realtà essere una pecora "Umana" ha molti ma molti vantaggi .

Seguire quel qualcosa che qualcuno dice .

Eseguire gl'ordini, seguire degl'ordini rende la vita piena ai più .

La vita da pecora Umana è una vita comoda, si producano le proprie porcate

all'ombra della moltidudine........

Una cosa però che io non avevo mai visto fare dalle pecore, consiste nell'aiutare

il Padrone nel costruire il recinto in cui esse stesse vi saranno obbligate per il

resto della vita !!!!!!!

In realtà questa è una cosa che ancora non ho visto fare dalle pecore, è una cosa

però che l'individuo Umano pecora ormai fa da molto tempo !!!!

Il raggiro mediatico fonte di miraggi e coercizioni ha spinto l'essere Umano fin

dove le pecore non arrivano !!!!!!!!!!!!!!!!!!

Le vere pecore nel profondo loro disiderano ancora essere libere pur conoscendo

i Lupi, l'essere Umano no, l'essere Umano ormai aiuta il Padrone nel costruire il

recinto in cui esso stesso vivrà ed esso stesso incità il Padrone affinche il recinto

sia sempre più sicuro,più stretto, più consono ai voleri del Padrone( difetto

sconosciuto della meritocrazia) !!!!!!!!!

Più uno spazio è pulito, più ci ordina un autocontegno repressivo, questo è il solo

motivo della maniacale ed isterica mania dell'ordine e della PULIZIA .

Il popolo pecora che ha superato le pecore stesse, aiuta il Padrone nel mettere

sempre più tutto in ordine e tutto sempre più pulito, non coscente del fatto che più

pulito è, più ordinato è, più ci si deve autoreprimere .

..si certo l'essere Umano se non è malato, dimentica presto chi è .

Società evolute oggi non si pongono il problema perche non ricordano più .

Questo è però, un certo raggiro mediatico ci ha spinto ormai da tempo nel

costruirci il nostro recinto, un recinto in cui stare ed eseguire i voleri del Padrone,

buono, ma pur sempre Padrone .

noname







giovedì, luglio 10, 2008

Lettera al Ministro Maroni




lancia l'idea
"Lettera al Ministro Maroni


"Lettera al Ministro Maroni


-----------------------------------------------------




Carissimo Maroni, io sono un emigrato Italiano all'"estero".

Ho messo le virgolette alla parola estero, perche quando io partì, l'Olanda era

"l'Estero", oggi questa parola per noi non dovrebbe più esistere nel suolo

Europeo in quanto saremmo tutti "cittadini" Europei.....

Invece carissimo Ministro Maroni, io sono quì nel ricordarle che noi Italiani

"sangue del suo sangue" di norma all'estero non siamo ben visti, se lo ricorda lei

questo, lo sa o non lo sa ??????

Inoltre carissimo Ministro le vorrei ricordare la favola che il "precedente crea".

Se l'Italia ha preso di mira i Rom, non vedo perche un'altro paese Europeo non

potrebbe farlo con gli Italiani, visto che sono i vecchi ma pur sempre mariuoli

dell'Europa e non solo ???

Creare un precedente.

La stoltezza e la velocità in cui tutto gira ci fanno dimenticare alcune cose, come

quella cosa assai importante e cioè che è "creare un precedente".

Ogni Paese dell'Europa vorrebbe cacciare qualcuno dal proprio territorio ed ogni

paese dell'Europa vorrebbe reprimere i non indigeni per preservare i propri di

indigeni locali....

Ripeto ci sono moltissimi Italiani non graditi all'estero, cosa dobbiamo aspettarci

che l'Olanda decida di prendere le impronte digitali a tutti gl'Italiani ??????

No perche.....Carissimo Maroni gli Italiani sono sempre Italiani e quì in Olanda

anche l'Italiano più Olandese comunque è visto male, perche ragiona e ragionerà

sempre diversamente da un'Olandese ....

Poi ancora vorrei dirle.....

Sono passati un po di anni dalla fine del servizio obbligatorio di leva ed eccoci

arrivati ad un punto in cui si fa notare la mancanza delle famose impronte digitali

che ogni buon Italiano lasciava nei momenti di appartenenza all'esercito....



Non so se lo Stato abbia tutt'ora un mezzo cosi potente come lo era il servizio

militare in merito alla famosa schedatura .. sicuramente però oggi che non c' è

più quello strumento anche gl'Italiani secondo me sfuggono nell'essere classificati

e con ciò suggerirei per il bene dell'Italia e della sicurezza degl'Italiani di

schedare anche loro prendendo a tutti i cittadini Italiani le proprie impronte

digitali..... .

Ecco signor Ministro Maroni, le vorrei ricordare che in questo Mondo nessuno

ha l'esclusiva per nulla se lei fa quello che vuole fare , non farà altro che creare

un precedente , un precedente che potrebbe avere serie ripercussioni in ogni

dove in Europa .

O si vuole insinuare una vera discriminazione a priori nei riguardi dei Rom, solo

loro e solo loro ???!!!!!!!!

Del resto se le forze di polizia avessero le impronte digitali di tutti gl'individui

presenti nella propria Nazione si troverebbe agevolata e risolverebbe molti più

casi.........

Su quindi carissimo Ministro Maroni, arrivi fino in fondo, ci mostri le famose cose

che vi rendono tanto maci, dica la verità, tutti gl'individui della Nazione Italia

saranno sottoposti alla registrazione dele proprie impronte digitali !!!!!!

Esca cosi fuori da queste piccolezze, discriminare.., noi ??????????

No, noi stiamo censendo solo la Nazione Italia con tutti i suoi abitanti presenti nel

momento del censimento........giusto per essere tutti più sicuri......no ??!!!!!!!!

Su......su...Maroni...... su............

noname

lunedì, luglio 07, 2008

Immaginazione modifica la realta' ( ma che cazz.????!!!! )




lancia l'idea
"Immaginazione modifica la realta' ( ma che cazz.????!!!! )


"Immaginazione modifica la realta' ( ma che cazz.????!!!! )


-----------------------------------------------------
Articolo preso dall'Ansa.it...


Immaginazione modifica la realta'
Studio, occhio della mente distorce quello che si vede
(ANSA) - ROMA, 4 LUG - L'occhio della mente distorce quello che si vede: l'immaginazione e' in grado di cambiare la realta' che abbiamo di fronte ai nostri occhi. Lo dimostra uno studio di Joel Pearson dell'universita' di Vanderbilt a Nashville.Ad un gruppo di volontari e' stato chiesto di immaginare delle linee orizzontali e verticali. Poi e' stato mostrato loro un video di griglie fatte di linee colorate e chiesto di dire cosa vedevano:i volontari tendevano a vedere cio' che avevano immaginato,cioe' semplici linee.

---------------------------------------------------------------



Quest'articolo meglio di qualsiasi esposizione teorica, ci illustra il dramma reale in cui tutti siamo coinvolti da anni !!!!!!

C'è una tendenza ormai diventata una pratica che porta la comunicazione ufficiale nel fare di tutto un pericolo, nel migliore dei casi come in questo presente, la comunicazione ufficiale tenta di cancellare e reimpostare le ultime nozioni presenti nel genere Umano con l'intento di dominare la realtà Umana stessa.

L'articolo di cui sopra incute un certo terrore nei confronti dell'Immaginazione !!!!!!!!

L'immaginazione distorce la realtà ????!!

È evidente come si voglia gettare in cattiva luce l'immaginazione, è evidente a quale punto di dominio è arrivato quel qualcosa che ci sta rendendo di nuovo tutti schiavi .

Perche si è arrivati nel gettar in cattiva luce anche l'immaginazione ???????!!!!!

( l'occhio della mente ?????!!!!! )

Se l'essere Umano non avesse avuto dalla sua l'immaginazione non avrebbe mai fatto un passo in più da dove e come è nato !!!!!!!!!

È l'immaginazione, è la fantasia che ha generato tutto quello che conosciamo e vediamo tutti i giorni, come mai ora l'immaginazione diventa uno strumento pericoloso perche distorcente la realtà ??????!!!!!

Quel potere occulto tanto blasonato ma presente e vivo ha deciso di intervenire anche sull'occhio della mente !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Una volta si gridava "potere alla fantasia, potere all'immaginazione "........

Questo articolo che ci illumina invece sullo stato attuale della cultura Occidentale ci fa capire a che punto la manipolazione dell'esistenza sia arrivata .

Tu pensa intensamente ad un Giovanni, poi ti faccio vedere tre foto e tu mi indicherai qualcuno essere Giovanni...ma dai..che esperimento.... eh.......

Questo esperimento, questo grande esperimento ci avverte però che quello che pensiamo è sbagliato, il terzo occhio o occhio della mente sbaglia !!!!!!!!!

Ci stanno riducendo ad essere delle larve, senza più nessuna abilità all'indipendenza !!!!!!!!!!!!


DAll'articolo : ...l'immaginazione e' in grado di cambiare la realta' ....

------------------------------


Ma dai, non lo sapevo !!!!!!!!!!!!!!!

Peccato che l'immaginazione oggi sia diventata una cosa negativa, pericolosa da seguire !!!!!!!!!!!!!!!

Come dire che l'Umanità tutta si sia fermata, non più immaginazione che ci fa creare cose nuove, non più immaginazioni di come dovrebbe essere, tutto è stato fatto, tutto funziona bene cosi, quindi basta con l'uso dell'immaginazione.......

Immaginare........

Tutto diventa patologico, tutte le qualità dell'essere Umano sono diventate delle patologie psicologiche, delle non perfezioni e per ciò condannabili.

L'immaginazione cosi distorcente in Leonardo Da Vinci, lo portò nell'immaginare cose orrende e senza senso, no ??!!!!!!!!!!!!

L'immaginazione cosi distorcente non è infatti la fautrice dell'esistenza che conosciamo, no ???!!!!!

Perche dunque questa paranoia sull'immaginazione ????

È evidente come tramite la psicologia repressiva si stia privando l'essere Umano delle sue qualità migliori !!!!!

Un articolo di Regime della peggio serie !!!!!!!!

Sempre dall'articolo :

...l'immaginazione e' in grado di cambiare la realta'....
-----------------------------

Ma per la miseria... ma ci prendono per scemi veramente...???!!!!!!!!!!

Ma certo che si !!!!

L'immaginazione è colei che ha strutturato tutto quello che ora abbiamo sotto gl'occhi, cosa altro ???!!!!!!!!!!

Perche oggi essa deve essere inquinata con delle paranoie assurde e campate in aria ???!!!!!!!!

Forse l'immaginazione collettiva non corrisponde ai voleri degli Stati di Potere ?????!!!!

Sembrerebbe di si, essere questo l'unico motivo .

noname

sabato, luglio 05, 2008

Resistenza e qualcosa di altro




lancia l'idea
"Resistenza e qualcosa di altro


"Resistenza e qualcosa di altro...la Sinistra e la Resistenza


-----------------------------------------------------

Questo è un argomento della quale non mi sono mai permesso di scrivere alcun

che , questa volta tirerò in ballo invece dei valori cari ai più della sinistra e della

estrema sinistra .

La Resistenza e l' Emancipazione

La Resistenza e l'emancipazione sono due tipi di azioni partenti dalla stessa fonte,

determinate dalle contingenze, è infatti la Resistenza un atto dovuto in casi di

socialità spinta agl' estremi, cosi come lo è l'Emancipazione un atto dovuto, nella

normalità dello sviluppo della socialità umana in tempo di pace .

La Resistenza è un valore che secondo le mie impressioni viene egemonizzato

dagl'episodi della Seconda Guerra Mondiale, se si sdogana invece la Resistenza

da questa tenaglia, abbiamo che la resistenza impersona da sempre l'azione che

una classe sociale o più classi sociali hanno e devono intraprendere per difendere

se stessi dai sopprusi dei potenti o dai sistemi sociali stessi messi in essere dai

potenti .

Ben anche questa veloce definizione possa risultare offensiva, questo è secondo

me il bisogno che un essere Umano o più esseri Umani hanno di intraprendere

una azione di resistenza .

Non può essere però la Resistenza una logica, la logica che determina un

esistenza, una socialità, una dinamica.

L'Emancipazione

Se prendiamo dei dizionari e cerchiamo la parola Emancipazione troviamo varie

definizioni ma nessuna che valorizzi gl'ultimi aspetti del significato corrente di

Emancipazione .

Siamo appena agl'inizi quindi si potrebbe affermare che sia normale questo

misconoscimento della realtà attuale, è ora però di delineare alcuni punti cruciali

e di fondamentale importanza del significato acquisito della parola

Emancipazione .

L'emancipazione dalle soluzioni stereotipate

L'Emancipazione dalle soluzioni stereotipate è una dinamica nuova come è nuovo

il Mondo dei Media, l'informazione esiste da quando l'essere Umano ha il dono

della parola, l'emancipazione anche, ma mai come in questo secolo le due cose

hanno vissuto uno sviluppo cosi ampio.

Il Mondo Occidentale, più prettamente quello Europeo e Statunitense è più di un

secolo ormai che ha risolto alcuni punti chiave dell'esistenza, ponendo cosi

l'essere Umano Occidentale in favore di usare la mente per cose della quale

prima non ne conosceva neanche l'esistenza o era un esclusiva di pochi,

gl'eletti.

L'Emacipazione dalle soluzioni stereotipate è quindi quella possibilità nata dal

benessere che ci ha portato nel constatare come alcune soluzioni alle dinamiche

sociali ed individuali potrebbero e dovrebbero essere riviste, pena continuare a

ritornare sempre agli stessi punti di partenza .

L'Emacipazione dalle soluzioni stereotipate è quindi quel qualcosa che nasce dal

momento che non si è più incatenati alla sopravvivenza spicciola che ci porta nel

ripetere sempre gli stessi passi.

La Resistenza, l'Emancipazione e la sinistra..........

Se l'azione di resistere e l'azione dell'emacipazione come abbiamo visto sono

rintracciabili da sempre nell'esistenza del genere Umano, la "Sinistra e

l'emancipazione dalle soluzioni stereotipate" è una conseguenza prettamente

riservata solo alle civiltà con un alto grado di sviluppo .

Oggi siamo a conoscenza delle reazioni alle nostre azioni ed è proprio in questa

dinamica che si inserisce l'emancipazione dalle soluzioni stereotipate.

Oggi sappiamo che a tale passo effettuato si concatenerà un determinato futuro

e sappiamo solo che a passo effettuato, si potrà solo cercare di far ritardare il

futuro ma non vietare che esso avverrà .

L'emancipazione dalle soluzioni stereotipate basandosi sulla constatazione di

quanto detto, si impegna nel far passi che indirizzino gl'eventi, il presente ed il

futuro, fuori da quelle logiche millenarie che hanno fatto illo loro tempo .

Quando la Sinistra si ricorda di ciò e vi ci si impegna, la sinistra continua

nell'interpretare quel barlume di speranza per un futuro migliore sotto il punto di

vista delle relazioni e di conseguenza dell'esistenza del genere Umano, quando la

sinistra cade nella Resistenza, la sinistra cade nel vortice distruttivo, adattandosi

anch'essa alle soluzioni stereotipate.

La Sinistra e la sua Emancipazione dalle soluzioni stereotipate, è il futuro delle

società Umane .

La sinistra che non è Comunismo, questo è , Emancipazione dalle soluzioni

stereotipate

La Gioia ed il pane sono le due uniche monete da un valore esclusivo, dopo il

pane, viene la gioia.........

L'Emancipazione dalle soluzioni stereotipate questo fa..procura gioia !!!

La Resistenza è atta nel preservare questa possibilità , provare gioia nella vita .

Ma non è la resistenza ad un invasore, è e deve essere la Resistenza alla

posibilità di perseguire la gioia .

Resistere quindi alle soluzioni facili che procurano solo noia....

La noia Borghese !!!!!

Tutto scritto, tutto gia fatto !!!!!!!!!!

noname



giovedì, luglio 03, 2008

Il divieto di fumare in Olanda....




lancia l'idea
"Il divieto di fumare in Olanda....


"Il divieto di fumare in Olanda, nei Coffeeshops e.....


-----------------------------------------------------

Dal primo Luglio del 2008 cioè da pochi giorni fa, anche in Olanda via le sigarette dai posti pubblici e via le canne dai Coffeeshops se non attrezzati con apposita sala fumatori.......

Ben anche ci sarebbe da dire come in tutto l'Occidente che il divieto di fumare va ad incidere più su altri fattori che sulla salute stessa degl'individui, io quì voglio parlare di cosa per l'ennesima volta mi ha colpito tra il popolo .

È vero e quì non lo voglio negare che ci siano individui al di sopra della banale normalità ma sappiamo purtroppo che non sono i pochi che determinano una differenza nella società, nella civiltà della maggioranza decisionale, quindi eccoci nel parlare di quegl'individui e che sono molti, cioè la maggioranza che compongono il popolo .

Anche l'Olanda è un paese e come tutti i paesi dell'Occidente oggi, sono veramente tutti uguali !!!!!!!!

Non sono stato molto tempo ancora dentro i\un coffeeshops ma ad una breve analisi, il 60% delle persone resta stupito che non si possano più fare le canne dentro i Coffeeshops e per chiarezza non parlo di turisti ma di reale popolazione che vive in Olanda, Amsterdam per la precisione che è dove io vivo .

Ed è questo il motivo che mi ha spinto nello scrivere.

La vecchia abitudine di considerare lo Stato e le sue emanazioni un qualcosa dedicato giusto agli più stupidi, oggi trova un netto fallimento .

Non esiste un potere forte in Occidente, esiste invece l'incapacità delle persone di essere determinate e presenti al 100% della loro esistenza in vita.

Io sarò di vecchia generazione ma è ovvio che il divieto di non fumare nei Coffeeshops se non attrezzati e magari a prezzi ancora più esorbitanti mi faccia restare senza parole ma è proprio la sprovvedutezza delle persone che mi sconvolge ancora di più .

Sprovvedutezza mascherata da indifferenza,una sorta di furbizia, uno stratagemma atto al mantenimento della propria libertà .

Una libertà che però diventa sempre più virtuale, cioè solo nella proria testa e qualche centesimo di vita realmente vissuta al di dentro dei propri paramentri di libertà .

Eccoci cosi nell'osservare che il 60% degl'interessati ad un divieto non ne sono neanche a conoscenza ed alla presa conoscenza del divieto stesso invasi da impotenza ormai erdeditaria nulla possono e nulla cercano di fare se non mugugnare tra se stessi ......

Tante piccolissime leggi compongono alla fine una grande legge, questo è sfuggito per anni dalle analisi di tutti.

Il divieto di fumare palesato essere una necessità per la salute fisica, in realtà è un Cavallo di Troia che si insinua in più aspetti della vita privata di una persona e della società degl'individui.

Il divieto di fumare modifica i comportamenti e le abitudini dell'individuo e dell'insieme degl'individui, incatenando gli stessi come nei casi di emergenza alle soluzioni più elementari, cioè sempre le stesse .

Per gli esperti in materia è ormai infatti evidente che il divieto di fumare arriva dove il proibizionismo non poteva arrivare.

Quanto tempo può durare il farsi una canna fuori dal coffeeshop per poi rientrare dentro ???

Quanto tempo passerà prima che diventi vietato fare assemblamenti di persone fuori i coffeeshops ?????

In Olanda in larghe line non si potrebbe gia da tempo fumare in strada...

Quanto tempo passerà prima che i miei vicini mi impongano di non fumare in casa perche la "puzza" di erba arriva nei loro appartamenti ??????


Ecco che il Divieto di fumare è uno di quei divieti Cavallo di Troia, atto nel modificare gl'attegiamenti, i comportamenti, le abitudini degl'individui, ponendoli tutti "indiscriminatamente" verso un fronte, un'obiettivo, cioè "il come si deve essere".

Quel famoso "essere" che tutti i Regimi decantano e cercano, imporre ai loro cittadini un modo specifico di essere, di fare e di intendere la vita.

Mai nessun Regime però aveva avuto le basi e le possibilità per arrivare a ciò senza violenza o costrizione violenta.

Tanti piccoli ed impercettibili divieti che colpiscono sempre minoranze di persone , alla fine generano un insieme collettivo modulato, plasmato dai quei piccoli divieti stessi .

Ogni individuo nel suo spasmotico ricercare chi è, alla fine si identifica con qualcuno, in quel momento ogn'uno di noi diventa parte di una minoranza nell'insieme sociale .

Ogni piccola legge va a colpire ogn'una di queste minoranze, ponendo le stesse in evidente stato di minoranza ed impossibilitate per ciò a difendersi, sia per quel famoso 60% che non sa, sia perche lo scontro sarebbe impari anche ammesso l'uso della forza .

Sono molto impopolari infatti quelle grandi leggi che colpiscono più fasce di minoranze, perche esse unendosi potrebbero diventare molto di più che una minoranza, divenendo cosi possibilitate nel richiedere un confronto\scontro .

Ecco dunque che la politica di Regime che trova forza proprio nelle miriadi di divieti dedicati, sta ottenendo quello che nessun regime o Impero aveva mai ottenuto .

Il Divieto di Fumare è uno di quelli più evidenti ed invasivi per varie fasce sociali ma che ha dimostrato ormai a chi comanda quanto il popolo sia ormai asefuatto nell'accettare qualsiasi cosa gli venga imposta .


noname



martedì, luglio 01, 2008

SCUOLA, I CALENDARI. TORNA IL GREMBIULE?




lancia l'idea
"SCUOLA, I CALENDARI. TORNA IL GREMBIULE?


"SCUOLA, I CALENDARI. TORNA IL GREMBIULE?


-----------------------------------------------------

» 2008-07-01 18:47
SCUOLA, I CALENDARI. TORNA IL GREMBIULE?
ROMA - Tutti, o quasi, in classe il 15 settembre. Sono infatti gia' pronti i calendari regionali per il prossimo anno scolastico (2008-2009). E intanto si parla di un ritorno del grembiule. Perché no? A lanciare la proposta, durante l'audizione del ministro dell'Istruzione, è stata una giovanissima parlamentare del Pdl, Gabriella Giammanco. E Mariastella Gelmini non l'ha affatto scartata.

"Non soltanto - ha osservato il ministro - e' un fatto di ordine ma anche di uguaglianza sociale tra ragazzi, soprattutto ora che va tanto di moda l'abbigliamento firmato già in giovanissima età. Dare pari condizioni di partenza può essere una proposta interessante ed è curioso - ha concluso il ministro - che venga da una delle più giovani parlamentari".
continua "ansa.it"
----------------------------------------------------------------------------

noname considerazioni :

Poveri noi,povere giovani generazioni.......

Quando eravamo bambini noi avevamo il grembiule, ed il grembiule non era affatto sinonimo di uguaglianza !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ma si sà, oggi che il bigottismo, l'apparire, si sono ritrovati ad essere rinvigoriti dalla famosa civiltà, società, dell'immagine, la borghesia bigotta, quella che basa tutto sulla superficialità dell'apparire, ne ha sparata un'altra delle sue !!!!!!

Ovviamente io sto seguendo solo quello che so, per esempio non mi\ci è dato sapere se sarà lo Stato che passerà gratuitamente i grembiuli o se sarà la singola famiglia che si dovrà sobarcare anche di questa ennesima spesa !!!!!!!!!

Ed è questo che rende vergognosa ed evidente la disciplina, la regola che comanda questo Governo, i governanti in genere e la cultura che profondono a tonnellate ai danni della vita stessa.

Di quale materiale sarà fatto il grembiule ???

Sarà obbligatorio che tutti abbiano lo stesso tessuto ??????

Se si, quale sarà il materiale e quanto costerà alle famiglie ???????!!!!

Tutti avranno il grembiule ma ad ogni famiglia costerà più o meno incubi, alcune famiglie non avranno i soldi e ricorreranno al solito sistema del reciclo....

Il grembiule del fratello, il grembiule del cugino che ovviamente non risulterà essere gagiante come quello nuovo ma i Ministri Gabriella Giammanco, Mariastella Gelmini, questo non lo sanno !!!!!!!!!

Ovviamente oggi che di grembiuli non ve ne traccia, tutti saranno obbligati nel comprarli !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ed eccoci al dunque, ritorna quella regola malsana ma che sta invadendo il Mondo Occidentale che consiste nell'individuare regolette, costrizioni, con il solo scopo economico, cioè di guadagno per qualcuno !!!!!!!

Chi produrrà la nuove divise scolastiche ??????

Chi si papperà l'appalto ????!!!!!

Ritornando alle parole borghesi emesse dai Ministri, ovviamente si dovrà evitare che Armani, la Benetton, etc etc etc, si occupino di grembiuli !!!!!!!!

Il grembiule dovrebbe essere quindi una divisa passata gratuitamente dallo Stato, con il suo timbro bello in mostra che farebbe cosi tutti i bambini uguali !!!!!!!!

Tutti i bambini uguali poi.......apparentemente solo dentro la scuola, apparentemente perche ogni bambino arriva da dove parte e non è un grembiule che fa felici tutti allo stesso modo !!!

La borghesia che sta tentando di governare però non sa, non conosce queste cose , infatti eccoci quì nel sentire amenità come quelle analizzate da me ma emesse da Ministri che governano attualmente!!!!

noname


Informazioni personali

La mia foto
But I don't know!!!!!, and I don't wanna know!!!!!!! I'bored about it, sorry.

MinimalTribeTV

Pubblcità



Friends