domenica, agosto 19, 2007

Esperienze traumatiche






Esperienze Traumatiche




Si, oggi parlerò dei cazzi miei :):):):)

Ho vissuto e stò vivendo un'esperienza traumatica.

L'esperienza potrebbe essere semplicemente raccolta nel cappello delle esperienze di coppia, ma cosi per me non è, vista la mia indole Anarchica .

Cado in questa storia in un momento della mia vita importante, importante senza coscienza.

Ci sono atti, decisioni più o meno coscenti che possono indirizzare, cambiare una vita .

Nel 1998 come conclusione o come inizio ancora non lo sò, mi catapultai fuori dai miei presunti giri culturali e quotidiani .

Mi catapultai lasciandomi in un certo senso indirizzare dagl'eventi che gl'altri stavano stabilendo.

Una sorta di passività come azione, visto la mia impossibilità materiale di perseguire i miei intenti.
Cosi, pur coscente che era una trappola comunque ci cascai di proposito .

Mi ritrovai quindi in Olanda solo e senza l'aiuto del presunto movimento alla quale io ho sempre dedicato tutto.

In quel momento cosi confuso in balia degl'eventi mi ritrovai nella selva oscura di una donna :):):):)

Da quel giorno la mia vita è stata soggetto di manipolazione.

Io ho sempre pensato troppo, spesso si dice che sia un guaio pensare troppo,perche si arriva dove normalmente la vita quotidiana non permette di arrivare.

Inoltre si dice anche che il pensare troppo sia sinonimo dell'andare in paranoia o l'essere in eterna paranoia..:):)

Inoltre ancora, si dice che siamo noi che ci costruiamo la nostra vita
quindi se uno pensa male, prima o poi quel male si materializza .

Ci sono però a volte delle situazioni che creano dei sinonimi facilmente travisabili .

Ho sentito una spiegazione una volta, riguardo ai vangeli minori e maggiori che sul momento mi irritò.
In pratica ci sono alcuni Vangeli scritti da "contadini" e Vangeli scritti da "persone colte" .

C'è un Vangelo per intenderci che usa dire l'ascia di Dio ed un Vangelo che la descrive come la mano di Dio .

Io ho sempre saputo di essere un contadino ma ho sempre saputo anche di essere un contadino illuminato .

Ritornando quindi al tema sopra, io non sono un paranoico, ma stando, vivendo in una situazione inferiore alla mia cultura, accade che prevedo sempre prima, quello che sta per accadere .
Risultando cosi per quelle persone di cultura inferiore alla mia, un paranoico, perche per loro risulto essere quella persona che ancor prima di partire già sta lì a dire se, e se, e se.

Il mio essere Anarchico però fà si che i miei se o ma non siano arroganti, cioè non si impongono.

Ritrovandomi cosi io comunque nel vivere una realta che non mi appartiene ma che mi coinvolge .

Un pò come criticare il sistema ma essere comunque costretto nel viverlo cosi come è .

L'esperienza traumatica.

L'esperienza traumatica sta nel fatto di aver constatato dopo anni quanto sia stata vincente la sua di lei strategia nei confronti della mia .

Infatti il mio star sempre lì nel puntualizzare le cose, nulla è servito agl'atti pratici dello svolgersi della realta .

Oggi infatti, pur essendo io non una persona che ha deciso di viversi una relazione,
comunque per la massa più vicina a me che non bada a sottigliezze, io sono il patner della donna che vive in questa casa .

E tutto questo, perche lei in pratica ha agito come se io lo fossi il suo uomo e nulla è valso il mio ribadire ogni volta la nostra amicizia e basta.

Anzi nel gioco traditore portato avanti da lei, il mio blaterare ogni volta è stato scambiato come balaterare di un'uomo geloso o contorto in se stesso, cioè malato.

Potrei continuare nel raccontare la mia storia ma come sempre però il contadino illuminato che è in me, usa le esperienze o riceve da alcune esperienze delle illuminazioni.

Io ritengo di essere Anarchico anche se viscerale, cioè non per acquisizione delle conoscenze Anarchiste ma per un'indole accompagnata dagli scritti Anarchisti .

Lei è una persona che ritiene di aver trovato qualcosa in India grazie al suo maestro Osho .

Come facilmente il lettore esperto starà domandandosi : "quì c'e' qualcosa che non quadra ".

Infatti la lei segue una struttura della vita piramidale in netto conflitto con la mia orizzontalità innata anche nei rispetti delle cose .

Se però è vero che la vita và affrontata a 360 gradi, ecco che io lo metto in pratica, arrivando dove per scontato non vi ci si dovrebbe arrivare.

La coscienza sporca.

Si, la mia coscienza sporca sta nel fatto di aver capito subito tutto ma di averlo sottovalutato in nome della salvaguardia del mio live set in primis e poi per tutte le mie composizioni scritte su audio tape da più di 20 anni .

Inoltre se cosi si può dire, la mia coscienza sporca stà nel fatto di sapere troppe cose, di avere tanta esperienza.

Quindi, precipitato quì ad Amsterdam, ho visto subito che tutto era esagerato, sia il capitalismo sia l'anticapitalismo.
Venendo io dall'anticapitalismo più radicale ma avendo dissidenze personali al suo interno, ho capito subito che era arrivato il mio momento ed era ben importante con quale piede iniziassi .

Sono dunque molti anni che sono immerso in questa storia assurda dove il mio dire poco è valso nei confronti di che come un cararmato avanza inesorabile passando sopra a tutto .

Ancora non ho avuto la possibilità di agire con il piede giusto ma anzi, ora sono coinvolto in cose spiacevoli assai .

Comunque, io personalmente lasciando il passato al passato, potrei risolvere il tutto mollando e ritornando alla mia vita anche se in questo momento vorrebbe dire sotto un ponte, ma mi è possibile farlo, anche se con incoscienza ci potrei morire ma è e sarebbe la mia vita, quindi felice di nuovo .

Cosa dire però dell'illuminazione che mi ha concesso questa esperienza dove la lei impersona la società ed io il rifuto ?????

Io magari chissà, non sono veramente Anarchico, cosi come lei in tutta onestà non è un'arancione.

Se qualcuno potrebbe dire di me chi sono, io posso dire dell'altro chi è.

In altre parole quindi noi due siamo due persone normali, con la differenza che lei soffre nel non sentirsi come il capitalismo vuole, io invece soffro se mi ritrovo ad essere come il capitalismo vuole .

Nel mondo, in Italia non esistono un me ed una lei, però è strano quanta similitudine ci si trovi in questa storia con le dinamiche sociali vigenti .

Io per presunzione mi individuo con chi contesta, con chi contrasta il capitalismo in toto, dicendo cose giuste e sacrosante.

Nella lei invece individuo il sistema che non curante di tutto, fidandosi del fatto che l'agire ha potenza superiore del dire, lascia appunto tutti parlare, sicura che è lei che agisce .

Per me è una fascista !!!

Infatti stò aspettando di avere definitivamente la forza per sbattermi in strada di nuovo.

Ma cosa dire della relazione tra capitalismo ed anticapitalismo ????

Noi anticapitalisti cosa faremo, prima o poi andremo sù di un'altro pianeta ????!!!!

E si dico !!!!

Tutto mi suona come con me e la mia padrona di casa !!!!!!

Io parlo parlo ma intanto lei continua nel fare quello che vuole !!!!!!!

Questa è l'illuminazione ragazzi miei .

L'arroganza fascista, l'arroganza Nazista è nascosta in queste pieghe.

Il totalitarismo presente in Occidente, si è maturato grazie a questa logica.

Sono anni che molte persone parlano bene, sono molti anni che si sono dette cose giuste che si sono smascherati arcani negativi ma mai nessuno è riuscito nel fermar qualcosa .

Anzi se questo paradosso svilisce l'analisi comunque la rafforza alle sue radici.

Tutti rubano ?? bene, rubo anch'io !!!!!!!!

L'aver fatto sapere quanto è infimo ed infame il potere, ha contribuito nel rendere popolare quella pratica, oggi se vuoi aver successo, cioè non perire,devi essere infimo ed infame .

Questa perversione alla radice, è quello che più mi è costato caro nel rapporto esempio in quest'articolo.

Io infatti ho perso la testa in quel rapporto passando nel torto, quando mi sono accorto che lei mi plagiava quello che io gli dicevo in precedenza.

Se io oggi gli dicevo che essere libero è la cosa più importante, lei veniva il giorno dopo e approfittando dell'occasione X mi urlava in faccia che essere libero è la cosa più importante ed il tutto recitato in modo che tutti sentissero quello che lei gridava, senza che appunto gl'altri sapessero che erano cose che io gli avevo insegnato il giorno prima .

Se oggi lasciamo parlare il borghese X, sembra di sentir parlare il "liberato" per eccellenza.
In realta quel borghese e quella borghesia ha solo scopiazzato quello che l'anticapitalismo cognitivo ha scoperto.
Ma la società non è cambiata, cosi come non è cambiata la mia ex, anzi ella ed il sistema hanno sempre solo preso quello che gli faceva comodo da me, da noi .

In questo fallisce secondo me la teoria del combattere il sistema dal suo interno .

Io sarò libero di nuovo quando la smetterò di rapportarmi con lei e di dargli importanza, il sistema cambierà solo quando si smetterà di rapportarsi ad esso e dargli importanza .

Parlare di me questo vuol dire secondo me, è inevitabile per me.

Io non recito se la scena non è buona, se la società continua cosi, meglio non recitare e morire da eterno spettatore .



















Nessun commento:

Informazioni personali

La mia foto
But I don't know!!!!!, and I don't wanna know!!!!!!! I'bored about it, sorry.

MinimalTribeTV

Pubblcità



Friends